Gemini è il nuovo nome di Bard, il chatbot AI di Google: ecco cosa può fare

Il colosso della ricerca ha comunicato che il suo chatbot AI Bard ora si chiama Gemini e ha lanciato app mobili gratuite e a pagamento per il momento solo negli Stati Uniti

0
145
Gemini è il nuovo nome di Bard, il chatbot AI di Google: ecco cosa può fare
Gemini è il nuovo nome di Bard, il chatbot AI di Google: ecco cosa può fare

Il colosso tecnologico Google ha annunciato che il suo chatbot di intelligenza artificiale (AI), Bard, è stato ufficialmente rinominato Gemini, con il lancio di un’app mobile negli Stati Uniti.

L’8 febbraio, Sissie Hsiao, vicepresidente e direttore generale di Google Assistant e Bard, ha annunciato che il chatbot AI dell’azienda ha ora adottato lo stesso nome del suo modello multimodale di linguaggio di grandi dimensioni.

Gemini rappresenta il modello LLM (Large Language AI) più avanzato di Google chiamato Ultra 1.0. L’azienda afferma che l’intelligenza artificiale è “molto più capace in compiti altamente complessi come la codifica, il ragionamento logico, il seguire istruzioni sfumate e la collaborazione su progetti creativi”.

Secondo il post sul blog dell’azienda, la versione premium del chatbot, il chatbot Gemini Advanced, consente conversazioni più lunghe e dettagliate e una migliore comprensione del contesto. Può essere un tutor personale, aiutare con la codifica avanzata e fare brainstorming su progetti creativi.

8965d9ef 8e00 415a 8da5 45760ebe6890
Screenshot dell’app Gemini che funge da assistente personale. Fonte: Google

Gemini Advanced è disponibile negli Stati Uniti tramite il nuovo abbonamento Google One AI Premium per $ 20 al mese e sarà presto integrato nei servizi Google come Gmail, Documenti, Fogli e Presentazioni.

La nuova app mobile per Gemini è stata lanciata su Android e Apple iOS negli Stati Uniti l’8 febbraio e l’azienda ha dichiarato che sarà presto disponibile in più paesi e lingue.



La versione mobile di Gemini può generare didascalie per foto, rispondere a domande sugli articoli, effettuare chiamate e controllare i dispositivi domestici intelligenti. Vuole essere un assistente AI conversazionale e multimodale.

bae88ed2 da99 4a72 bf5b f744a7447001
Schermata di Gemini Advanced. Fonte: Google

Stiamo lavorando con le autorità di regolamentazione locali per assicurarci di rispettare i requisiti del regime locale prima di poterci espandere“, ha affermato Hsiao.

In un altro post sul blog, il CEO di Google Sundar Pichai ha affermato che la tecnologia alla base di Gemini Advanced sarà finalmente in grado di superare anche le persone più intelligenti nell’affrontare molti argomenti complessi.

Il modello più grande Ultra 1.0 è il primo a superare gli esperti umani in MMLU (massive multitask Language Understanding), che utilizza una combinazione di 57 materie, tra cui matematica, fisica, storia, diritto, medicina ed etica“.

Gemini dovrà affrontare. OpenAI, supportato da Microsoft, ha rilasciato la prima versione di ChatGPT nel novembre 2022 e l’ha aggiornata con GPT-4 nel marzo 2023.

Quando Gemini è stato annunciato nel dicembre 2023, Google ha affermato che la sua versione Ultra ha raggiunto “prestazioni all’avanguardia” in 30 dei 32 benchmark accademici utilizzati nello sviluppo di modelli linguistici di grandi dimensioni.

Nel frattempo, l’8 febbraio, è stato riferito che Google si sta unendo allo sforzo di sviluppare “etichette nutrizionali” per i contenuti digitali che identifichino come sono stati prodotti o alterati, anche con l’intelligenza artificiale.

L’azienda lavorerà con Adobe, BBC, Microsoft, Sony e altri sugli standard tecnici per queste credenziali digitali attraverso la Coalition for Content Provenance and Authenticity.

Indice

Gemini

Gemini, precedentemente noto come Bard, è un chatbot generativo basato sull’intelligenza artificiale sviluppata da Google. Basato sull’omonimo modello linguistico di grandi dimensioni (LLM) e sviluppato come risposta diretta alla rapida ascesa dell’analogo ChatGPT di OpenAI, è stato lanciato con capacità limitata nel marzo 2023 ricevendo un’accoglienza abbastanza tiepida.

Il chatbot era precedentemente basato su PaLM e inizialmente sulla famiglia LaMDA di modelli linguistici di grandi dimensioni. LaMDA è stato sviluppato e annunciato nel 2021, ma non è stato rilasciato al pubblico per estrema cautela. Il lancio di ChatGPT da parte di OpenAI nel novembre 2022 e la sua successiva popolarità hanno colto di sorpresa i dirigenti di Google e li hanno mandati nel panico, provocando una risposta radicale nei mesi successivi.

Dopo aver mobilitato la propria forza lavoro, l’azienda ha lanciato Bard nel febbraio 2023; è stato al centro della scena durante il keynote di Google I/O del 2023 a maggio ed è stato aggiornato a Gemini LLM a dicembre. Bard e Duet AI sono stati unificati sotto il marchio Gemini nel febbraio 2024.

2