Microchip? No. Ecco l’elenco completo degli ingredienti nei vaccini COVID-19

Le teorie del complotto sul vaccino minano la fiducia del pubblico, una fiducia assolutamente vitale necessaria per raggiungere la soglia dell'immunità di gregge. I vaccini non contengono nessun microchip in grado di tracciare quello che facciamo o indicare chi è vaccinato o chi non lo è, il mito è nato da interpretazioni errate

1117

Da mesi, teorici della cospirazione e no-vax diffondono notizie false e pericolose sui vaccini contro il coronavirus. Una delle false informazioni più diffuse sostiene che il fondatore e filantropo di Microsoft Bill Gates ha intenzione di utilizzare i vaccini per impiantare microchip in tutti gli esseri umani in modo da spiarli.
Ovviamente questo è assolutamente falso. Gates ha sfidato personalmente i cospirazionisti a giugno, dicendo ai giornalisti che l’affermazione era così bizzarra da sembrare quasi divertente. Le accuse a Gates sono diventate dei meme in molti sociial.
“È quasi difficile negare questa roba perché è così stupida o strana che anche solo ripeterla gli dà credibilità”, ha detto Gates in un appello mediatico che annunciava 1,6 miliardi di dollari di finanziamenti per l’immunizzazione nei paesi poveri, secondo USA Today.
Ma la disinformazione sul vaccino e sui vaccini in generale non è assolutamente divertente. Affinché la vita torni a un livello di normalità pre – COVID-19 , il 75-85 % della popolazione deve essere vaccinata. Ad affermarlo il noto esperto di malattie infettive Dr. Anthony Fauci consulente del governo USA.
Le teorie del complotto sul vaccino minano la fiducia del pubblico, una fiducia assolutamente vitale per raggiungere quella soglia. I vaccini non contengono nessun microchip in grado di tracciare quello che facciamo o indicare chi è vaccinato o chi non lo è, il mito è nato da interpretazioni errate.
Il mito potrebbe essere nato da un’idea per il confezionamento intelligente delle siringhe
Video contenenti filmati alterati o fuori contesto tratti da notizie e interviste sono stati ampiamente condivisi sui social media, alimentando la teoria del complotto del microchip. Un video in particolare, che è stato condiviso più di 40.000, potrebbe far luce sulle origini del mito. Il video include frammenti di un’intervista CBN con Jay Walker, presidente esecutivo del produttore di siringhe Apiject, in cui parla di un’etichetta simile a un codice a barre per il vaccino.
Nell’intervista originale, appare chiaro che l’etichetta sarebbe facoltativa e il chip RFID in questione sarebbe stato apposto all’esterno della siringa, e non iniettato insieme al vaccino. Il chip è stato progettato per distinguere il vero vaccino da dosi contraffatte o scadute e per tracciare quando vengono utilizzate le iniezioni. Steve Hofman, portavoce di Apiject, ha detto a Reuters che l’etichetta speciale non è stata finora richiesta dai produttori di vaccini.
Il video è stato ovviamente condiviso su Facebook e contiene una clip ovviamente modificata di Bill Gates fatta per sembrare che stia dicendo “innovazioni come i vaccini, abbiamo bisogno di un sistema di misurazione che tenga traccia del vaccino”.
Reuters ha trovato il discorso originale fatto Gates da un forum sull’inclusione finanziaria del 2013, in cui ha definito i vaccini un’innovazione rivoluzionaria e in seguito ha chiesto un sistema per monitorare l’inclusione finanziaria, e non la distribuzione dei vaccini.
Cosa c’è nel vaccino contro il coronavirus di Pfizer
Pfizer ha reso pubblico un elenco di ingredienti presenti nel suo vaccino.
Il principio attivo dell’iniezione è uno snippet del materiale genetico del virus chiamato RNA messaggero. Come ha spiegato Hilary Brueck di Insider , l’mRNA agisce come “un sacco da boxe genetico affinché il corpo impari a combattere contro le proteine ​​che aiutano COVID-19 a invadere le nostre cellule”. Una miscela di zucchero, sale e grassi attutisce il metaforico sacco da boxe e rende possibile l’erogazione del vaccino tramite iniezione intramuscolare.
Ecco l’elenco completo degli ingredienti del vaccino Pfizer:
Un RNA messaggero modificato con nucleosidi (modRNA) che codifica per la glicoproteina virale del picco di SARS-CoV-2 (questo è ciò che fa funzionare il colpo)
Lipidi o sostanze grasse, tra cui:
(4-idrossibutil) azandiil) bis (esano-6,1-diil) bis (2-esildecanoato),
2 – [(polietilenglicole) -2000] -N, N-ditetradecilacetammide,
1,2-distearoil-snglicero-3-fosfocolina,
e colesterolo
Cloruro di potassio
Fosfato di potassio monobasico
Cloruro di sodio (sale)
Sodio fosfato bibasico diidrato
Saccarosio (zucchero)
Cosa c’è nel vaccino contro il coronavirus di Moderna
Moderna, l’altro produttore di vaccini a cui è stata recentemente concessa un’autorizzazione per l’uso di emergenza da parte della FDA, ha rilasciato una scheda informativa che descrive gli ingredienti nel suo vaccino COVID-19.
Il vaccino Moderna contiene:
Messenger acido ribonucleico (mRNA)
Lipidi o sostanze grasse, tra cui:
SM (sfingomielina) -102
Polietilenglicole [PEG] 2000 dimiristoil glicerolo [DMG],
1,2-distearoil-sn-glicero-3-fosfocolina [DSPC],
e colesterolo
Trometamina
Trometamina cloridrato
Acido acetico
Acetato di sodio
Saccarosio (zucchero)
Fonte: https://www.sciencealert.com/here-s-what-s-really-in-the-coronavirus-vaccines-there-are-no-microchips