Marte ha più asteroidi potenzialmente pericolosi rispetto alla Terra

Un team di astronomi dell’Università di Nanchino ha trovato prove che probabilmente Marte ha più asteroidi potenzialmente pericolosi sul suo percorso rispetto alla Terra

0
239
Marte

Un team di astronomi dell’Università di Nanchino ha trovato prove che probabilmente Marte ha più asteroidi potenzialmente pericolosi sul suo percorso rispetto alla Terra.

Marte
Attualmente si sta lavorando molto per cercare di identificare gli oggetti vicini alla Terra (NEO), asteroidi o comete, che potrebbero trovarsi in rotta di collisione con il nostro pianeta. La speranza è che, se si trovasse un grande NEO che potrebbe colpire la Terra, si possa trovare un mezzo per cambiarne la rotta. In questo nuovo studio, il gruppo di ricerca ha esaminato lo stesso possibile pericolo per i futuri esseri umani che vivranno sul Pianeta Rosso

L’impatto di potenziali asteroidi su Marte

Nel loro studio il gruppo ha osservato il numero di asteroidi potenzialmente pericolosi abbastanza grandi da causare un impatto maggiore nel caso in cui colpissero Marte e li ha confrontati con stime simili per la Terra.

Attualmente si sta lavorando molto per cercare di identificare gli oggetti vicini alla Terra (NEO), asteroidi o comete, che potrebbero trovarsi in rotta di collisione con il nostro pianeta. La speranza è che, se si trovasse un grande NEO che potrebbe colpire la Terra, si possa trovare un mezzo per cambiarne la rotta. In questo nuovo studio, il gruppo di ricerca ha esaminato lo stesso possibile pericolo per i futuri esseri umani che vivranno sul Pianeta Rosso.

Marte

Nel loro lavoro, i ricercatori hanno esaminato un sottoinsieme di NEO chiamati asteroidi potenzialmente pericolosi (PHA), che sono abbastanza grandi da causare problemi se colpiscono Marte e che sembrano probabilità di farlo, o almeno di avvicinarsi da vicino.



Lo studio

Osservando i dati dei passati impatti su Marte, compresi i dati sugli asteroidi con un percorso che interseca il pianeta e la sua vicinanza alla fascia degli asteroidi, i ricercatori hanno creato simulazioni che mostrano la frequenza con cui è probabile che i PHA lo colpiscano.

Gli studiosi hanno scoperto che la probabilità che un PHA colpisca Marte è circa da 2,5 a tre volte quella della Terra. Più specificamente, hanno scoperto che ci sono circa 17.000 PHA che potrebbero avvicinarsi o colpirlo, e circa 4.700 sulla Terra.

Marte

Il team ha inoltre indicato che ci siano 52 PHA che probabilmente si trovano in un percorso con Marte che può essere visto dalla Terra. Questo ha dimostrato che se si potesse determinare il momento, dovrebbe essere possibile assistere a una collisione.

Il gruppo di ricerca ha rilevato inoltre che i nuovi telescopi che entreranno in funzione nel prossimo futuro probabilmente forniranno stime molto migliori dei NEO (o NMO, nel caso di Marte) e anche dei PHA per entrambi.

Conclusioni

Gli asteroidi potenzialmente pericolosi (PHA) sono un sottoinsieme speciale di oggetti vicini alla Terra (NEO) che possono avvicinarsi alla Terra e sono abbastanza grandi da causare danni significativi in caso di impatto. Le osservazioni e le ricerche sui PHA terrestri sono in corso da decenni.

Gli studiosi hanno esteso il concetto di PHA a Marte e hanno studiato la fattibilità di rilevare Mars-PHA nel prossimo futuro. Gli esperti di sono concentrati sui PHA che subiscono realmente avvicinamenti ravvicinati con un pianeta (denominati CAPHA) e miriamo a confrontare le quantità effettive di CAPHA terrestri e CAPHA marziane conducendo simulazioni numeriche che incorporano l’effetto Yarkovsky, sulla base dei dati osservati della fascia principale degli asteroidi.

Marte

Il numero stimato di CAPHA terrestri e CAPHA marziani sono rispettivamente 4675 e 16910. La frequenza di occorrenza dei CAPHA su Marte è di circa 52 all’anno, ovvero 2,6 volte quella dei CAPHA sulla Terra, indicando un potenziale significativo per future osservazioni basate su Marte.

Inoltre, si prevede che alcuni Marte-CAPHA saranno osservabili anche dalla Terra nel periodo della prossima opposizione di Marte nel 2025.

Lo studio è stato pubblicato sul server di prestampa arXiv.

2