8.4 C
Rome
lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeFisica/Astronomia/astrofisicaJWST trova prove di anidride carbonica nell'atmosfera di un esopianeta

JWST trova prove di anidride carbonica nell’atmosfera di un esopianeta

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Il telescopio spaziale James Webb ha scoperto la prima chiara evidenza di anidride carbonica nell’atmosfera di un pianeta al di fuori del nostro sistema solare. L’agenzia spaziale americana NASA ha confermato le prove, secondo le quali, nell’atmosfera nell’atmosfera di un pianeta in orbita attorno a una stella a circa 700 anni luce dalla Terra, c’è anidride carbonica.

La NASA ha affermato che l’esopianeta in cui è stata trovata o rilevata l’anidride carbonica è un pianeta gassoso caldo. È stato scoperto nel 2011 e si chiama WASP-39 b. L’esopianeta, che ha una massa all’incirca uguale a quella di Saturno, si mantiene intorno ai 900 gradi Celsius. Rimane caldo perché orbita molto vicino alla sua stella.

L’agenzia spaziale ha affermato che i telescopi spaziali Hubble e Spitzer hanno effettuato osservazioni di WASP-39 b in passato. Tali osservazioni suggerivano la presenza di vapore acqueo, sodio e potassio nell’atmosfera dell’esopianeta.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Ma ora è stata confermata anche la presenza di anidride carbonica nella sua atmosfera. La NASA ha affermato che il telescopio Webb è stato in grado di fare la scoperta grazie alle sue capacità tecniche.

I ricercatori hanno recentemente descritto la scoperta in un articolo pubblicato online. Uno studio dettagliato sui risultati apparirà in un prossimo numero su Nature. La NASA ha descritto Webb come “il più grande e potente telescopio per la scienza spaziale mai costruito“. È una partnership congiunta tra la NASA, l’Agenzia spaziale europea (ESA) e l’Agenzia spaziale canadese.

Webb è progettato per raccogliere più dati ed esplorare parti dello spazio che non sono mai state osservate prima. A luglio, la NASA ha rilasciato le prime immagini catturate dal telescopio Webb. Le immagini hanno dimostrato la capacità di Webb di raccogliere dati su oggetti distanti e osservare elementi altamente dettagliati di galassie ed esopianeti.

La NASA ha affermato che lo strumento NIRSpec sensibile agli infrarossi ha permesso all’osservatorio orbitante di confermare la presenza di anidride carbonica nell’atmosfera di WASP-39 b.

NIRSpec è progettato per catturare le radiazioni nelle lunghezze d’onda del vicino infrarosso. Usando questo strumento, gli astronomi sono in grado di produrre una mappa dettagliata di alcune delle sostanze chimiche presenti nell’atmosfera di un pianeta, se le condizioni sono giuste. Ciò consente agli scienziati di cercare la presenza di gas e altre sostanze.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Zafar Rustamkulov, studente della Johns Hopkins University e membro del team di Webb’s Early Release Science ha detto in una dichiarazione che non appena ha visto i dati sull’anidride carbonica, ha capito che si trattava di una scoperta importante. “È stato un momento speciale, il superamento di una soglia importante nelle scienze degli esopianeti“.

Natalie Batalha dell’Università della California a Santa Cruz, che ha aiutato a guidare la squadra ha detto: “Rilevare un segnale così chiaro di anidride carbonica su WASP-39 b fa ben sperare per il rilevamento di atmosfere su pianeti più piccoli di dimensioni paragonabili alla Terra“.

La NASA ha affermato che tali scoperte sono importanti perché aiutano gli scienziati a comprendere meglio la composizione dell’atmosfera di un pianeta. Questo può fornire preziose informazioni su come i pianeti si sono formati e si sono sviluppati nel tempo.

Le molecole di anidride carbonica sono traccianti sensibili della storia della formazione dei pianeti“, ha affermato Mike Line della Arizona State University. È un altro membro del gruppo di ricerca. “Misurando questa anidride carbonica…, possiamo determinare quanto materiale solido rispetto a quanto gassoso è stato utilizzato per formare questo pianeta gigante gassoso“.

Line ha aggiunto che nei prossimi anni il telescopio Webb dovrebbe continuare a fare scoperte simili. In tal modo, gli scienziati possono ottenere “intuizioni nei dettagli di come si formano i pianeti”.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Articoli più letti