LOOP: il nuovo concetto di habitat spaziale

LOOP è la nuova stazione spaziale di Airbus, un modulo orbitale multiuso caratterizzato da tre ponti personalizzabili, collegati tra loro da un tunnel che si affaccia su una serra spaziale

0
517
LOOP: il nuovo concetto di habitat spaziale
LOOP: il nuovo concetto di habitat spaziale

Che cos’è LOOP? Beh, è un po’ difficile spiegarlo con poche e semplici parole. Ci stiamo riferendo, del resto, a un nuovo concetto di habitat spaziale.

LOOP è la nuova stazione spaziale di Airbus, un modulo orbitale multiuso caratterizzato da tre ponti personalizzabili, collegati tra loro da un tunnel che si affaccia su una serra spaziale.

In un comunicato stampa, Airbus ha affermato che il suo nuovo design della stazione spaziale potrebbe ospitare fino a otto membri dell’equipaggio e potrebbe essere schierato in orbita, in un solo lancio, dal 2030 in poi.

LOOP: un progetto ambizioso destinato a fare scuola (e anche la storia)

LOOP è stato progettato per adattarsi alla carenatura del sistema di lancio Starship di SpaceX, che di recente ha eseguito il suo primo test di volo, così come a quello di altri razzi superpesanti in arrivo. Pertanto, la stazione spaziale potrebbe essere dispiegabile e operativa con un solo lancio. 

Una caratteristica distintiva della stazione spaziale LOOP di Airbus è un ponte centrifugo che le consentirebbe di produrre gravità artificiale, il che significa che i membri dell’equipaggio potrebbero entrare nel ponte per una tregua temporanea dalle condizioni di microgravità. Ciò potrebbe aiutare a contrastare alcuni degli effetti negativi ben documentati della microgravità sulla salute dei membri dell’equipaggio della stazione spaziale.



LOOP presenta anche numerose abitazioni e, inoltre, una serra orbitale. Airbus ha spiegato che il suo design consente ai membri dell’equipaggio più spazio interno rispetto ad altre stazioni spaziali. “L’Airbus LOOP è progettato per rendere i soggiorni a lungo termine nello spazio confortevoli e piacevoli per i suoi abitanti, supportando allo stesso tempo operazioni efficienti e sostenibili”, ha affermato Airbus nella dichiarazione.

Si basa su tutto ciò che è stato appreso nel corso dei decenni e sfrutta appieno il potenziale delle tecnologie di domani per supportare al meglio il futuro dell’umanità nello spazio: in orbita terrestre bassa o lunare o in missioni a lungo termine su Marte”

Potrebbe andare in orbita nel 2030

Airbus ha dichiarato che LOOP potrebbe essere pronto per entrare in orbita a partire dal 2030, all’incirca nello stesso periodo in cui la Stazione spaziale internazionale (ISS) dovrebbe terminare le sue operazioni. La NASA ha cercato successori della ISS e ha fornito finanziamenti per lo sviluppo della stazione Starlab di Nanoracks e della stazione Orbital Reef di Blue Origin.

Sebbene LOOP non sarà la prima stazione spaziale privata ad andare in orbita (Nanoracks e altri mirano a sollevare le loro stazioni orbitali entro la fine di questo decennio) potrebbe essere la prima stazione a produrre gravità simulata utilizzando un modulo centrifugo simile alla fantascienza. 

Alla conquista dello spazio 

E mentre attendiamo che LOOP divenga una realtà, c’è da dire che la conquista dello spazio continua, grazie anche al contributo di Elon Musk. Come detto poco prima, il sistema di lancio Starship e Super Heavy di SpaceX ha preso il volo per la prima volta dal sud del Texas il 20 aprile alle 08:33 ora locale. 

L’astronave alta 120 metri (all’incirca delle dimensioni di un edificio di 40 piani) ha fatto una lenta salita dalla rampa di lancio. E poi ha continuato a salire. Tuttavia, non ha raggiunto l’orbita, poiché il sistema di lancio ha iniziato a spiraleggiare circa tre minuti dopo il lancio prima di esplodere in una palla di fiamme.

Da allora SpaceX ha fornito un aggiornamento sui problemi che hanno portato all’esplosione, oltre a tutta una serie di immagini impressionanti. SpaceX ha confermato, tramite un aggiornamento sul suo sito Web, che Starship è salita a un apogeo di ~ 39 km sopra il Golfo del Messico.

FONTE: Interesting Engineering

2