La sonda cinese Chang’e-5 ha riportato a terra i campioni lunari

La capsula Chang'e-5 è discesa nelle pianure innevate della Mongolia interna, terminando l'incredibile avventura iniziata meno di un mese fa con il lancio di una navicella spaziale da nove tonnellate dal Wenchang Space Launch Center della Cina meridionale

638

La sonda cinese è rientrata con successo e ha riportato sulla Terra i primi campioni raccolti dalla superficie della Luna oltre 40 anni dopo l’ultima missione automatica effettuata dall’ex Unione Sovietica, tuttavia la sua missione non si è ancora conclusa.
La capsula Chang’e-5 è discesa nelle pianure innevate della Mongolia interna, terminando l’incredibile avventura iniziata meno di un mese fa con il lancio di una navicella spaziale da nove tonnellate dal Wenchang Space Launch Center della Cina meridionale.
Dopo aver orbitato attorno al nostro satellite naturale l’orbiter della navicella ha inviato un lander sulla superficie lunare il 1 ° dicembre 2020. Il lander una volta allunato ha raccolto due chilogrammi di roccia e polvere lunare depositandola all’interno del veicolo di risalita, quindi il lander ha lanciato il veicolo di risalita verso il suo appuntamento in programma con l’orbiter. Una volta che il prezioso carico è stato depositato nella capsula di rientro, il veicolo di risalita si è sganciato precipitando sulla Luna.
Nel frattempo l’orbiter ha riavviato i suoi propulsori per uscire dall’orbita lunare e tornare sulla Terra con l’obiettivo di effettuare la consegna del materiale. Il veicolo spaziale cinese ha sganciato la capsula di rientro dei campioni, quindi ha eseguito una manovra evasiva per lanciarsi nello spazio profondo. Ora il veicolo deve effettuare un’altra missione per ora ancora sconosciuta.
La capsula con i preziosi campioni ha rallentato la sua discesa con un rimbalzo iniziale sugli strati superiori dell’atmosfera sul Mar Arabico, seguito dalla discesa controllata con il paracadute a Siziwang Banner nella Mongolia interna.
L’agenzia di stampa statale cinese Xinhua ha citato la China National Space Administration affermando che la capsula è atterrata all’1: 59, ora di Pechino, 17 dicembre (1759 UTC, 16 dicembre 2020)
La squadra di recupero di Chang’e-5 ha individuato la sonda grazie alle immagini aeree a infrarossi ed è rapidamente arrivata sul sito. Il video della scena mostra la capsula posata in posizione verticale e apparentemente in buone condizioni, con la bandiera cinese posizionata vicino per il servizio fotografico.
La capsula non verrà aperta finché non verrà portata in un laboratorio a Pechino. Supponendo che i campioni siano intatti, gli scienziati cinesi e i loro collaboratori internazionali potranno studiare il materiale per decenni.
La consegna dei campioni segna uno straordinario risultato tecnico per il programma spaziale cinese, che in precedenza aveva inviato orbiter due lander e un rover robotici sul suolo della Luna. Riportare una sonda dalla Luna comporta un grado di difficoltà maggiore.
Questa è la prima consegna dalla Luna dal 1976, quando la sonda robotica Luna 24 dell’Unione Sovietica riportò a terra pochi grammi di campioni di rocce lunari.
Gli astronauti dell‘Apollo della NASA hanno raccolto centinaia di chilogrammi di materiale lunare tra il 1969 e il 1972, ma la prossima opportunità di raccogliere campioni lunari non dovrebbe arrivare fino a quando la NASA non invierà il primo equipaggio Artemis sulla superficie lunare, la missione non avverrà prima del 2024. Al di là dei risultati tecnici, i campioni lunari di Chang’e-5 potrebbero gettare nuova luce sulle ultime fasi dell’evoluzione lunare e sull’evoluzione del sistema Terra-Luna.
Il lander è atterrato in una zona dell’Oceanus Procellarum che si pensa si sia formato 1,2 miliardi di anni fa a causa dell’intensa attività vulcanica. Ciò renderebbe i campioni raccolti dalla missione Chang’e-5 le rocce più giovani mai raccolte sulla Luna.
Xinhua ha detto che il presidente cinese Xi Jinping ha esteso le congratulazioni all’intero team della missione Chang’e-5. Dall’altra parte del mondo, Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA per la scienza, ha detto al team cinese in un tweet che “la comunità scientifica internazionale celebra la tua missione Chang’e-5 di successo”.
“Questi campioni aiuteranno a rivelare i segreti del nostro sistema Terra-Luna e ad acquisire nuove informazioni sulla storia del nostro sistema solare”, ha affermato Zurbuchen.
Fonte: https://www.universetoday.com/149288/chinas-change-5-probe-drops-off-moon-samples-at-the-climax-of-a-historic-mission/