Piano Artemis: la NASA pubblica i dettagli del progetto che vedrà la prima donna sulla luna

la NASA ha condiviso un aggiornamento sul suo programma Artemis, inclusi gli ultimi piani della Fase 1 per far atterrare la prima donna e il prossimo uomo sulla superficie della Luna nel 2024

0
2020
Indice

Il Piano Artemis è un progetto targato NASA che ha l’ambizione di riportare nel 2024 l’umanità sulla luna. Le perplessità sono dovute alle difficoltà oggettive di raggiungere il nostro satellite naturale, con i viaggi verso di esso ormai interrotti da decenni, cosicché i dubbi sulla fattibilità del piano Artemis continuano a rincorrersi.

Che sia per questo motivo che l’agenzia spaziale statunitense ha deciso di rispondere concretamente a tutte le incertezze, rendenfo pubblici i dettagli del piano Artemis? Jim Bridenstine, amministratore della NASA, ha affermato: “Con il sostegno bipartisan del Congresso, la nostra spinta verso la Luna del XXI secolo è alla portata dell’America. Man mano che abbiamo consolidato i nostri piani di esplorazione negli ultimi mesi, abbiamo continuato a perfezionare il nostro budget e l’architettura. Torneremo sulla Luna per scoperte scientifiche, vantaggi economici e ispirazione per una nuova generazione di esploratori. Man mano che creiamo una presenza sostenibile, stiamo anche dando impulso a quei primi passi umani sul Pianeta Rosso “.

Il nuovo razzo dell’agenzia, lo Space Launch System (SLS), e la navicella Orion sono già stati programmati per il primo lancio integrato. Il veicolo spaziale è completo mentre SLS è ancora sottoposto ad una serie di test che culmineranno questo autunno.

Conclusi tutti i controlli del caso, la NASA lancerà insieme un SLS e un Orion in due test di volo intorno alla Luna per verificare le prestazioni, il supporto vitale e le capacità di comunicazione. La prima missione, denominata Artemis I, è in programma per il 2021 senza astronauti e Artemis II volerà con l’equipaggio nel 2023.

Nel 2024 unvece, Artemis III rappresenterà il ritorno dell’umanità sulla superficie della Luna, facendo atterrare gli astronauti al Polo Sud lunare, tra di essi, sbarcherà sulla luna anche la prima donna. Dopo il lancio su SLS, gli astronauti viaggeranno per circa 386.000 km fino all’orbita lunare a bordo di Orion, per poi attraccare sul Lunar Gateway, una stazione spaziale in fase di sviluppo che orbiterà intorno alla Luna. Infine, gli astronauti potranno pianificare l’allunaggio per la loro spedizione in superficie.



L’equipaggio indosserà moderne tute spaziali che permetteranno una maggiore flessibilità e movimento rispetto a quelli dei loro predecessori della missione Apollo; gli astronauti raccoglieranno campioni e condurranno una serie di esperimenti scientifici nel corso di quasi sette giorni.

2