Uno stadio da 23 tonnellate di un razzo spaziale cinese morto sta per cadere dal cielo

La Cina ha lanciato con successo il terzo e ultimo pezzo della sua nuova stazione spaziale Tiangong lunedì – e il corpo del razzo da 23 tonnellate che l'ha portato in orbita sta rientrando da qualche parte sulla Terra, il rientro avverrà entro questo fine settimana

273
Uno stadio da 23 tonnellate di un razzo spaziale cinese morto sta per cadere dal cielo
Uno stadio da 23 tonnellate di un razzo spaziale cinese morto sta per cadere dal cielo

La Cina ha lanciato con successo il terzo e ultimo pezzo della sua nuova stazione spaziale Tiangong lunedì – e il corpo del razzo da 23 tonnellate che l’ha portato in orbita sta rientrando da qualche parte sulla Terra, il rientro avverrà entro questo fine settimana.

Il modulo Mengtian, un laboratorio scientifico, è decollato sul razzo cinese Long March 5B. Mentre si arrampicava nello spazio, lo stadio centrale del razzo ha dato al modulo della stazione spaziale un’ultima spinta nell’orbita terrestre prima di staccarsi.

A differenza della maggior parte dei moderni corpi di razzi, progettati per cadere in una parte remota dell’Oceano Pacifico, il corpo del Long March 5B sta effettuando un rientro incontrollato.

Nessuno sa dove cadrà il corpo del razzo e nessuno lo sta controllando. Ma è estremamente improbabile che eventuali detriti dallo spazio cadano su aree abitate.

Previsione: pioveranno parti di razzi

Gli esperti possono solo stimare quanto del corpo del razzo Long March, che ha all’incirca le dimensioni di un edificio di 10 piani, impatterà sulla Terra. Una parte probabilmente brucerà attraversando l’atmosfera, ma il corpo del razzo è troppo grande per disintegrarsi completamente.

Una regola pratica è che dal 20 al 40 percento della massa di un grande oggetto sopravviverà alla sua caduta attraverso l’atmosfera, hanno detto gli esperti della Aerospace Corporation a Insider.

È ancora troppo presto per dire esattamente dove potrebbe cadere lo stadio centrale, molto probabilmente a pezzi. Ma l’Aerospace Corporation sta monitorando lo stadio del razzo e prevedendo i possibili percorsi che potrebbe intraprendere per tornare sulla Terra.

Corridoio di rientro
Il percorso previsto del corpo del razzo Long March 5B attorno alla Terra, rappresentato da linee gialle e blu, durante il periodo in cui potrebbe cadere, a partire dal 2 novembre 2022. L’icona gialla indica la posizione del corpo del razzo al centro della finestra prevista per il rientro . ( La società aerospaziale )

L’area in cui potrebbero cadere i detriti copre circa l’88% della popolazione umana, secondo i calcoli di quegli analisti. Ma la maggior parte dell’area in cui potrebbero piovere detriti è oceano aperto o terra disabitata.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---
Tuttavia, i leader dell’industria spaziale hanno denunciato la pratica cinese, ormai abituale, del rientro incontrollato, dicendo che rappresenta un rischio inutile per la vita umana e le proprietà. Le stime miglioreranno nei prossimi giorni, man mano che il corpo del razzo si avvicina al rientro.

I detriti dei razzi cinesi continuano a schiantarsi sulla Terra

Questo è la quarta volta che un residuo di razzo cinese Long March 5B minaccia vite umane e proprietà. Ciascuna delle tre volte in cui il razzo è stato lanciato – nel 2020, 2021 e nel luglio 2022 – frammenti del suo corpo sono ricaduti sulla Terra.

Nel maggio 2020, i detriti di uno di quei razzi sono stati scoperti vicino a due villaggi della Costa d’Avorio, provocando danni a cose ma non perdite di vite umane. Secondo il New York Times, nel 2021, la Cina ha affermato che i resti del razzo sono atterrati nell’Oceano Indiano vicino alle Maldive .

Il razzo decolla
Il razzo 5B di marzo della Cina decolla il 31 ottobre 2022. (Guo Cheng/Xinhua via Getty Images)

Quest’anno, a luglio, anche parti del booster del razzo si sono schiantate sulla Terra , con diversi pezzi scoperti sia sul lato malese che su quello indonesiano dell’isola del Borneo, nonché nell’oceano vicino alle Filippine.

La maggior parte degli stadi dei razzi deorbita riaccendendo i motori poco dopo aver portato il carico in orbita, allontanandosi dalle aree popolate e tuffandosi nell’Oceano Pacifico. Ma nel caso del Long March 5B, la Cina non ha progettato il razzo per il rientro controllato.

La Cina lancia razzi continuamente ma molto raramente si preoccupa del rientro“, ha detto a Insider John Logsdon, fondatore dello Space Policy Institute della George Washington University, nel maggio 2021, mentre il mondo aspettava che il corpo del razzo cadesse.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

È solo un’intenzionale inosservanza delle linee guida internazionali? O perché è un veicolo nuovo, non è stato progettato correttamente in modo da poter fare un rientro controllato?“, ha detto Logsdon, aggiungendo: “È un peccato che questo metta molte persone a rischio“.

La spazzatura spaziale potrebbe uccidere qualcuno in questo decennio

In uno studio pubblicato sulla rivista Nature a luglio, i ricercatori hanno calcolato una probabilità del 10% circa che i detriti colpiscano una o più persone entro un periodo di 10 anni. Non sono solo i corpi di razzi cinesi. Anche satelliti e frammenti di detriti sconosciuti cadono regolarmente dall’orbita.

Se lanci i dadi molte volte, qualche volta uscirà il 6“, ha detto Jonathan McDowell, un astronomo di Harvard che segue meticolosamente gli oggetti nell’orbita terrestre.

Ted Muelhaupt, un consulente che lavora al database di rientro della Aerospace Corporation, aveva precedentemente detto a Insider che un oggetto del peso di almeno 1 tonnellata cade dall’orbita e rientra nell’atmosfera su base settimanale.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

I booster Long March 5B sono tra gli oggetti più grandi a ricadere sulla Terra, ma il rientro incontrollato non è esclusivo della Cina. Nel 1979, la stazione spaziale Skylab della NASA precipitò spargendo detriti sull’Australia. Oggi, però, il rientro controllato è una pratica standard.