Esperienze extracorporee: ecco il loro effetto in chi le vive

Secondo un nuovo studio, le esperienze extracorporee (OBE) possono lasciare un’impressione significativa e duratura in coloro che le vivono e possono anche aumentare i sentimenti di empatia verso gli altri.

Esperienze extracorporee
Mentre le esperienze extracorporee sono state collegate in precedenza a una maggiore empatia, un team dell’Università della Virginia ha esaminato più da vicino la relazione tra i due e i meccanismi cerebrali che potrebbero esserci dietro

Esperienze extracorporee: connettersi con l’Universo

È noto che le esperienze extracorporee si verificano in molti scenari, anche quando le persone sono vicine alla morte o ipnotizzate. Uno studio del 1982 ha riportato che fino al 15% dei partecipanti aveva vissuto almeno un’esperienza extracorporea in un dato momento della sua vita.

Mentre le esperienze extracorporee sono state collegate in precedenza a una maggiore empatia, in questo caso un team dell’Università della Virginia ha esaminato più da vicino la relazione tra i due e i meccanismi cerebrali che potrebbero esserci dietro.

Esperienze extracorporee
È noto che le esperienze extracorporee si verificano in molti scenari, anche quando le persone sono vicine alla morte o ipnotizzate. Uno studio del 1982 ha riportato che fino al 15% dei partecipanti aveva vissuto almeno un’esperienza extracorporea in un dato momento della sua vita.

In particolare, i ricercatori hanno esaminato la dissoluzione dell’ego o la morte dell’ego, in cui il senso di sé di qualcuno evapora e ci si sente molto più connessi a tutto ciò che lo circonda e al resto dell’Universo.

Lo studio

Esploriamo l’idea che le esperienze extracorporee possano generare questi cambiamenti attraverso la dissoluzione dell’ego, che favorisce un profondo senso di unità e interconnessione con gli altri“, ha dichiarato il team guidato dalla neuroscienziata Marine Weiler.

Sappiamo che le OBE possono avere un effetto trasformativo: il 55% di coloro che le sperimentano riferiscono di essere stati profondamente cambiati in seguito, mentre il 40% considera l’OBE che hanno vissuto come l’esperienza più importante della loro vita.

Dopo le esperienze extracorporee, le persone spesso diventano più consapevoli dei bisogni degli altri e mostrano maggiore pazienza con gli altri, ed è qui che entra in gioco l’empatia: la capacità di comprendere e condividere i sentimenti degli altri.

La sensazione di disincarnazione e rimozione dal regno fisico che caratterizza le esperienze extracorporee porta alla dissoluzione dell’ego. Questo poi si sviluppa in un rafforzamento dei rapporti con le altre persone.

Esperienze extracorporee

Il senso di sé non è più centrato sul ‘me’ ed è percepito più come un processo che come un’entità separata“, hanno aggiunto i ricercatori.

Le OBE sono simili all’effetto di una droga psichedelica, hanno indicato i ricercatori, e alcuni dei risultati sono gli stessi, nel senso che queste sostanze che alterano la mente possono farci sentire più connessi con tutti coloro che ci circondano.

Per quanto riguarda i meccanismi alla base di questo fenomeno, lo studio ha indicato la giunzione temporoparietale (TPJ) come una regione del cervello che potrebbe essere coinvolta. Il TPJ gestisce la nostra percezione di dove siamo nello spazio fisico e gestisce gli input dai sensi, e i malfunzionamenti in questa regione sono stati precedentemente collegati alle OBE.

Secondo i ricercatori, potrebbe essere coinvolta l’intera rete della modalità predefinita (di cui fa parte il TPJ): gestisce l’autoriflessione e le narrazioni interne su noi stessi, quindi è legata al nostro ego e può essere interrotta durante e dopo le esperienze extracorporee.

Conclusioni

Questo studio si basa sull’unione dei punti tra ricerche precedenti e non ha comportato alcun esperimento autonomo. Studi futuri potrebbero avvalersi dell’aiuto della realtà virtuale, o di individui che possono autoindurre OBE su richiesta, per esplorarle sperimentalmente.

Esperienze extracorporee

L’esplorazione, il perfezionamento e l’applicazione di metodi per migliorare l’empatia negli individui, sia attraverso la dissoluzione dell’ego correlata all’OBE o altri approcci, è una strada interessante con implicazioni potenzialmente profonde per gli individui e la società in generale“, hanno concluso i ricercatori.

Questa ricerca è stata pubblicata su Neuroscience & Behavioral Reviews.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Pi greco: nuova rappresentazione scoperta nella teoria delle stringhe

I ricercatori hanno trovato una nuova rappresentazione in serie...

In Tendenza

In che modo lo spray anti-THC garantisce la tua tranquillità?

La cannabis è diventata un argomento di preoccupazione per...

Parigi 2024: l’AI al servizio dei giochi olimpici

Intel e il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) hanno siglato...

Funghi: mappata per la 1a volta la distribuzione

La scoperta delle dinamiche di spazi e stagionali prevedibili...

Perché le slot semplici saranno sempre popolari su Elabet?

Nonostante ogni mese ci siano decine, o addirittura centinaia...

BYD Dolphin Stile, Prestazioni e Sostenibilità in un’Auto Elettrica Compatta

Introduzione Nell'era moderna, la sostenibilità non è solo una scelta,...

Offerte Amazon di oggi: mini frigo portatili super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi vorrei proporti i...

L’elusivo effetto Unruh

Un nuovo approccio potrebbe consentire di rilevare l'elusivo effetto Unruh in poche ore, anziché in miliardi di anni

Carburante sostenibile: progettato un nuovo metodo per generarlo

Un team di ricercatori ha dimostrato che l'anidride carbonica,...

Articoli correlati

Popular Categories