13.7 C
Rome
mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeBiologiaInvecchiamento cellulare: chiarito un paradosso di base

Invecchiamento cellulare: chiarito un paradosso di base

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

In uno studio pubblicato su Nucleic Acids Research, il team del ricercatore sul cancro Francis Rodier, professore dell’Università di Montréal, mostra per la prima volta che la senescenza cellulare, che si verifica quando le cellule invecchiate smettono di dividersi, è causata da danni irreversibili al genoma piuttosto che dall’erosione dei telomeri.

Prevenire l’invecchiamento cellulare

Questa scoperta va contro il modello scientifico più adottato negli ultimi 15 anni, che si basa su un principio: i telomeri, cappucci posti alle estremità dei cromosomi il cui scopo è proteggere le informazioni genetiche, si erodono ad ogni divisione cellulare. Quando diventano troppo corti, dicono alla cellula di smettere di dividersi, prevenendo così danni al suo DNA. Resa dormiente, la cellula entra in senescenza.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Perché questo modello sia valido, l’inattivazione di un singolo telomero dovrebbe essere sufficiente per attivare il programma di senescenza. Il laboratorio di Rodier e molti altri avevano già osservato che erano necessari diversi telomeri disfunzionali.

“La cosa più sorprendente è che, prima di entrare veramente nella senescenza, le cellule si dividono un’ultima volta”, ha affermato Rodier. “In effetti, la divisione cellulare causata dalla disfunzione dei telomeri è così instabile che finisce per creare difetti genetici. Contrariamente a quanto si credeva, le cellule senescenti hanno un genoma anormale. Questo è ciò che mostriamo nel nostro studio”.

Istantanee della vita di una cellula

Per ottenere tali risultati, il team di ricerca di Rodier ha potuto contare su apparecchiature di imaging all’avanguardia finanziate dall’Institut du cancer de Montréal.

“Geneticamente, siamo stati in grado di riprodurre il fenomeno dell’invecchiamento cellulare in laboratorio e ci siamo assicurati che tutti i telomeri di una popolazione di cellule diventassero disfunzionali”, ha affermato il Ph.D. lo studente Marc-Alexandre Olivier, co-primo autore dello studio con l’ex collega Sabrina Ghadaouia, che attualmente conduce studi post-dottorato in Inghilterra. “Con la nostra attrezzatura, abbiamo poi osservato in tempo reale cosa stava succedendo all’interno di ogni singola cella”.

Con il tempo, le cellule senescenti si accumulano nel corpo e sono responsabili dello sviluppo di malattie come il cancro. Questo studio, quindi, apre nuove opportunità di ricerca.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Ad esempio, i telomeri potrebbero essere riparati prima della fase di senescenza, prevenendo così l’invecchiamento cellulare e l’instabilità genomica? La comunità scientifica sta discutendo da diversi anni su questo potenziale ringiovanimento cellulare. Tuttavia, questi approcci terapeutici emergenti necessitano ancora di una messa a punto.

Articoli più letti