“Sulla strada per Marte molte persone moriranno”: l’intervista ad Elon Musk

Elon Musk ha parlato anche della lotta al riscaldamento globale, oltre che della prima spedizione su Marte e delle principali minacce per l’umanità. Il fondatore di SpaceX afferma che i viaggi sul pianeta rosso non sono solo una “via di fuga per i ricchi”.

L’ imprenditore è sicuro:

Non ci sono alternative alle fonti energetiche rinnovabili in futuro, il gas naturale si sta esaurendo e altre fonti di energia non rinnovabile si stanno esaurendo, quindi perché non investire in nuove energie in questo momento? Non possiamo fermare completamente le emissioni di carbonio senza fermare l’intera economia globale. Questo potrebbe avere delle conseguenze, ad esempio, sotto forma di un forte aumento del numero di persone affamate sul pianeta, ecc. Se il livello di anidride carbonica nell’atmosfera rimane a 400-500 ppm (parti per milione), è probabile che non accada nulla di catastrofico, ma la popolazione continuerà a crescere, quindi sarà necessario compiere sforzi per mantenere le stesse emissioni“.

Musk è lieto che la NASA abbia commissionato un programma di missioni lunari alla sua compagnia SpaceX. L’importo del contratto è di circa 3 miliardi di dollari. Per spostare il progresso e mantenere l’umanità come la conosciamo, secondo Musk, dobbiamo esplorare altri pianeti.

La prima spedizione su Marte assomiglierà al viaggio in Antartide dell’esploratore Ernest Shackleton

“Sarà molto difficile e molto pericoloso. Ci vorrà molto tempo, forse i volontari non torneranno più a casa. Ma sarà un’esperienza emozionante! Anche se l’ambiente non sarà certo molto confortevole e il cibo non sarà molto buono. Ad essere onesti, ci saranno delle persone che moriranno, questa è una faccenda complicata”, dice Musk che ha aggiunto che solo i volontari verranno inviati per esplorare Marte.

Per i viaggi su Marte potrà essere utilizzata la Starship. Ora Musk sente che il suo compito è garantire che le prime fasi dei missili siano pronte per il lancio in meno di un mese, e idealmente nel giro di poche ore. E con lo sviluppo di piattaforme galleggianti per il lancio, lo stesso razzo potrà potenzialmente essere lanciato tre volte al giorno, ritiene l’imprenditore.

Secondo il fondatore di SpaceX, la conquista di Marte, come altri pianeti, è necessaria per la sopravvivenza dell’umanità. Musk ha detto l’anno scorso che la sua compagnia sarà in grado di portare gli esseri umani su Marte entro sei anni. “Se siamo fortunati, forse tra quattro anni”. Oggi una missione robotica di SpaceX su Marte è prevista tra due anni e nel 2024, la navicella SpaceX dovrebbe consegnare gli astronauti della NASA sulla luna: lì dovrebbe essere costruita una base fissa.

Entro il 2050, l’imprenditore prevede di inviare 1 milione di persone su Marte

Ciò richiederà una flotta di 1.000 navi stellari, ha specificato. Musk ha detto che è disposto a fornire prestiti e posti di lavoro su Marte a coloro che non possono permettersi di pagare il volo.

“La prevista costruzione di una città per i colonizzatori su Marte richiederà investimenti significativi”, ha detto il fondatore di SpaceX che ha ammesso che potrebbe dover vendere tutte le sua proprietà per finanziare questo progetto.

“In effetti, non avrò nessuna proprietà di valore monetario oltre alle azioni della società. Quando le cose si fanno tese al lavoro, mi piace dormire in fabbrica o in ufficio. E, ovviamente, è necessario un qualche tipo di alloggio per i miei figli”, ha spiegato. “Mi piacerebbe morire su Marte. Ma non in un impatto“.

Seguici su TwitterFacebook e Telegram

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

In Tendenza

BYD Dolphin Stile, Prestazioni e Sostenibilità in un’Auto Elettrica Compatta

Introduzione Nell'era moderna, la sostenibilità non è solo una scelta,...

Vacanze Sarde: le migliori cose da fare e da vedere a Olbia

Quando si pensa alle vacanze estive, difficilmente non si...

Offerte Amazon: macchine da caffè super scontate!

Per le offerte Amazon di oggi voglio proporti le...

Ramses: la missione di difesa planetaria verso Apophis

Il programma Space Safety dell'ESA ha ricevuto l'autorizzazione a...

TeraNet: laser spaziali per velocità internet 1000x

La 'TeraNet' della University of Western Australia, una rete...

Fusione nucleare: energia del futuro ma non del presente

La fusione nucleare è la fonte di energia più...

Articoli correlati

Popular Categories