Il viaggio nel tempo

Il viaggio nel tempo è un sogno che l'uomo nutre da secoli, ma che al momento è impossibile. Sarà fattibile un giorno?

0
406
Il viaggio nel tempo
Il viaggio nel tempo

Chi non ha mai sognato di essere protagonista di un viaggio nel tempo, proprio come i personaggi dei film di genere sci-fi? Per secoli, il viaggio del tempo ha stuzzicato la fantasia e la curiosità delle persone. Il concetto di viaggio temporale consiste nel muoversi da un’epoca all’altra (sia essa passata o futura) rispetto al presente. Di teorie e presunti viaggi temporali effettuati se ne è discusso nel corso degli anni.

Chi non conosce, ad esempio, il cronovisore, presunta macchina creata da Padre Pellegrino Ernetti? Secondo quello che ci è stato tramandato, tale aggeggio (dalle fattezze di un comune televisore, più o meno) aveva la capacità di far visionare eventi del passato, tra cui la Passione, morte e Resurrezione di Gesù, e alcuni eventi dell’antica Roma, ma non solo. Nulla di accertato ovviamente. Ma la domanda rimane sempre la stessa: sarà mai possibile effettuare il viaggio nel tempo?

Viaggio nel tempo: questione di reversibilità

La possibilità di spostarsi avanti ed indietro nel tempo rimane una delle questioni irrisolte nella scienza. Come fa notare The Conversation, se l’universo seguisse le leggi della termodinamica, potrebbe non essere possibile. La seconda legge della termodinamica afferma che le cose nell’universo diventano più disordinate nel tempo. È un po’ come dire che non si possono ricomporre le uova una volta rotte. Secondo questa legge l’universo non potrà mai tornare esattamente come prima. Il tempo può solo andare avanti, come una strada a senso unico.

Il tempo: un processo relativo

Tuttavia, la teoria della relatività speciale del fisico Albert Einstein suggerisce che il tempo scorre a velocità diverse a seconda dell’osservatore. Qualcuno che sfreccia su un’astronave che si avvicina alla velocità della luce, vivrà il tempo più lentamente di una persona sulla Terra.

Non abbiamo mai costruito, finora, astronavi in ​​grado di muoversi a velocità vicine a quelle della luce, ma gli astronauti che visitano la Stazione Spaziale Internazionale orbitano attorno alla Terra a velocità intorno ai 27 mila chilometri l’ora. L’astronauta Scott Kelly ha trascorso 520 giorni sulla Stazione Spaziale Internazionale e di conseguenza è invecchiato un po’ più lentamente del suo fratello gemello – e collega astronauta – Mark Kelly. Scott era 6 minuti più giovane del suo fratello gemello. Ora, dopo che Scott ha viaggiato molto più velocemente di Mark per così tanti giorni, la differenza di anzianità tra i due fratelli e di 6 minuti e 5 millisecondi.



Alcuni scienziati stanno esplorando altre idee che potrebbero teoricamente consentire il viaggio nel tempo. Un concetto riguarda i wormholes, o ipotetici tunnel nello spazio che potrebbero creare scorciatoie per i viaggi attraverso l’universo.

Se qualcuno potesse costruire un wormhole e poi trovare un modo per spostare un’estremità quasi alla velocità della luce – come l’ipotetica astronave menzionata sopra – l’estremità mobile invecchierebbe più lentamente dell’estremità stazionaria. Qualcuno che fosse entrato nell’estremità mobile e fosse uscito dal wormhole attraverso l’estremità stazionaria sarebbe uscito nel proprio passato.

Tuttavia, i wormhole rimangono solo costrutti teorici: gli scienziati devono ancora individuarne uno. Sembra anche che sarebbe incredibilmente impegnativo mandare gli esseri umani attraverso un tunnel spaziale wormhole.

Un’azione paradossale

Ci sono anche paradossi associati al viaggio nel tempo. Il famoso “paradosso del nonno” è un ipotetico problema che potrebbe sorgere se qualcuno viaggiasse indietro nel tempo e impedisse accidentalmente ai propri nonni di incontrarsi. Ciò creerebbe un paradosso in cui non sei mai nato, il che solleva la domanda: se non sei mai nato, come potresti viaggiare indietro nel tempo? È un puzzle sbalorditivo che si aggiunge al mistero del viaggio nel tempo.

Notoriamente, il fisico Stephen Hawking ha testato la possibilità del viaggio nel tempo organizzando una cena in cui gli inviti indicanti la data, l’ora e le coordinate non venivano inviati fino a dopo che l’evento era avvenuto. La sua speranza era che il suo invito venisse letto da qualcuno che vivesse nel futuro, che avesse la capacità di viaggiare indietro nel tempo. Ma non si è presentato nessuno.

2