Il turismo al tempo del coronavirus

Il coronavirus ha cambiato letteralmente la vita di ognuno di noi. Le nostre abitudini sono cambiate, e si è modificato anche il modo in cui pensiamo e facciamo progetti. Già se si pensa alle vacanze, la COVID-19 ha influito e continua pesantemente ad influire sui programmi che si possono fare. Inoltre gli appelli a “restare a casa” incidono di gran lunga su tutta l’economia nazionale ed in particolare nel  comparto turistico. 
Nel turismo, le perdite si avvicinano al 90%, mentre le chiusure aziendali sfiorano il 75%, una crisi che colpisce anche l’indotto. Il coronavirus ha infatti profondamente danneggiato il settore dei viaggi. Si parla del 90% di perdite e la chiusura di numerose agenzie e tour operator. Una risposta per risollevare le sorti di questo settore è quello di puntare al “turismo di prossimità“. 
Le vacanze estive, in qualche modo, si sono salvate. Gli italiani hanno prevalentemente raggiunto le destinazioni di mare e montagna nostrane. Ma la nota dolente è per la stagione in arrivo. Con i contagi in aumento, sia in Italia che nel resto del mondo, programmare un viaggio lontano per i prossimi mesi non è affatto semplice. Oltre alla questione dei contagi alti, se ci si vuole mettere in viaggio, bisogna tenere conto delle quarantene, dei tamponi da fare,  delle possibili cancellazioni di voli

Puntare al turismo di prossimità

Prenotare un viaggio quindi sta diventando sempre più difficile, con tutte le conseguenze negative per l’indotto, a partire da ristoranti, musei, autonoleggi, hotel e visite guidate. Ecco perché, secondo la Fiavet, una soluzione potrebbe arrivare dal turismo di prossimità. La Fiavet (Federazione Italiana Associazioni Imprese di Viaggi e Turismo) è l’Associazione di categoria per antonomasia delle Agenzie di Viaggio e più in generale delle imprese del turismo.
Secondo la Fiavet le agenzie dovrebbero puntare sull’Italia e reinventare il settore, studiando soluzioni nuove e in sicurezza come accaduto per le crociere. Bisogna seguire nuovi modi di viaggiare e puntare a nuovi filoni. In effetti la Covid-19 ci obbligati un po’ tutti ad abbracciare la la nuova tendenza di passare le vacanze vicino a casa; optando per treni e autobus e abbiamo così contribuito attivamente a diminuire le emissioni e l’inquinamento.

Un turismo contingentato 

Oltre a fare vacanze e week end in posti vicini, ci sono anche altre “tendenze” che sono state dettate dal Coronavirus. Ma alcune non hanno completamente cambiato le cose. Ad esempio in alcuni posti, per forza di cose, i turisti dovevano essere contingentati, e il nuovo virus non ha fatto che accentuare la cosa.
Negli ultimi anni, prima del coronavirus, c’era stato un aumento del numero di turisti nei più bei luoghi del pianeta. Per questo motivo istituzioni e gestori si sono trovati costretti a chiudere i “confini” e contingentare le visite nei luoghi più iconici del mondo, per evitare di vederle rovinate da flussi incontrollati. Esempi di questa tendenza sono Venezia, in cui da molti anni si discute di limitare le presenze di turisti, e di molti altri siti di importanza storica e naturalistica, come il Komodo National Park in Thailandia, Machu Picchu in Perù, e la montagna sacra Uluru in Australia, ma ci sono tanti altri posti che vengono tutelati dalla folla.
Si è creato quindi già da tempo, in alcuni luoghi, un turismo sempre più contingentato, per evitare sovraffollamenti pericolosi, ovvero proprio ciò che con la pandemia è successo in tutto il mondo. Da limitare gli ingressi per proteggere i luoghi si è passati a limitarli per evitare contagi: il punto e il risultato sono rimasti però gli stessi.

Viaggi solitari 

La pandemia, come abbiamo detto,  ha cambiato il modo di viaggiare. Una tendenza che sta prendendo piede a causa della COVID-19 è il “turismo solitario“. Un punto chiave del futuro del turismo: sempre più persone viaggiano da sole. Anche se i numeri sono ancora limitati, hotel e realtà si stanno muovendo per soddisfare le necessità uniche di questi “lupi solitari.
Attualmente l’offerta consiste in esperienze culturali e ludiche uniche e personalizzate sul singolo cliente. Tutto questo per valorizzare la solitudine e il grande apporto psicologico positivo che offre. Questo è proprio ciò che offre Luxury Action, agenzia di viaggi specializzata in spedizioni scientifiche nell’artico. Alle poche persone che possono permetterselo, Luxury Action offre la possibilità di stabilirsi sui ghiacci artici per aiutare gli scienziati nelle loro ricerche.

 Slow Travel

Avere tempo è un lusso: questo e la maggiore consapevolezza dell’impatto ambientale del viaggio in aereo hanno spinto sempre più persone ad abbracciare lo Slow Travel, spesso declinato su rotaie. Il viaggio diventa quindi una parte della vacanza, e non un intermezzo fastidioso tra la partenza e la destinazione. Per questo motivo sempre più compagnie ferroviarie stanno investendo in tratte a lunga percorrenza (e di pochi mesi fa la notizia della creazione di un treno diretto tra Milano e Londra) o nella creazione di esperienze uniche ed esclusive (sempre rimanendo in Italia, Trenitalia sta per rimettere in circolazione alcuni dei suoi modelli storici).
Inoltre il concetto di “pace” e “tranquillità”, che proprio lo Slow Travel comunica, si sposa perfettamente con il desiderio oggi delle persone di togliersi di dosso lo stress dovuto alla quarantena e all’incertezza.

Il viaggiatore mangia meglio  

La pandemia ha spostato l’attenzione anche sul cibo e sugli sprechi, facendoci riflettere su cosa mangiamo e quanto ne buttiamo. Durante il lockdown la spesa è diventata più intelligente e con meno sprechi, ma soprattutto la tendenza è stata quella si mangiare meglio,  più salutare. Stessa cosa è successa nel mondo del turismo. I viaggiatori hanno iniziato ad alimentarsi in modo più giusto. Si è registrato infatti un trend che consiste nella sempre maggiore attenzione alla qualità del cibo data da alcune delle più grandi compagnie aeree al mondo.

Destinazioni a prova di disastri 

Con il cambiamento climatico che avanza, molte strutture alberghiere e proprietari di case stanno correndo al riparo. Negli ultimi anni sono stati portati avanti numerosi progetti architettonici e ingegneristici per rendere abitazioni e strutture d’accoglienza a prova di calamità naturale.
Con una certa facilità si può tradurre questa tendenza anche nel contesto odierno: non solo strutture a prova di uragano, ma anche a prova di pandemia. Oggi le persone desiderano  vivere e soggiornare in ambienti domestici che siano sicuri e inviolabili, proprio perché durante la pandemia abbiamo visto invadere la nostra intimità.
La paura di portare in casa dall’esterno il virus ha traumatizzato molti: l’obiettivo è rendere l’ambiente domestico a prova di infezione. Allo stesso tempo, quando si  sceglie di andare in vacanza, le mete predilette diventano quelle in cui il contagio sembra più limitato, dove ci si sente più sicuri.

Well Hospitality

La salute è il bene più prezioso ed oggi lo è ancora di più. Il periodo delle vacanze è quindi diventato un ulteriore pretesto per prendersi cura di se stessi a un livello più profondo
Quindi un nuovo trend dettato dal coronavirus è anche quello di scegliere luoghi di villeggiatura salutari dove si possa fare passeggiate, sport, respirare aria pulita e stare lontano dallo smog e dalle persone. Il turista ora come non mai ha bisogno di tranquillità. Ha bisogno di tempo libero, di passare del tempo in maniera “riflessiva” e di fare esperienze personalizzate e uniche. 
 
Fonti: 
 
https://www.investireoggi.it/economia/la-risposta-alla-crisi-dei-viaggi-post-coronavirus-il-turismo-di-prossimita/
 
https://www.key4biz.it/turismo-e-coronavirus-5-trend-post-pandemia/320614/

Più letti nella settimana

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Pi greco: nuova rappresentazione scoperta nella teoria delle stringhe

I ricercatori hanno trovato una nuova rappresentazione in serie...

In Tendenza

Le giornate sulla Terra si stanno allungando a causa del clima

Studi recenti, basati sull'intelligenza artificiale, hanno rivelato che il...

TeraNet: laser spaziali per velocità internet 1000x

La 'TeraNet' della University of Western Australia, una rete...

La fisica cambia andando avanti o indietro nel tempo?

Le interazioni deboli violano la T-simmetria, dimostrando che le leggi della fisica non sono identiche se il tempo scorre avanti o indietro

Dinastia Tang: rivoluzionario murale in tomba di 1200 anni

Nel 2018, durante dei lavori stradali nei pressi della...

Scimpanzé: inaspettato come il 14% delle interazioni siano gesti

La comunicazione è una delle caratteristiche più distintive degli...

Offerte Amazon di oggi: tablet super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

Nano transparent screen: da 100 pollici sarà rivoluzionario

Nel mondo della tecnologia, l’innovazione non conosce limiti, e...

Offerte Amazon di oggi: smartphone super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

Articoli correlati

Popular Categories