La dieta mediterranea aiuta la memoria

Gli universitari scozzesi hanno scoperto che mangiare più verdure a foglia verde e ridurre la carne rossa potrebbero essere due elementi alimentari chiave della dieta mediterranea

0
602

La Dieta Mediterranea è un vero e proprio stile di vita ispirato a regole e abitudini dei popoli del Mediterraneo. Le implicazioni storiche e antropologiche di questa alimentazione hanno portato l’UNESCO ad inserirla nel 2010 nella Lista dei patrimoni culturali immateriali dell’umanità. 

E’ risaputo che mangiare sano faccia bene, ma nutrirsi secondo una dieta mediterranea è associato anche alla longevità , alla salute dell’intestino, e persino a un miglioramento dell’umore. Inoltre di recente è stato scoperto che un altro vantaggio da considerare è una migliore funzione cognitiva con l’avanzare dell’età. Tale studio è stato pubblicato sulla rivista Experimental Gerontology.

Uno studio su 500 anziani

I ricercatori dell’Università di Edimburgo, in Scozia, hanno analizzato le potenziali associazioni tra dieta, capacità di pensiero e salute del cervello negli anziani.

Sono stati raccolti dati da oltre 500 persone di 79 anni, senza demenza. Oltre a rispondere a un sondaggio sulle loro abitudini alimentari, queste persone hanno completato una serie di domande per testare la loro memoria, la risoluzione dei problemi e l’effettiva velocità del loro pensiero. 358 dei partecipanti sono stati anche sottoposti a risonanza magnetica, quindi i ricercatori hanno potuto valutare la loro struttura cerebrale.

La dieta mediterranea mantiene la mente lucida

Dallo studio emerge che gli anziani che avevano adottato uno stile di vita con cucina mediterranea, nonostante l’avanzare dell’età, riuscivano a mantenere la mente lucida. In particolare gli universitari scozzesi hanno scoperto che mangiare più verdure a foglia verde e ridurre la carne rossa potrebbero essere due elementi alimentari chiave che contribuiscono ai benefici della dieta in stile mediterraneo ed è ciò che afferma la coautrice e ricercatrice dello studio Janie Corley, Ph.D.



La ricerca ha rilevato che la dieta mediterranea non andava a migliorare la salute del cervello dei partecipanti allo studio, ma aveva effetti benefici sulle funzioni cognitive e sulla la memoria.

Nel nostro campione, la relazione positiva tra una dieta mediterranea e le capacità di pensiero non è spiegata dall’avere una struttura cerebrale più sana, come ci si potrebbe aspettare“, ha spiegato Corley, aggiungendo: “È possibile che ci possano essere altre correlazioni cerebrali strutturali o funzionali con questa misura di dieta, o associazioni in specifiche regioni del cervello, piuttosto che l’intero cervello, come misurato qui“.

Quali sono gli alimenti della Dieta Mediterranea?

Le caratteristiche della Dieta Mediterranea stanno nel mangiare principalmente abbondanti alimenti di origine vegetale preferibilmente freschi, al naturale e di stagione, come frutta, verdura, ortaggi, pane e cereali, soprattutto integrali, patate, legumi, noci e semi. Usare la frutta fresca come dessert giornaliero, e limitare dolci contenenti zuccheri raffinati o miele a poche volte la settimana.

La Dieta Mediterranea suggerisce di usare l’olio d’oliva come principale fonte di grassi. Mentre è suggerito il consumo giornaliero di latticini in modesta e moderata quantità. In questa alimentazione nostrana anche pesce e pollame vanno mangiati in porzioni limitate. Di uova se ne possono mangiare fino a quattro a settimana.

Se si ha voglia di mangiare le carni rosse si può, ma attenzione, le quantità devono essere davvero minime e non si deve nemmeno abbondare troppo con il vino durante il pasto.

Questa dieta se seguita bene ha un contenuto basso di grassi saturi (inferiore al 7-8%), ed un contenuto totale di grassi da meno del 25% a meno del 35%.

Alcune indagini hanno rivelato che il contenuto calorico della dieta mediterranea nelle antiche popolazioni era di 2500 Kcal per gli uomini e le 2000 Kcal per le donne. In sostanza si trattava della dieta di una popolazione rurale, povera e frugale.

Il nostro Bel Paese non ci fa mancare proprio nulla in fatto di cibo, e se seguiamo la Dieta Mediterranea, invidiata in tutto il mondo, ne gioveremo, soprattutto in età avanzata e manterremo sempre una ferrea memoria e funzioni cognitive generali ottime.

2