NASA: iniziati i test per il rover lunare pressurizzato

Astronauti americani e giapponesi hanno recentemente testato il prototipo del rover con un viaggio di tre giorni nel deserto dell'Arizona

0
1878
NASA: iniziati i test per il rover lunare pressurizzato
NASA: iniziati i test per il rover lunare pressurizzato

La missione Artemis, che mira a riportare gli astronauti sulla Luna, si prepara a mettere a posto un altro tassello testando il rover per l’esplorazione della superficie lunare.

La NASA ha collaborato con la Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) per testare un prototipo di rover lunare pressurizzato, destinato ad ospitare gli astronauti durante il soggiorno sulla Luna, nel deserto dell’Arizona settentrionale in ottobre, come parte di un piano per preparare il rover per Artemis VII nel 2030.

Il test è stato condotto dal programma Desert Research and Technology Studies (Desert RATS) della NASA, che testa la tecnologia al Black Point Lava Flow vicino a SP Crater. I ricercatori si sono concentrati sulla “conduzione di operazioni rover pressurizzate“, un elemento chiave delle future missioni Artemis.

Il deserto dell’Arizona possiede molte caratteristiche analoghe a un ambiente lunare, tra cui terreno impegnativo, geologia interessante e infrastrutture di comunicazione minime“, afferma la NASA , “tutte cose che gli astronauti sperimenteranno vicino al Polo Sud lunare durante le missioni Artemis“.

artemide
OLIVIER TOURON // Getty Images

Dall’11 al 22 ottobre, tre equipaggi di due persone – due astronauti e un esperto JAXA dal Giappone e due astronauti e un ingegnere della NASA – hanno ruotato vivendo e operando con il rover pressurizzato per periodi di tre giorni, inclusa la conduzione di passeggiate lunari simulate. La missione aveva lo scopo di raccogliere dati sul design del rover, la configurazione della cabina, le modalità di guida, i vincoli temporali e le operazioni della missione per supportare potenziali concetti di progettazione per futuri rover pressurizzati.

Il progetto richiede che gli astronauti possano vivere e lavorare comodamente all’interno del rover per un lungo periodo di tempo, uscendo periodicamente dal veicolo per raccogliere campioni o condurre esperimenti. Il rover pressurizzato funzionerà come una mini base in cui gli astronauti potranno vivere mentre sono lontani dal campo base lunare permanente che la NASA sta progettando di costruire. C’è anche un altro rover più piccolo progettato per la missione Artemis, che la NASA ha soprannominato “veicolo del terreno lunare“, per rendere ancora più facile viaggiare sulla superficie della Luna, ma non è pressurizzato.



I rover pressurizzati saranno come veicoli ricreativi“, afferma la NASA , “che ospiteranno in sicurezza gli astronauti per settimane alla volta, con tutta l’aria, l’acqua, il cibo, le attrezzature per l’igiene e gli strumenti di cui avranno bisogno durante il loro viaggio attraverso la superficie lunare“.

Insomma, un camper lunare ultratecnologico.

la nasa testa il suo prototipo di rover lunare per le missioni artemis
OLIVIER TOURON // Getty Images
Il sito dell’Arizona settentrionale è stato usato come simulazione della Luna sin dai test Apollo negli anni ’60. La composizione rocciosa simile alla lava e il paesaggio desolato lo rendono il campo di allenamento perfetto per le condizioni che gli astronauti dovranno affrontare sulla Luna.

Per il prototipo del rover lunare pressurizzato, i progettisti dovevano imparare a mantenere gli astronauti al caldo e l’elettronica al fresco, il tutto consentendo agli astronauti di vivere e lavorare all’interno. Il rover deve disporre di fonti di energia autosufficienti, affidandosi all’energia solare per ricaricare la batteria di bordo. Con una durata prevista di 10 anni, gli ingegneri devono determinare la migliore configurazione per le batterie e le capacità di ricarica.

artemide
OLIVIER TOURON // Getty Images

Il team ha creato diversi scenari per mettere alla prova l’alimentazione del rover per “vedere quale di questi pone il vincolo di progettazione più difficile sul veicolo e quindi progettare attorno a quello“, ha detto a PBS Jim Free, amministratore associato per lo sviluppo dei sistemi di esplorazione presso la NASA.

Il progetto del prototipo prevedeva una parte anteriore finestrata del veicolo simile a un furgone con sei ruote funzionanti in modo indipendente, che consente al veicolo di aggirare le rocce muovendosi come un granchio o di girare in cerchi stretti. Il pilota aziona il rover con un joystick. Ha anche un sistema di guida automatica per stare al passo con gli astronauti che sono usciti dal rover per condurre esperimenti.

artemide
OLIVIER TOURON // Getty Images
Gli Stati Uniti stanno collaborando con il Giappone, che potrebbe finire per essere l’agenzia responsabile della fornitura del rover lunare pressurizzato, e prevede di avere un progetto definitivo entro il 2023. Il progetto potrà quindi essere inviato a un appaltatore per la realizzazione.
2