Una polvere stellare molto atipica è stata trovata in un antico meteorite

La polvere stellare in questione sembrerebbe essere stata rilasciata da una supernova e posatasi in seguito su un antico meteorite

0
146
polvere stellare

Un granello di polvere stellare recuperato da un antico meteorite precipitato in Antartide sembra provenire da un luogo piuttosto insolito nello spazio e nel tempo. Si tratta, per la precisione, di un minuscolo grano di un minerale chiamato olivina, e la sua composizione isotopica è così atipica che potrebbe essere stata prodotta solo da un’altra stella, morta prima ancora che nascesse il Sistema Solare.

polvere stellare

Conosciuti come grani presolari, queste briciole stellari possono darci preziose informazioni sui diversi ambienti nella galassia e sui mondi che potrebbero formarsi al suo interno. Purtroppo sono difficili da identificare. Sono molto piccoli, hanno una dimensione media di soli 150 nanometri e di solito sono profondamente incastonati nella roccia meteoritica.

Polvere di stelle: il lavoro del team di scienziati

Un team guidato dall’astrogeologa Nicole Nevill del Lunar and Planetary Institute di Houston ha scoperto il grano presolare di olivina nel meteorite antartico utilizzando una tecnica chiamata tomografia con sonda atomica e questo suo studio sta rivelando una storia affascinante. Neil, che ha analizzato la polvere stellare, come parte dei suoi studi di dottorato presso la Curtin University di Perth, in Australia, ha affermato: “Il materiale creato nel nostro Sistema Solare ha una varietà di elementi con diversi numeri di neutroni. La particella che abbiamo analizzato ha un rapporto di isotopi di magnesio che è distinto da qualsiasi cosa nel nostro Sistema Solare”

polvere stellare



Ha poi proseguito: “I risultati si sono rivelati essere letteralmente fuori scala. Il rapporto isotopico del magnesio più estremo da precedenti studi sui grani presolari era di circa 1.200. Il grano nel nostro studio ha un valore di 3.025, che è il più alto mai scoperto. Questo rapporto isotopico eccezionalmente alto può essere spiegato solo dalla formazione in un tipo di stella: una supernova che brucia idrogeno”.

polvere stellare

I meteoriti sono rocce cadute sulla Terra da oltre i nostri confini atmosferici. Piccoli pezzi di cosmo che arrivano a noi. Ci forniscono una piccola capsula temporale di quando si sono formati, nonché informazioni dettagliate sulla composizione della polvere da cui si sono formati.

Le informazioni sull’universo che può fornirci la polvere stellare

La polvere stellare, nota anche come polvere interstellare, è un componente fondamentale della materia diffusa nell’universo. Costituita da piccole particelle di gas e polvere, essa gioca un ruolo cruciale nella formazione delle stelle e dei sistemi planetari. Questo articolo si propone di esaminare in dettaglio la natura della polvere stellare e il suo significato cosmologico.

polvere stellare

La polvere stellare è costituita principalmente da particelle solide di dimensioni microscopiche, che possono variare dalla dimensione di molecole organiche fino a grani di silicati e ghiaccio. Queste particelle possono essere composte da vari elementi, tra cui carbonio, idrogeno, ossigeno, silicio e altri metalli pesanti. La loro composizione chimica varia notevolmente in base alla regione galattica in cui si trovano.

Le dimensioni dei grani di polvere stellare possono variare da pochi nanometri fino a diverse centinaia di micrometri. Questa varietà di dimensioni influenza le proprietà ottiche e termiche della polvere, nonché la sua interazione con il gas interstellare e la radiazione elettromagnetica.

Essa si forma principalmente nei venti stellari e nelle esplosioni di supernove, dove gas e detriti stellari vengono espulsi nello spazio interstellare. La produzione di tali granelli è un processo dinamico che coinvolge la condensazione e l’aggregazione di molecole gassose sotto l’influenza della radiazione stellare e dei campi magnetici. Una volta prodotta, la polvere stellare viene distribuita attraverso le varie regioni dello spazio dalla pressione della radiazione e dai moti turbolenti del gas. La sua distribuzione è eterogenea e dipende da vari fattori, inclusa la densità gassosa e l’attività stellare nella regione.

Conclusioni

In sintesi, la polvere stellare rappresenta un elemento fondamentale dell’ecosistema galattico, che influenza la formazione delle stelle e dei pianeti e fornisce preziose informazioni sulla storia evolutiva dell’universo. Il suo studio continua a essere un campo attivo di ricerca nell’astronomia moderna, con implicazioni significative per la comprensione riguardante l’origine dell’universo.

2