Prima foto della Luna inviata da Chandrayaan-2

La missione lunare indiana si prepara per l'atterraggio del lander, previsto per il 7 settembre.

806
Indice

Chandrayaan-2 ha inviato la sua prima immagine della luna da un’altezza di oltre 2.000 chilometri presa mentre orbita intorno al satellite, preparandosi a far atterrare un rover sulla superficie lunare. L’immagine è stata postata  su Twitter dall’agenzia spaziale indiana, l’Indian Space Research Organization (ISRO), giovedì sera.

Secondo l’agenzia spaziale, la foto è stata scattata approssimativamente da un’altezza di circa 2650 km dalla superficie lunare il 21 agosto 2019. La fotografia mostra parte del lato più lontano della luna che rivela alcuni punti di riferimento lunari, vale a dire il bacino del Mare Orientale e i crateri Apollo.


Inoltre, la foto è stata scattata dal suo lander, Vikram, dal nome del fondatore dell’ISRO, Dr. Vikram Sarabhai, che è stato anche considerato il padre del programma spaziale indiano.

L’ISRO ha condiviso le foto scattate da Chandrayaan-2 come mezzo per aggiornare l’avanzamento del veicolo spaziale mentre si dirigeva verso la luna. All’inizio di luglio, Isro aveva detto che la navicella spaziale Chandrayaan-2 era in “buona salute” e si muoveva nella “giusta direzione“.

Nella prima settimana di agosto, Chandrayaan-2 ha inviato le prime immagini della Terra viste nello spazio mentre si allontanava dal pianeta.

c2
La Terra vista dalla LI4 Camera di Chandrayaan-2 il 3 agosto 2019. 
Fonte: Isro

L’orbiter Chandrayaan-2 è entrato con successo in orbita lunare il 19 agosto (20 agosto ora locale al controllo della missione in India). In particolare, il viaggio di Chandrayaan 2 è durato circa un mese dal suo lancio il 22 luglio a causa delle misure di risparmio di carburante.

In via provvisoria, l’ISRO ha dichiarato che l’orbiter rilascerà Vikram il 6 settembre (ora locale 7 settembre al controllo della missione) in una posizione molto più vicina al polo sud della luna. Si prevede che effettuerà un atterraggio morbido (sulla superficie della luna) intorno alle 1:40 e completato entro le 1:55. A livello globale, questa è una missione importante. È stata attentamente seguita da tutti“, ha affermato il presidente dell’ISRO K Sivan.

Se il lander completerà con successo la breve discesa di 15 minuti, scenderà vicino al polo sud lunare. L’ISRO ha scelto questa destinazione perché il Chandrayaan-1, scoprì tracce di esistenza di ghiaccio d’acqua nella regione.

Gli scienziati ritengono che i crateri di questa regione della luna che sono permanentemente in ombra possano avere importanti depositi di ghiaccio d’acqua.

Chandrayaan-2 è il primo tentativo dell’India di far atterrare un veicolo spaziale sulla Luna.

Chandrayaan 2 orbit raising diagram ISRO
Diagramma di aumento dell’orbita per la missione Chandrayaan 2. 
Fonte: ISRO

Prima di atterrare il 6 settembre, l’orbita di Chandrayaan-2 dovrà compiere molte manovre fino a raggiungere un’orbita quasi circolare di 100 km x 100 km. Il veicolo spaziale eseguirà diverse manovre di questo tipo nelle prossime due settimane per avvicinarsi sempre più alla Luna.

Se il lander atterrerà senza problemi, l’India diventerà il quarto paese a completare quell’impresa, dopo l’Unione Sovietica, gli Stati Uniti e la Cina. Il lander e il rover dovrebbero operare per un giorno lunare non essendo progettati per resistere alle gelide notti lunari.

In ogni caso, anche se l’atterraggio dovesse fallire, l’orbiter Chandrayaan-2 rimarrà funzionale per una durata approssimativa di un anno e potrà scansionare la superficie della luna da lontano e inviare altre foto sulla Terra.