La notte di Halloween NON verrà illuminata da una rara Luna blu

La notte più spaventosa dell'anno, che si festeggia il 31 ottobre, conosciuta da grandi e piccini sta per arrivare, ma non porterà con sé l'ulteriore magia di un'affascinante Luna blu

2547

La notte più spaventosa dell’anno, che si festeggia il 31 ottobre, conosciuta da grandi e piccini sta per arrivare, e porterà con se anche una magia in più con la presenza di un’affascinante Luna blu.
Il cielo notturno di Halloween sarà caratterizzato dalla seconda luna piena di questo mese, un evento piuttosto raro secondo il National Space Science Data Center della NASA, che si verifica mediamente una volta ogni due anni e mezzo.
Il fenomeno di avere in un mese due lune piene accade circa ogni tre anni, ed avviene a causa della differenza tra il ciclo lunare e l’anno solare, facendo così creare una sincronizzazione non perfetta. Infatti, generalmente in un mese avviene una sola volta il periodo di Luna piena.
Non solo, la luna apparirà anche più grande del solito a causa della sua forte luminosità, un fenomeno che avviene molto spesso nel mese di ottobre. Un avvenimento quindi da segnare sul calendario, visto che è una coincidenza che poi non avverrà per molto tempo.
Nel mese di ottobre, la prima Luna piena, nota anche come “Luna del raccolto”, sarà visibile il primo giorno, mentre la seconda che sarà la Luna blu, il primo caso nelle Americhe da marzo del 2018, sarà visibile il 31 ottobre.
Secondo la Farmers ‘Almanac, ossia l’Almanacco degli agricoltori, questa è la prima volta che la Luna piena di Halloween sarà visibile in tutti i fusi orari, un avvenimento che non accadeva dal 1944. Infatti, l’ultimo episodio in cui la Luna piena è apparsa per Hallooween è avvenuto solamente nei fusi orari centrali e del Pacifico nel 2001.
La Luna non comparirà perfettamente blu ad Halloween, visto che in realtà il nome secondo la NASA deriva solamente dalla rarità del fenomeno e dall’espressione inglese “once in a blue moon”, ossia “una volta ogni luna blu”, che sta solamente ad indicare un qualcosa che avviene molto di rado, più precisamente il fenomeno avviene ogni 3-5 anni.
Il fenomeno della Luna blu molto probabilmente non accadrà ad Halloween, visto che è una colorazione che viene assunta a causa della presenza di particelle di fumo o polvere nell’atmosfera, come ad esempio durante una grande eruzione vulcanica.
La seconda Luna piena del mese, secondo un’altra ipotesi, è chiamata Luna blu perché ricorda il nome dell’antico termine inglese “belewe”, ovvero tradire. Quindi si tratterebbe di una Luna traditrice, perché induceva a pensare che fosse finita la stagione anche se in realtà non era così.
In verità, secondo quanto spiegato da Timeanddate, la prossima Luna blu che avverrà il 31 ottobre è un errore di definizione, perché originariamente questo nome era assegnato alla terza luna piena in una stagione che ne conteneva quattro, fenomeno che avverrà il 22 agosto del 2021, che sarà la prossima Luna blu in generale.
L’equivoco nasce dall’astronomo dilettante James Hugh Pruett, vissuto tra la fine dell’800 e l’inizio del 900, che fraintese la base per il calcolo della “vera” Luna Blu, scrivendo che lo era la seconda luna piena in un mese in un articolo pubblicato sulla rivista Sky & Telescope nel 1946. La notizia errata si diffuse sopratutto dopo che fu data in un programma radiofonico chiamato StarDate, nel 1980, e poi apparso come risposta in una versione del 1986 del gioco da tavolo Trivial Pursuit. Ad oggi questa versione non è considerata errata, ma solamente una seconda definizione del fenomeno.
Il nostro satellite sarà in fase di piena alle 15.49 ora italiana ma sarà visibile, ovviamente, solo al calare del sole. Ma niente paura, nonostante la differenza di ore lo spettacolo sarà comunque perfettamente visibile dopo il tramonto, permettendoci la visione di una Luna luminosissima.
Resta solo che attendere per vivere questo meraviglioso fenomeno durante i festeggiamenti della notte di Halloween che verrà illuminata da una Luna blu.
Fonte: CNN