13.7 C
Rome
mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeEconomia e FinanzaPerché il prezzo di Bitcoin e di altre criptovalute sta diminuendo?

Perché il prezzo di Bitcoin e di altre criptovalute sta diminuendo?

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Il prezzo del Bitcoin è sceso fino al 29% mercoledì dopo che la China Banking Association ha avvertito le banche membri dei rischi associati alle valute digitali. Anche altre valute digitali hanno subito forti cali.

La volatilità di Bitcoin era in piena evidenza: il calo si era ridotto al di sotto del 10% nel primo pomeriggio di negoziazione. Bitcoin ha perso circa il 40% del suo valore dal 13 aprile quando ha raggiunto un massimo di oltre 64.606 $ per moneta.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Prima di mercoledì, la decisione di Tesla di non accettare la valuta digitale come pagamento per le auto, insieme alle preoccupazioni per una regolamentazione più severa delle valute digitali, erano i principali fattori del declino. Il prezzo è ancora aumentato di circa il 31% nel 2021 e di quasi il 300% rispetto a un anno fa.

Ecco uno sguardo al Bitcoin e alle valute digitali in generale:

Cosa è successo al prezzo?

Mercoledì, una dichiarazione pubblicata sul sito web dell’Associazione bancaria cinese ha affermato che le istituzioni finanziarie dovrebbero “astenersi risolutamente” dal fornire servizi utilizzando valute digitali a causa della loro volatilità.

Praticamente ogni criptovaluta è crollata dopo la dichiarazione del gruppo industriale. Secondo Coindesk, Bitcoin è crollato a $ 30.202 prima di recuperare a $ 38.038, in calo del 12%. La maggior parte delle criptovalute ha perso tra il 7% e il 22% del proprio valore e le azioni di Coinbase sono scese del 5,4%.

Il valore di Bitcoin può cambiare di migliaia di dollari in un breve periodo di tempo. L’ultimo giorno di negoziazione del 2020, Bitcoin ha chiuso poco meno di $ 30.000. A metà aprile, ha flirtato con $ 65.000. Successivamente il prezzo è rimbalzato, con alcune oscillazioni notevoli, prima di prendere una svolta decisamente negativa la scorsa settimana.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Come funziona Bitcoin

Bitcoin è una valuta digitale che non è legata a una banca o al governo e consente agli utenti di spendere denaro in modo anonimo. Le monete vengono create dagli utenti che le “estraggono” prestando potenza di calcolo per verificare le transazioni di altri utenti. Ricevono Bitcoin in cambio. Le monete possono anche essere acquistate e vendute negli exchange in cambio di valuta FIAT. Alcune aziende accettano Bitcoin come pagamento e un certo numero di istituzioni finanziarie lo consente nei portafogli dei propri clienti, ma l’accettazione generale è ancora limitata.

I bitcoin sono fondamentalmente linee di codice del computer che vengono firmate digitalmente ogni volta che viaggiano da un proprietario all’altro. Le transazioni possono essere effettuate in modo anonimo, rendendo la valuta popolare tra i libertari, gli appassionati di tecnologia, gli speculatori e i criminali.

I bitcoin devono essere archiviati in un portafoglio digitale, online tramite un exchange come Coinbase o offline su un disco rigido utilizzando un software specializzato. Secondo Coinbase, ci sono circa 18,7 milioni di Bitcoin in circolazione e solo 21 milioni esisteranno mai. La ragione di ciò non è chiara e nessuno sa dove siano tutti i Bitcoin.

Il ruolo di Elon Musk

Musk ha annunciato a febbraio che la sua azienda di auto elettriche Tesla aveva investito $ 1,5 miliardi in Bitcoin. A marzo, Tesla ha iniziato ad accettare Bitcoin come pagamento. Quelle azioni hanno contribuito alla rincorsa del prezzo di Bitcoin e Musk, inoltre, promosso la valuta digitale Dogecoin, che è aumentata di valore.

Tuttavia, Musk ha invertito la rotta in breve tempo, dicendo la scorsa settimana che Tesla avrebbe smesso di accettare Bitcoin a causa del potenziale danno ambientale che può derivare dall’estrazione di Bitcoin. L’annuncio ha fatto scendere Bitcoin sotto i $ 50.000 e ha dato il via alle vendite sulla maggior parte delle criptovalute.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Un certo numero di fan di Bitcoin ha respinto il ragionamento di Musk. Il collega miliardario Mark Cuban ha affermato che l’estrazione dell’oro è molto più dannosa per l’ambiente rispetto all’estrazione di Bitcoin.

Uno studio del 2019 della Technical University di Monaco e del Massachusetts Institute of Technology ha rilevato che la rete Bitcoin genera una quantità di CO2 simile a quella di una grande città occidentale o di un intero paese in via di sviluppo come lo Sri Lanka. Ma uno studio dell’Università di Cambridge lo scorso anno ha stimato che in media il 39% del mining di criptovalute “proof-of-work” è stato alimentato da energia rinnovabile, principalmente energia idroelettrica.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Ma alcune aziende stanno usando Bitcoin?

La società di pagamenti digitali Square e il suo CEO Jack Dorsey – CEO anche di Twitter – sono stati grandi sostenitori di Bitcoin. Overstock.com accetta anche Bitcoin e, a febbraio, BNY Mellon, la più antica banca degli Stati Uniti, ha affermato che includerà valute digitali nei servizi che fornisce ai clienti. E Mastercard ha comunicato che inizierà a supportare “selezionate criptovalute” sulla sua rete.

Bitcoin è diventato abbastanza popolare e più di 300.000 transazioni si verificano in genere in un giorno medio, secondo il sito del portafoglio Bitcoin blockchain.info. Tuttavia, la sua popolarità è bassa rispetto ai contanti e alle carte di credito.

C’è scetticismo su Bitcoin?

Sì, in abbondanza. Tracciare il prezzo di Bitcoin è ovviamente più facile che cercare di capire il suo valore, motivo per cui così tante istituzioni, esperti e commercianti sono scettici su di esso e sulla criptovaluta in generale. Le valute digitali erano viste come sostituti della carta moneta, ma finora non è successo. 

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha affermato che la banca centrale preferisce chiamare le criptovalute “asset crittografici”, perché la loro volatilità mina la loro capacità di immagazzinare valore, una funzione fondamentale di una valuta.

Mentre alcune banche e società di servizi finanziari stanno entrando in gioco, altre stanno alla larga.

Una svendita di valuta digitale potrebbe causare danni economici più ampi?

I regolatori non sono molto preoccupati per un possibile crollo delle valute digitali che trascina verso il basso il resto del sistema finanziario o dell’economia.

Anche con il recente sell-off, le valute digitali hanno un valore di mercato di circa $ 1.5 trilioni, secondo il sito coinmarketcap.com. Ma ciò impallidisce rispetto al mercato azionario $ 46,9 trilioni, $ 41,3 trilioni di mercato immobiliare residenziale e quasi $ 21 trilioni di mercato del Tesoro all’inizio dell’anno.

La Banca centrale europea ha dichiarato mercoledì che il rischio che le criptovalute influiscano sulla stabilità del sistema finanziario sembra “limitato al momento”. In gran parte, questo perché non sono ancora ampiamente utilizzate per i pagamenti e le istituzioni sotto la sua competenza hanno ancora poca esposizione con gli strumenti crittografati.

All’inizio di questo mese, la Federal Reserve ha affermato che un sondaggio sui contatti di mercato ha rilevato che circa una criptovaluta su cinque citata rappresenta un potenziale shock per il sistema nei prossimi 12-18 mesi. Questa è una svolta rispetto all’autunno, quando un sondaggio simile non ha trovato nessuno che menzionasse le criptovalute.

Quanta supervisione c’è?

I funzionari di Washington hanno parlato di più di regolamentare le valute digitali e le preoccupazioni per una mano più pesante hanno avuto un ruolo nel recente calo dei prezzi.

Gary Gensler, che ha assunto la presidenza della Securities and Exchange Commission il mese scorso, ha affermato che i mercati delle criptovalute trarrebbero vantaggio da una maggiore supervisione per proteggere gli investitori.

In un’audizione davanti alla commissione per i servizi finanziari della Camera all’inizio di questo mese, Gensler ha detto che né la SEC né la Commodity Futures Trading Commission hanno ancora un “quadro normativo” per il trading sugli exchange di criptovaluta. Secondo lui, il Congresso dovrà affrontare la questione perché “non c’è davvero protezione contro la frode o la manipolazione”.

Come è nato Bitcoin

È un mistero. Bitcoin è stato lanciato nel 2009 da una persona o un gruppo di persone che operano sotto il nome di Satoshi Nakamoto. Bitcoin è stato quindi adottato da un piccolo gruppo di appassionati. Nakamoto è uscito sparito quando il bitcoin ha iniziato ad attirare l’attenzione. Ma i sostenitori dicono che non importa: la valuta obbedisce alla propria logica interna.

Nel 2016, un imprenditore australiano si è fatto avanti e ha affermato di essere il fondatore di Bitcoin, solo per dire giorni dopo che non aveva “il coraggio” di pubblicare la prova che lo è. Da allora nessuno ha rivendicato il credito per la valuta.

Articoli più letti