10.4 C
Rome
giovedì, Dicembre 1, 2022
Home Esplorazione Spaziale

La NASA cerca nuovi partner per mettere gli occhi alle missioni Artemis

L'agenzia Spaziale Americana ha appena rilasciato una ricerca di proposte per potenziali partnership finalizzate a portare i viaggi e l'esplorazione dei nuovi mondi visivamente presso il grande pubblico, a partire dalla missione Artemis II intorno alla Luna, in compagnia degli astronauti che vi parteciperanno, prevista per il 2023

844
La NASA sta cercando nuovi partner che aiutino l’agenzia a raccontare la storia dell’esplorazione umana della Luna tramite il programma Artemis in modi che riescano a coinvolgere, eccitare e ispirare il pubblico mondiale. Entro la fine di questo decennio, la NASA esplorerà la gran parte della superficie lunare e vi stabilirà una presenza umana sostenibile a lungo termine attraverso il programma Artemis, che avrà anche funzione di palestra per le future missioni umane su Marte.
L’agenzia Spaziale Americana ha appena rilasciato una ricerca di proposte per potenziali partnership finalizzate a portare i viaggi e l’esplorazione dei nuovi mondi visivamente presso il grande pubblico, a partire dalla missione Artemis II intorno alla Luna, in compagnia degli astronauti che vi parteciperanno, prevista per il 2023.
Stiamo cercando partner in grado di utilizzare tecnologie avanzate, applicazioni di immagini e approcci che vadano oltre la nostra copertura standard sulla TV della NASA“, ha detto l’amministratore della NASA Jim Bridenstine. “Vogliamo immortalare il timore reverenziale che trasmise il programma Apollo per le nuove generazioni: le Artemis Generation. Proprio come le persone rimasero incollate alla TV 50 anni fa, quando gli astronauti muovevano i primi passi sulla Luna, noi vogliamo portare le persone con loro in questa nuova era di esplorazione“.
I veicoli spaziali sono abitualmente dotati di telecamere della NASA per il supporto tecnico e operativo, come l’ispezione dei pannelli solari, e le riprese di queste telecamere vengono solitamente utilizzate per integrare la copertura della missione sulla televisione della NASA. Questo annuncio si concentra principalmente su proposte che includono potenziali tecnologie o hardware innovativi, come telecamere o altre apparecchiature che un partner potrebbe aggiungere nelle missioni per aumentare le immagini rese disponibili dalla NASA.
Gli esempi potrebbero includere hardware come sistemi di telecamere con campo visivo a 360 gradi, realtà virtuale, compressione avanzata delle immagini per migliorare la qualità dell’immagine su collegamenti di comunicazione a larghezza di banda limitata; metodi di narrazione e distribuzione unici, sistemi di telecamere 4K e Ultra HD, visualizzazioni robotiche in “terza persona”, sistemi di telecamere portatili dell’equipaggio, stabilizzazione dell’immagine, piccole telecamere portatili o altri concetti che forniscono immagini più coinvolgenti o offrono un’esperienza di visualizzazione personalizzata.
La NASA esaminerà le proposte presentate da emittenti, studi, industria aerospaziale, istituzioni accademiche, organizzazioni senza scopo di lucro e altri, nonché collaborazioni tra più entità per proposte creative per aiutare ad acquisire o utilizzare le immagini dal vivo o registrate della NASA per aiutare a raccontare la storia dell’esplorazione della Luna.
Le presentazioni dovrebbero delineare il progetto di coinvolgimento pubblico proposto, il potenziale per migliorare la comprensione del pubblico del programma Artemis, i meccanismi di distribuzione per raggiungere un vasto pubblico, il supporto richiesto dalla NASA sotto forma di media esistenti o l’accesso a strutture e personale e una descrizione di video unici, hardware, software o tecnologia correlata audio o di imaging che un partner potrebbe cercare di collocare sul o nel veicolo spaziale Orion della NASA o su altre apparecchiature, strutture o infrastrutture della NASA.
Le proposte di collaborazioni di storytelling per raggiungere vaste porzioni di pubblico utilizzando riprese o immagini a terra e che non richiedono apparecchiature fornite dai partner, possono essere presentate attraverso il processo di collaborazione cinematografica e televisiva standard della NASA.