Patriots vs Kinzhal, chi sta vincendo?

L'Ucraina afferma di aver abbattuto tutti i 18 missili in arrivo durante un raid aereo di lunedì notte su Kiev. La Russia afferma di aver abbattuto tutti i suoi obiettivi, compresa una batteria di patriot. Chi sta dicendo la verità?

0
615
Patriots vs Kinzhal, chi sta vincendo?
Patriots vs Kinzhal, chi sta vincendo?

Nella notte dello scorso 15 maggio, la Russia ha lanciato una raffica di droni e missili contro la capitale ucraina, inclusi sei dei suoi nuovissimi Kinzhal, missili pubblicizzati come armi ipersoniche inarrestabili.

Quello che è successo dopo è una questione di rivendicazioni e contro-rivendicazioni. Secondo l’Ucraina, i suoi difensori hanno abbattuto tutti i 18 missili in arrivo durante il blitz con l’aiuto dei sistemi missilistici Patriots forniti dagli Stati Uniti. Secondo la Russia, tutti i bersagli assegnati sono stati colpiti, inclusa una batteria di Patriots, colpita da un Kinzhal.

missile kinzhal in una mostra che mostra resti di missili e droni che la russia ha usato per attaccare kyiv il 12 maggio 2023
Missile Kh-47M2 Kinzhal in una mostra che mostra resti di missili e droni che la Russia ha utilizzato per attaccare Kiev il 12 maggio 2023 a Kiev, in Ucraina. Frammenti di vari tipi di armi sono attualmente oggetto di studio presso l’Istituto di ricerca scientifica di competenza forense di Kiev. – Immagini Getty
Entrambe le parti, da quando sono in guerra, fanno molta propaganda e finora ci sono poche prove concrete per confermare le loro storie. Tuttavia, funzionari statunitensi anonimi hanno detto all’agenzia Reutersche un sistema Patriot è stato effettivamente danneggiato, ma non distrutto, e stavano aspettando una valutazione completa. La valutazione , secondo fonti citate dalla CNN, era che il danno fosse “minore” e che il sistema non avrebbe avuto bisogno di essere rimosso per le riparazioni.
Insomma, cosa è successo davvero?

La prima vittima

La confusione non è sorprendente. Jeffrey Lewis, Ph.D, del James Martin Center for Nonproliferation Studies di Monterey, in California, ed editore fondatore di ArmsControlWonk.com dice che ci sono una serie di informazioni confuse, confermando il vecchio adagio che “la verità è la prima vittima in guerra”.

Nel 1991, gli Stati Uniti dichiararono di aver intercettato tutti i missili [di Saddam Hussein] [durante la Guerra del Golfo]. In seguito abbiamo scoperto che non era vero”, spiega Lewis. “Mi aspetto che gli ucraini affermino di aver intercettato tutti gli attacchi missilistici russi”.

Inoltre, gli stessi ucraini non sanno necessariamente cosa sia successo. Le loro informazioni provengono da ciò che hanno visto sullo schermo radar durante l’intercettazione effettuata dalla batteria missilistica Patriot PAC-3 .



frammenti di un missile russo abbattuto giacciono a terra a kyiv ucraina
Frammenti di un missile russo abbattuto giacciono a terra il 16 maggio 2023 a Kiev, in Ucraina. Dal maggio 2023, la Russia ha intensificato i bombardamenti sull’Ucraina, in particolare sulla capitale ucraina. Nella notte del 16 maggio, le truppe russe hanno effettuato l’ottavo attacco a Kiev dall’inizio del mese, sferrando un complesso attacco simultaneo da diverse direzioni, utilizzando droni kamikaze, oltre a missili da crociera e balistici. Immagini Getty

“Il PAC-3 riporta di aver intercettato un missile, ma non lo sa davvero. Tutto quello che sa è che ha tracciato qualcosa e si è avvicinato abbastanza da distruggerlo. Ha tracciato la cosa giusta? L’ha davvero distrutto?” dice Lewis. “Tutto quello che può dire è se pensa di essere volato verso la cosa indicata dal radar e di averlo colpito“.

La situazione è ulteriormente complicata dal fatto che il Kinzhal, come il missile Iskander da cui deriva, trasporta esche. Lo sappiamo dal relitto di un Kinzhal di un precedente attacco , che l’Ucraina ha abbattuto e messo in mostra. Le esche vengono rilasciate ad alta quota e sono destinate a sembrare missili in arrivo. Mentre gli operatori Patriot possono credere di poter distinguere le esche dalla realtà, l’unico modo per essere sicuri è raccogliere i detriti, non facile in una città che ha già subito molti attacchi missilistici.

Patriots vs Kinzhal

sistemi missilistici patriot
Batteria di issili Patriot – Immagini Getty

Allo stesso modo, non sappiamo come sia stato danneggiato il sistema Patriot. Sembra improbabile che abbia subito un colpo diretto da un Kinzhal, che trasporta una testata esplosiva da una tonnellata. Il missile potrebbe essere stato intercettato con successo, ma a causa della sua velocità di un miglio al secondo, alcuni detriti hanno colpito ugualmente l’area bersaglio. Tali frammenti di metallo ad alta velocità perforano tutto ciò che non è fortemente protetto.

Il sistema Patriot completo comprende diversi lanciatori, sistemi radar, il sistema di controllo dell’innesto (un camion pieno di computer) e un camion generatore con due generatori da 150 kilowatt, oltre ad altri veicoli di supporto. Una pioggia di schegge potrebbe aver causato danni scomodi ma riparabili a uno qualsiasi di questi elementi.

E mentre la Russia vorrebbe rivendicare il successo del Kinzhal, presumibilmente l’arma più avanzata nel suo attuale arsenale, in realtà potrebbe non avere idea di cosa abbia causato il danno. L’Ucraina potrebbe anche aver inavvertitamente colpito il proprio sistema Patriot con un missile di difesa aerea malfunzionante di un altro lanciatore, che già in precedenza ha causato vittime di “fuoco amico” in questo conflitto.

Lewis avverte di non prestare troppa attenzione ai dettagli forensi dell’unico incidente.

Niente di tutto questo ha davvero importanza“, afferma Lewis. “La domanda è quanta difesa, nel tempo, forniscono questi sistemi ed a quale costo? Ogni singolo impegno non risponde davvero alla domanda se i sistemi stiano fornendo una misura significativa di difesa a un buon costo o se tali risorse debbano essere spese per altre funzionalità. Un successo o un fallimento è solo un aneddoto”.

Lewis afferma che servono solide prove statistiche per dimostrare se i patrioti stiano davvero intercettando i Kinzhal e con quale percentuale di successo. Alcuni testimoni affermano che durante l’attacco furono lanciati decine di missili.

Il compito più importante è sollecitare il [governo degli Stati Uniti], nel tempo, a raccogliere dati accurati che possano essere valutati in modo indipendente, per vedere se questi sistemi funzionano bene o meno“, afferma Lewis.

aereo d'attacco mig31k dell'aeronautica russa con atterraggio missilistico kinzhal a zhukovsky, russia
Aereo d’attacco MiG-31K dell’aeronautica russa con missile Kinzhal, Zhukovsky, Russia. – Immagini Getty

Il rapporto tra il numero di missili in arrivo e il numero di intercettori necessari per abbatterli è molto importante per gli analisti della difesa. E ancora più importante per la gente di Kiev: sono disponibili abbastanza missili patriots per fermare tutto ciò che la Russia lancia contro di loro?

Nel frattempo, Putin sta probabilmente ascoltando i suoi militari dare la sua versione di quanto sia efficace il Kinzhal e decidere a chi dare la colpa.

Conclusioni

Per quanto riguarda ciò che è accaduto il 15 maggio, stiamo ancora aspettando prove concrete di ciò che è stato esattamente abbattuto e dettagli sui danni a terra. Un funzionario statunitense ha detto a Reuters che potranno avere una migliore comprensione nei prossimi giorni e che “le informazioni potrebbero cambiare nel tempo“.

Secondo quanto riferito, la Russia ha pochissimi Kinzhal, da qui la sua dipendenza da droni iraniani economici per bombardare l’Ucraina. Ma Mosca ne ha sicuramente qualcuna in più in magazzino, e ci saranno probabilmente ulteriori round nella gara Patriot vs. Kinzhal.

2