Ghiacciaio dell’Apocalisse: El Niño ne ha provocato il ritiro 80 anni fa

Il Ghiacciaio dell’Apocalisse dell’Antartide è stato denominato così perché il suo collasso potrebbe provocare un catastrofico innalzamento del livello del mare

0
178
Ghiacciaio dell'Apocalisse

Il Ghiacciaio dell’Apocalisse dell’Antartide è stato denominato così perché il suo collasso potrebbe provocare un catastrofico innalzamento del livello del mare poiché si sta sciogliendo rapidamente in modi inaspettati.

Le nuove scoperte nelle profondità ghiacciate dell'Antartide, ghiaccio antartico, ghiacciaio dell'apocalisse

Ecco cosa ha provocato il ritiro del Ghiacciaio dell’Apocalisse

Il ghiacciaio dell’Apocalisse ha all’incirca le dimensioni della Florida e si trova nell’Antartide occidentale. Parte di ciò che lo tiene in posizione è una piattaforma di ghiaccio che sporge sulla superficie dell’oceano. La piattaforma agisce come un sughero, trattenendo il ghiacciaio sulla terraferma e fornendo un’importante difesa contro l’innalzamento del livello del mare.

Una sostanziale perdita di ghiaccio è stata osservata nella regione antartica a partire dagli anni ’70, ma un nuovo studio suggerisce che, almeno per alcune regioni significative, in realtà è iniziata già negli anni ’40, e forse anche prima.

Un gruppo di ricerca guidato dall’Università di Houston ha raccolto nuclei di rocce sedimentarie da sette località vicino al massiccio ghiacciaio dell’ Apocalisse e al vicino ghiacciaio Pine Island per determinare con precisione quando la corrente di fusione ha iniziato ad aumentare.



Risalenti a oltre 10.000 anni fa, i campioni di roccia raccontano la storia delle piattaforme di ghiaccio prima che avessimo i satelliti per osservarle e potrebbero aiutare a confermare le stime sulla storia del ritiro del ghiacciaio Thwaites.

 Ghiacciaio dell'Apocalisse

Con un diametro di circa 120 chilometri, questo vasto fiume di ghiaccio è uno dei ghiacciai più grandi della Terra. A volte è conosciuto come il “Ghiacciaio dell’Apocalisse”, perché la sua scomparsa significherebbe un cambiamento significativo e irreversibile in Antartide.

Le misurazioni basate sulle caratteristiche dei nuclei vicino a entrambi i ghiacciai hanno corrisposto abbastanza bene da consentire ai ricercatori di concludere che stavano osservando gli effetti di cambiamenti su larga scala nell’ambiente antartico.

Quello che è particolarmente importante nel nostro studio è che questo cambiamento non è casuale né specifico per un ghiacciaio“, ha spiegato la geologa Rachel Clark, dell’Università di Houston: “Fa parte di un contesto più ampio di cambiamento climatico. Non si può semplicemente ignorare ciò che sta accadendo su questo ghiacciaio”.

L’influenza di El Niño sul Ghiacciaio dell’Apocalisse

Insieme ai modelli precedenti, i risultati indicano un modello climatico estremo El Niño, un cambiamento nei modelli meteorologici globali, che ha riscaldato le acque dell’Antartide occidentale tra il 1939 e il 1942 e potrebbe aver preceduto un significativo ritiro della piattaforma di ghiaccio.

Il ghiacciaio Thwaites è in pericolo, Ghiacciaio dell'Apocalisse

Questi fattori esterni, piuttosto che le dinamiche interne al ghiaccio stesso, sono stati sufficienti a far sì che una parte maggiore del ghiaccio fluttuasse liberamente anziché aderire al fondale marino. Il ritiro di questa zona di radicamento contribuisce a una maggiore instabilità e a un maggiore scioglimento poiché una parte maggiore della base di ghiaccio entra in contatto con le acque riscaldate.

Secondo i ricercatori, il loro studio implica che una volta che la calotta glaciale inizia a ridursi, lo scioglimento può continuare per decenni anche se i fattori scatenanti iniziali non esistono più. Questa è una considerazione importante per gli scienziati che studiano lo scioglimento dei ghiacci.

È significativo che El Niño sia durato solo un paio d’anni, ma i due ghiacciai, Thwaites e Pine Island, continuano a ritirarsi in modo importante“, ha specificato la geologa Julia Wellner, dell’Università di Houston: “Una volta che il sistema viene sbilanciato, la ritirata continua“.

Le conseguenze del continuo scioglimento del Ghiacciaio dell’Apocalisse

Si ritiene che il Ghiacciaio dell’Apocalisse abbia visto una perdita netta di oltre 1.000 miliardi di tonnellate di ghiaccio dall’inizio del secolo, e comprendere meglio come sia stato innescato l’aumento dello scioglimento in passato può aiutarci a modellare la portata dei problemi futuri.

Il ghiacciaio è significativo non solo per il suo contributo all’innalzamento del livello del mare, ma perché agisce come un tappo nella bottiglia che trattiene dietro di sé un’area più ampia di ghiaccio“, ha aggiunto Wellner.

La piattaforma di ghiaccio galleggiante ai margini del ghiacciaio Thwaites ha perso il contatto con i massimi del fondale marino a metà del XX secolo, contemporaneamente alla piattaforma di ghiaccio del vicino ghiacciaio di Pine Island.

Il cambiamento climatico potrebbe innescare giganteschi tsunami in Antartide, ghiaccio antartico, Ghiacciaio dell'Apocalisse

Il ritiro sincrono del ghiaccio di questi due principali flussi di ghiaccio suggerisce che, piuttosto che essere guidato da dinamiche interne uniche per ciascun ghiacciaio, il ritiro nel settore del drenaggio del Mare di Amundsen deriva da fattori oceanografici e atmosferici esterni, che recenti studi di modellizzazione mostrano essere modulati dalla variabilità climatica.

Recenti simulazioni numeriche stimano che il contributo dell’Antartide all’innalzamento medio globale del livello del mare, causato principalmente dallo scioglimento della calotta glaciale dell’Antartide occidentale (WAIS), raggiungerà circa 5-6 cm entro l’anno 2.100 .

Se Thwaites viene destabilizzato, allora c’è il rischio che tutto il ghiaccio nell’Antartide occidentale venga destabilizzato“, ha concluso la studiosa.

2