Obesità: 5 cattive abitudini alimentari da evitare

Anche il mangiare di fretta è una delle cause più comuni che contribuisono all'obesità: ingrassare può portare a gravi malattie

0
311

L’obesità è uno dei mali che più attanagliano gli abitanti dei paesi sviluppati. Troppo benessere a volte porta anche malanni, come quelli relativi al sovrappeso e ad eventuali malattie, talvolta gravi. Se lottate con il vostro peso, la scelta potrebbe non essere solo delle cattive scelte alimentari.

È anche il modo in cui voi mangiate. Scegliete saggiamente ciò che mettete nel piatto, ma imparate anche a mangiare in modo da massimizzare i benefici di sazietà che ottenete dalla vostra dieta. Qui di seguito presentiamo cinque cattive abitudini alimentari proposte da Scitechdaily.com, che possoo devastare i vostri piani di perdita di peso.

Obesità, 5 cattive abitudini: mangiare di corsa

Mangiare di corsa è un’abitudine comune che può portare ad un aumento di peso nel tempo. Quando mangiate di corsa, prendete cibi pronti che potete divorare in fretta e raramente sono una scelta salutare. Meglio evitare i cosiddetti fast food che possono essere costosi rispetto alla preparazione dei pasti a casa. Nonostante la credenza popolare che il fast food sia economico, potete preparare un pasto più sano a casa con meno. Inoltre, pagherete per quel pasto da fast food a bassa nutrizione in seguito con cattive condizioni di salute.

Mangiare guardando la tv

Guardate il vostro show televisivo preferito o lavorate davanti al pc mentre mengiate? ali abitudini possono espandere il vostro giro vita e ridurre la soddisfazione che potreste provate da un pasto. Potreste anche mangiare il vostro cibo senza assaggiarlo realmente! Tutti abbiamo cattive abitudini di cui non siamo orgogliosi, ma non hanno bisogno di rimanere tali.

Il consiglio è quello di sedervi a un tavolo quando mangiate. Non mangiate  davanti alla televisione o allo schermo del computer. Se possibile, create uno spazio specifico per consumare i pasti, lontano da attività dinanzi allo schermo. Mentre mangiate, inoltre, cercate di non controllare la posta elettronica.



Le dimensioni dei piatti contano

a ricerca mostra che le dimensioni del piatto o della ciotola da cui mangiate possono influenzare la quantità di cibo che assimilate. Se mangiate con stoviglie più grandi, il cibo sembra più piccolo sul piatto e ti senti come se steste mangiando di meno. Se volete ridurre l’apporto calorico senza soffrire i morsi della fame, prova ad apparecchiare la tua tavola con piatti più piccoli. Scegliete inoltre i colori sosso, arancione e giallo per i vostri piatti: colori vivaci e stimolanti che stimolano l’appetito, mentre blu, verde o marrone hanno meno probabilità di ravvivare l’appetito.

Cenare fuori con gli amici

I risultati della ricerca suggeriscono che le persone consumano più calorie mentre cenano con gli altri rispetto a quando mangiano da sole. Come mai? Quando mangiate con i vostri amici, vi concentrate di meno sul cibo perché siete distratti dalla conversazione e vi divertite a rievocare i bei momenti del passato. Inoltre, con gli eventi sociali, è più probabile che voi giustifichiate l’ordinazione di un dessert ipercalorico o sorseggiando una bevanda alcolica ipercalorica. Potreste ritenere che previsto o socialmente accettabile consumare più calorie al ristorante che a casa.

Esorcizzare lo stress mangiando

Ci siamo passati tutti: siete in una situazione stressante e tutto ciò che desiderate è cibo per rinfrancar lo spirito. Forse è una gigantesca coppa di gelato o un piatto di patatine fritte. Ma ecco il punto: esorcizzare la vostra frustrazione con il cibo non vi farà sentire meglio! Questa abitudine può anche causare aumento di peso. Mangiare cibi ipercalorici quando siete stressati può aumentare i livelli di zucchero nel sangue, aumentare la produzione di insulina e dire al tuo corpo di immagazzinare grasso piuttosto che bruciarlo. Ciò significa che invece di perdere peso perché siete stressati dal lavoro, potreste iniziare a ingrassare a causa dello stress!

2