10.4 C
Rome
giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeArcheologia e StoriaScoperta in Grecia una ricca tomba contenente i resti di una donna

Scoperta in Grecia una ricca tomba contenente i resti di una donna

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Gli archeologi hanno riportato alla luce, vicino alla città di Kozani, nel nord della Grecia, un’antica sepoltura contenente una donna sdraiata su un letto di bronzo. La tomba risale al I secolo a.C.

Raffigurazioni di sirene decorano i montanti del letto. Il letto mostra anche l’immagine di un uccello che tiene in bocca un serpente, simbolo dell’antico dio greco Apollo.

Sulla testa della donna era presente una corona di foglie di alloro d’oro che, in origine, probabilmente era parte di una corona di fiori, come ha spiegato in un’intervista Areti Chondrogianni-Metoki, direttore dell’Eforato delle antichità di Kozani.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Le porzioni in legno del letto si erano ormai decomposte per il trascorrere del tempo.

Fili d’oro, forse da ricamo, sono stati trovati sulle mani della donna. Inoltre, accanto ai resti erano sepolti quattro vasi di terracotta e un vaso di vetro. Nessun’altra persona è stata sepolta con lei.

Gli archeologi stanno ora analizzando lo scheletro per determinare la salute della donna, l’età in cui è morta e la possibile causa della morte.

I reperti trovati con lei suggeriscono che probabilmente provenisse da un ambiente ricco e potrebbe appartenere a una famiglia reale. “Non sappiamo molto della storia di quest’area [durante il I secolo a.C.]“, ha detto Chondrogianni-Metoki.

Migliaia di anni fa, vicino a Kozani si trovava l’importante città chiamata Mavropigi (il sito è ora un villaggio) che ospitava un santuario dedicato ad Apollo, ha detto Chondrogianni-Metoki.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

I documenti storici mostrano che durante quel periodo il controllo e l’influenza romana in Grecia erano in aumento.

I romani distrussero la città di Corinto nel 146 aC e saccheggiarono Atene nell’86 aC. Nel 48 aC avvenne nella Grecia settentrionale la famosa battaglia di Farsalo che vide l’esercito di Giulio Cesare sconfiggere una forza guidata da Pompeo; la vittoria portò Cesare a diventare de facto il sovrano di Roma.

Non è chiaro quando esattamente nel I secolo aC sia vissuta questa donna o se abbia assistito a questi eventi storici. Le spoglie della donna sono attualmente conservate presso il Museo Archeologico di Aiani in Grecia.

Articoli più letti