Monotremi: scoperte 3 nuove specie in Australia

Scoperte a Lightning Ridge, in un viaggio di 100 milioni di anni

I monotremi, creature affascinanti e misteriose del regno animale, rappresentano uno degli enigmi più intriganti della biologia evolutiva, ma come mai?

Questi mammiferi unici, noti per la loro capacità di deporre le uova, hanno catturato l’immaginazione degli scienziati e del pubblico per decenni, con l’ornitorinco e le diverse specie di echidna che sono gli unici rappresentanti viventi di questo gruppo, ma la recente scoperta di nuove specie fossili ha gettato nuova luce sulla loro storia evolutiva.

monotremi

La formazione geologica di Lightning Ridge in Australia, famosa per i suoi spettacolari opali, ha rivelato tre nuove specie di monotremi, portando a sei il numero totale di specie identificate in questa regione risalenti a circa 100 milioni di anni fa; queste scoperte sono significative non solo per la loro rarità ma anche per ciò che rivelano sulla diversità passata dei monotremi, un tempo molto più ampia di quanto si pensasse.

Il contesto geologico e paleontologico di Lightning Ridge offre una finestra unica sul passato, mostrando un’Australia molto diversa da quella attuale, dominata da marsupiali. La scoperta di queste nuove specie suggerisce che, in un’epoca lontana, i monotremi erano molto più diffusi e vari di quanto non lo siano oggi, ed il professor Kris Helgen dell’Australian Museum insieme al professor Tim Flannery hanno sottolineato l’importanza di queste scoperte, paragonandole alla scoperta di una “civiltà completamente nuova”.

Le 3 nuove specie di monotremi

Tra le nuove specie scoperte, l’Opalios splendens si distingue per le sue caratteristiche distintive che lo collocano in una posizione evolutiva unica, precedente all’antenato comune dei monotremi attuali. La sua anatomia suggerisce una somiglianza con l’ornitorinco, ma con tratti più vicini a un echidna, guadagnandosi il soprannome di “echidnapus”.

Questa specie rappresenta un tassello cruciale per comprendere l’evoluzione dei monotremi e la loro relazione con le specie viventi.

Il Dharragarra aurora, è un altro fossile significativo, identificato come il più antico tipo di ornitorinco, mentre il Parvopalus clytiei, il più piccolo dei fossili di mammifero trovati a Lightning Ridge, rimane un mistero a causa della limitata quantità di resti disponibili. Queste scoperte evidenziano il percorso evolutivo dei monotremi, che sembra aver seguito una traiettoria diversa da quella degli altri mammiferi, in particolare nel passaggio da una dentatura completa a una ridotta o assente.

monotremi

La storia evolutiva dei monotremi solleva molte domande, ad esempio, il perché dopo la scomparsa dei dinosauri non aviari, i mammiferi teriiformi hanno sfruttato l’opportunità di evolversi in una miriade di forme e dimensioni, mentre i monotremi sono rimasti relativamente invariati? Helgen suggerisce che ci potrebbe essere un fattore limitante la flessibilità evolutiva dei monotremi, ma la natura di questo fattore rimane un mistero.

Un altro interrogativo riguarda la distribuzione geografica dei monotremi, perché hanno stabilito una presenza significativa in Australia ma non altrove? Fossili di monotremi sono stati trovati anche in Sud America, ma sembra che non abbiano prosperato lì come in Australia, per di più potrebbero esserci stati monotremi in Antartide, che all’epoca fungeva da ponte tra i due continenti, ma le difficoltà logistiche hanno impedito finora di saperne di più.

Lightning Ridge, ora un ambiente caldo e secco, un tempo era ricoperto da foreste lussureggianti e ospitava una biodiversità che oggi possiamo solo immaginare. Con solo un osso o un dente per ciascuna delle quattro specie scoperte, è probabile che ci siano ancora molti segreti da svelare, tuttavia le tre nuove specie, descritte nella rivista Alcheringa: An Australian Journal of Paleontology, sono solo l’inizio di ciò che potrebbe essere una serie di scoperte rivoluzionarie che potrebbero riscrivere ciò che sappiamo sui monotremi e sulla loro storia evolutiva.

monotremi

Una storia fitta di peculiarità

Proseguendo, esaminiamo più da vicino le caratteristiche distintive dei monotremi e il loro significato evolutivo. I monotremi sono noti per essere mammiferi ovipari, una caratteristica che li distingue nettamente dai marsupiali e dai mammiferi placentati, una modalità di riproduzione, insieme ad altre peculiarità anatomiche e fisiologiche, che pone i monotremi in una posizione unica nell’albero della vita.

La scoperta di nuove specie fossili a Lightning Ridge non solo aumenta la diversità conosciuta dei monotremi ma offre anche indizi preziosi sulle loro strategie di sopravvivenza in un mondo dominato dai dinosauri, per l’appunto la capacità di questi mammiferi di prosperare in nicchie ecologiche specifiche, evitando la competizione diretta con i dinosauri, potrebbe essere stata una chiave del loro successo iniziale.

L’analisi dei fossili suggerisce che i monotremi antichi possedevano una varietà di adattamenti che li rendevano idonei a diversi ambienti e stili di vita, ad esempio, la struttura delle loro mascelle e denti indica che avevano diete specializzate, che potevano variare dall’insettofagia alla carnivoria.

Questa diversità alimentare potrebbe aver permesso ai monotremi di esplorare e sfruttare risorse che altri mammiferi dell’epoca non potevano.

La persistenza di tratti ancestrali nei monotremi moderni, come l’ornitorinco e l’echidna, è un altro aspetto affascinante, per l’appunto,  nonostante i cambiamenti climatici e geologici che hanno trasformato gli habitat e le comunità ecologiche, questi mammiferi hanno mantenuto molte delle loro caratteristiche primitive. Ciò solleva domande sulla loro capacità di adattamento e sulla resilienza di certe strategie evolutive.

La ricerca sui monotremi fossili di Lightning Ridge ha anche implicazioni per la comprensione della biogeografia dei mammiferi, e la presenza di questi animali in Australia, e la loro apparente assenza in altre parti del mondo durante lo stesso periodo, suggerisce che l’Australia potrebbe essere stata un rifugio per i monotremi, permettendo loro di evolversi indisturbati. Questo potrebbe spiegare perché i monotremi sono così distintivi e perché hanno mantenuto tratti che altrove sono stati persi o superati da altre forme di vita.

monotremi

 

Oltre a quanto precedentemente detto, la scoperta di fossili di monotremi in Sud America apre la possibilità che questi mammiferi abbiano avuto una distribuzione molto più ampia in passato, forse estendendosi attraverso l’antico supercontinente Gondwana, tuttavia la loro storia evolutiva in queste regioni rimane oscura, e ulteriori ricerche potrebbero rivelare come si sono adattati e perché alla fine sono scomparsi da questi luoghi.

La conservazione dei monotremi moderni è un argomento di grande importanza, questo perché con la crescente pressione antropica e i cambiamenti climatici, è fondamentale comprendere come questi animali unici si siano adattati nel corso della storia per poter formulare strategie di conservazione efficaci, per l’appunto studi come quelli condotti a Lightning Ridge non solo arricchiscono la nostra conoscenza della biodiversità passata ma forniscono anche le basi per proteggere le specie attuali.

In conclusione, i monotremi di Lightning Ridge rappresentano un capitolo affascinante nella storia della vita sulla Terra, con le loro storie fossili che ci offrono uno sguardo prezioso sul passato e ci sfidano a considerare come la vita si evolve e si adatta in risposta a un mondo in costante cambiamento. Mentre continuiamo a scoprire e studiare questi resti antichi, possiamo aspettarci di imparare ancora di più sui misteri dell’evoluzione e sulla resilienza della vita in tutte le sue forme meravigliose.

Se sei attratto dalla scienzadalla tecnologia, o vuoi essere aggiornato sulle ultime notiziecontinua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

Articoli più letti

Related articles

2 Comments