La Death Valley brucia a 54,5 gradi, la temperatura più alta della Terra in almeno 90 anni

Venerdì in America del nord, la Death Valley, in California, è salita a una temperatura di 54,5 gradi. Se confermata, corrisponderebbe alla temperatura più alta registrata sul pianeta almeno dal 1931

0
6749
Indice

Quando la terza ondata di caldo in tre settimane è iniziata venerdì in America del nord, la Death Valley, in California, è salita a una temperatura di 54,5 gradi. Se confermata, corrisponderebbe alla temperatura più alta registrata sul pianeta almeno dal 1931.

Per la verità, la Death Valley aveva già toccato i 54,5 gradi lo scorso agosto, temperatura che, all’epoca, era stata preliminarmente classificata tra le prime tre temperature più alte mai misurate sul pianeta.

Questo valore è ancora in fase di revisione da parte dell’Organizzazione meteorologica mondiale, che è l’arbitro dei record meteorologici internazionali.

La lettura di 54,5 gradi osservata venerdì e lo scorso agosto segue solo altre due temperature più elevate mai misurate sul pianeta: 1) Il massimo di 56,6 fissato nella Valle della Morte il 10 luglio 1913 e 2) una lettura di 55 gradi registrata a Kebili, in Tunisia, il 7 luglio 1931.

Christopher Burt, un esperto di condizioni meteorologiche estreme, però, mette in dubbio la legittimità di entrambe queste misurazioni. Ha definito la lettura della Valle della Morte del 1913 “essenzialmente non possibile da una prospettiva meteorologica” e ha scritto che la lettura della Tunisia del 1931 ha “seri problemi di credibilità”.

In altre parole, le letture a 54,5 gradi della Death Valley di venerdì e dell’anno scorso, se convalidate, potrebbero essere la coppia più alta di temperature misurate in modo affidabile mai osservata sulla Terra.



La Death Valley è la località più bassa, secca e calda degli Stati Uniti. Furnace Creek, dove viene misurata la sua temperatura, si trova a 58 metri sotto il livello del mare nel deserto del Mojave, nel sud-est della California. Si tratta di una località universalmente nota per il suo caldo torrido.

La lettura di 54,5 gradi di venerdì arriva dopo che nei due giorni precedenti la temperatura nella stessa località aveva toccato i 52,2 gradi. Si prevede che sabato e domenica le temperature possano toccare nuovamente i 54,5 gradi. Le minime notturne potrebbero rimanere sopra i 37,7 fino alla metà della prossima settimana.

Il caldo soffocante nella Death Valley arriva sulla scia del giugno più caldo mai registrato. Ed è stato solo tre estati fa che si è registrato il luglio più caldo mai registrato sul pianeta per il secondo anno consecutivo. Durante quel mese, si sono registrate temperature di almeno 49 gradi per 21 giorni.

Il caldo che si ha colpito gli Stati Uniti occidentali quest’estate è legato sia a una siccità storicamente intensa che ai cambiamenti climatici causati dall’uomo.

La storica ondata di caldo che si è verificata nel nord-ovest degli Stati Uniti e nel Canada alla fine di giugno è stata resa almeno 150 volte più probabile a causa dell’influenza umana, secondo un gruppo di scienziati.

2