L’incidente di Livingston

Indice

di Oliver melis

L’incidente di Livingston, conosciuto anche come Incidente di Robert Taylor o Dechmont Woods Encounter, è ritenuto da molti ufologi come un esempio molto convincente di un incontro con gli occupanti un UFO. Un caso per molti versi anomalo, ma che se non ci si lascia trasportare dall’entusiasmo può essere spiegato in modo semplice senza tirare in ballo presunte interferenze aliene.

Veniamo ai fatti, oramai accaduti quasi quaranta anni fa. Robert Taylor era impiegato come guardaboschi per la Livingston Development Corporation, con il ruolo di sviluppare quello che all’epoca era conosciuto come Livingston New Town. Era il 9 novembre 1979 e Robert parcheggiò il suo pick-up ai bordi di una strada vicino all’autostrada M8 per poi risalire un sentiero attraverso una zona forestale appena piantumata un po ‘a nord di Dechmont Law.

Robert in seguito riferì di aver visto quella che descriveva come una “cupola volante” del diametro di circa 6 metri, che si librava sopra la foresta all’altezza di una radura a circa 400 metri dal suo pick-up. La cupola era di un colore grigio molto scuro e aveva una flangia esterna con delle braccia su cui erano montate delle eliche. Robert durante l’avvistamento avverti un odore forte e soffocante, come quello dei freni bruciati“.

A quel punto, aggiunse  Taylor, due sfere più piccole lo catturarono e lo trascinarono verso la cupola più grande. Robert durante il tentativo di rapimento perse conoscenza e quando si riprese le piccole sfere e l’oggetto più grande erano scomparsi. Tornato al suo pick-up non riusci ad avviare il motore. Quando Robert Taylor tornò a casa era sporco di fango e aveva gli abiti strappati, sua moglie chiamò un dottore, che curò alcune escoriazioni al mento e alle cosce.

Robert in seguito decise di chiamare la polizia, che riportò Taylor sul luogo de presunto incidente.

Trovarono dei segni sul terreno nei punti in cui Robert Taylor sostenne di avere visto la cupola e altri segni che, presumibilmente, erano stati lasciati dalle sfere più piccole. La polizia registrò l’incidente come un attacco criminale, trasformando l’unico presunto tentativo di rapimento UFO nel Regno Unito nell’oggetto di un’indagine penale.

Per alcuni, l’avvistamento di Livingston e il conseguente contatto con delle presunte entità a forma di sfera è da considerare tra i più chiari avvistamenti UFO mai registrati.

Le spiegazioni però potrebbero essere molto più terrestri: secondo alcuni, l‘avvistamento sarebbe da attribuire a un attacco di epilessia accompagnato da allucinazioni, questo per il semplice fatto che Robert Taylor in precedenza aveva sofferto di meningite.
Nessuno ha dubitato che Robert Taylor, morto nel 2007, credesse sinceramente che ciò che vide fosse reale.

Il modo migliore per raggiungere il sito dell’incidente di Livingston è dal parcheggio appena oltre l’ingresso della Deans Community High School. Questo porta ad un’area aperta che raggiunge il punto più alto in cima alla Dechmont Law. Un buon modo per orientarsi è guardare la scheda informativa “Dechmont UFO Trail” e la mappa vicino al parcheggio. Dopo aver attraversato il fianco di Dechmont Law (la piccola deviazione verso l’alto vale la pena per i panorami) si entra nel bosco di Dechmont e intorno alla fine del campo da golf Deer Park. Buone piste forestali conducono quindi al sito dell’incidente, segnato da una placca attaccata ad una grande roccia dalla Livingston Development Corporation nel 1991.

Le indagini della polizia e degli ufologi, non hanno portato a nessuna spiegazione plausibile e l’incidente è rimasto avvolto nel mistero per molto tempo.

Tempo dopo, un tale Phill Fenton pubblicò un rapporto che forse svela il mistero. Il rapporto, suggerisce che Bob potrebbe aver subito un mini-ictus ed essere stato esposto a sostanze chimiche dannose che lo lasciarono confuso e disorientato.

Phill si è detto convinto che l’UFO visto da Robert Taylor potrebbe essere stato una torre d’acqua nelle vicinanze. “Sono sempre stato affascinato dall’incidente e un giorno ho visto l’oggetto a forma di cupola e mi ha colpito che somigliava molto alla descrizione di Robert Taylor. Più guardavo, più pensavo fosse più che una coincidenza che qualcosa così vicino corrispondesse alla descrizione del cosiddetto UFO.” Fenton Ha aggiunto che le sostanze chimiche utilizzate in quel serbatoio potrebbero aver fatto si che Bob ne abbia subito gli effetti provocandogli delle allucinazioni e che gli strappi sui suoi vestiti corrispondevano alla forma di un recinto di sicurezza vicino alla torre.

In ogni caso, nessuna spiegazione ufficiale è stata accettato per l’episodio e cosa sia realmente successo a Robert Taylor probabilmente resterà per sempre un mistero.

Fonte: dailyrecord.co.uk; mysteriousuniverse.org

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

In Tendenza

Offerte Amazon di oggi: mini frigo portatili super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi vorrei proporti i...

Perseidi: potrai ammirarle nelle notti dell’11 e del 12 agosto 2024

Il miglior spettacolo di meteore dell'estate si verificherà durante...

5 trucchi per crescere su Instagram nel 2024

I social sono il presente e il futuro della...

Le prove dell’allunaggio

A dispetto della propaganda russa, improvvisamente interessata, dopo 50 anni, a sostenere che l'allunaggio sia stato una montatura, e delle competenti parole di campioni dello sport, notoriamente preparati in ingegneria, fisica e astrofisica, siamo stati sulla Luna e abbiamo a disposizione le prove dell'allunaggio, basta avere voglia di esaminarle

Archimede, specchi ustori o palle incendiarie?

Poiché Archimede riuscì realmente a incendiare le navi romane perfezionando armi da getto in grado di lanciare sostanze incendiarie, si è sostenuto che alla base della leggenda degli specchi ustori vi sia un'errata traduzione di una voce greca, che si sarebbe riferita a "sostanze incendiarie" e sarebbe stata interpretata erroneamente come "specchi ustori"

Civiltà Maya: straordinario ritrovamento di 3 piramidi

Nel cuore delle foreste tropicali del Messico, un team...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Articoli correlati

Popular Categories