Jaguarundi: il piccolo gatto selvatico che ha 13 modi di “parlare”

I Jaguarundi sono piccoli felini strani che hanno all'incirca le dimensioni dei gatti domestici, hanno corpi lunghi con gambe corte e teste rotonde e appiattite

Non tutti i gatti selvatici predatori ruggiscono: un piccolo felino chiamato jaguarundi utilizza almeno 13 richiami, tra cui fare le fusa, fischiare e cinguettio come un uccello.

jaguarundi

Le caratteristiche dei jaguarundi

Originari delle Americhe, i jaguarundi hanno alcune caratteristiche insolite: corpi snelli e allungati; gambe corte; e teste piccole e appiattite con orecchie arrotondate, che le fanno sembrare più lontre o donnole che gatti. Vivono in zone pianeggianti con una fitta vegetazione in cui nascondersi, comprese boscaglie, paludi e foreste.

Nonostante il nome, il jaguarundi non è strettamente imparentato con i giaguari e nemmeno con altri piccoli gatti selvatici centroamericani. In effetti, l’analisi genetica mostra che è più simile al puma, o leone di montagna (Puma concolor), nonostante il jaguarundi abbia un aspetto fisico diverso, oltre ad essere di dimensioni molto più piccole. Questo è il motivo per cui studi recenti hanno utilizzato il nome scientifico Puma yagouaround , invece del suo genere originale, Herpailurus.

jaguarundi
I Jaguarundi occupano una vasta gamma di habitat sia aperti che chiusi: dalla macchia secca, alle paludi e ai boschi della savana fino alla foresta primaria. Il fattore utilizzato per determinare l’idoneità dell’habitat è l’accesso alla fitta vegetazione terrestre. Di tutti i felini, sono i più adattabili nella loro capacità di occupare ambienti diversi.

Il jaguarundi si è differenziato dal puma nella sua stessa specie tra 4 e 7 milioni di anni fa. Eppure l sono molto, molto più piccoli dei leoni di montagna: questi ultimi pesano da 34 a 72 chilogrammi, mentre, da 3 a 7 kg. Il jaguarundi è appena più grande di un gatto domestico.

In cosa si differenziano rispetto agli altri felini

Sia i gatti selvatici che quelli domestici emettono una serie di rumori, a seconda di ciò che stanno cercando di dire agli altri. La maggior parte dei proprietari di gatti domestici ha sentito un ringhio, un sibilo o delle fusa e i grandi felini selvatici come leoni, tigri e giaguari fanno lo stesso, in una certa misura.

Il jiaguarundi invece ha un repertorio vocale molto più ampio rispetto agli altri gatti. Può infatti emettere almeno 13 suoni diversi, tra cui fare le fusa, urlare, fischiare, abbaiare, chiacchierare e un peculiare cinguettio da uccello.

jaguarundi

Non si sa esattamente come o perché emettano così tanti rumori diversi. Sono estremamente solitari e raramente visti in natura. Tuttavia, i ricercatori che hanno osservato gli animali in cattività li hanno visti usare questi rumori per comunicare, marcare il territorio e trovare compagni.

I biologi Balazs Buzas ed Eszter Gulyas, che lavoravano presso il Rare Species Conservation Centre nel Kent, in Inghilterra, hanno allevato cuccioli di giaguarundi e osservato i loro richiami. Hanno scoperto che usavano un “breve fischio” quando cercavano attenzione, a cui gli altri rispondevano con un solo “sbirciare“. Emettevano un “lungo fischio” o chiacchiere per salutarsi e le femmine adulte facevano le fusa per chiamare i loro gattini. Come con i gatti domestici, una lunga fusa segnalava contentezza e un forte sibilo o sputo significava stare lontani.

Conclusioni

Anche se i Jaguarundi non sono originari degli Stati Uniti sudorientali, si ritiene che esista una popolazione selvatica in Florida, costituita da una popolazione introdotta di animali domestici fuggiti negli anni ’40. Si diceva che fossero abbastanza facili da “addomesticare” dai primi nativi centroamericani e venivano usati per controllare le popolazioni di roditori intorno ai villaggi. Oggi non è consigliabile tenere questi o altri animali selvatici come animali domestici.

Jaguarundi

I Jaguarundi occupano una vasta gamma di habitat sia aperti che chiusi: dalla macchia secca, alle paludi e ai boschi della savana fino alla foresta primaria. Il fattore utilizzato per determinare l’idoneità dell’habitat è l’accesso alla fitta vegetazione terrestre. Di tutti i felini, sono i più adattabili nella loro capacità di occupare ambienti diversi.

Articoli più letti

Related articles

2 Comments