SuperBIT: il nuovo telescopio innovativo a basso costo

Il progetto SuperBIT sospenderà un telescopio sotto un pallone delle dimensioni di uno stadio di calcio a 40 chilometri sopra la superficie della Terra

798

Il progetto SuperBIT sospenderà un telescopio sotto un pallone delle dimensioni di uno stadio di calcio a 40 chilometri sopra la superficie della Terra. Il SuperBIT aiuterà gli astronomi ad ottenere delle riprese dello spazio di altissima definizione.

L’arma segreta dietro il progetto SuperBIT è un semplice pallone ad elio, anche se uno che galleggia fino a 40 chilometri al di sopra della superficie della Terra fino ad espandersi, quando completamente gonfio, alle dimensioni di uno stadio di calcio.


Il SuperBIT è è un tentativo di combinare il meglio di entrambi i mondi dell’astronomia orbitante e terrestre, sviluppato da un consorzio di ricercatori del Regno Unito, degli Stati Uniti e del Canada.

I telescopi terrestri convenzionali devono fare i conti con il fatto che l’atmosfera è molto buona nel sostenere tutta la vita umana, ma fastidiosamente cattiva nel far passare la luce dallo spazio senza distorcerla, rendendo difficile scattare foto nitide di oggetti astronomici.

I telescopi orbitali, come anche il telescopio spaziale Hubble, evitano questo problema, ma costano miliardi di dollari per essere assemblati, lanciarli e farli funzionare

Posizionando un telescopio su una piattaforma sospesa sotto un enorme pallone, il team di SuperBIT spera di ottenere immagini nitide come un telescopio spaziale, ma il tutto per un budget di soli 5 milioni di dollari (3,7 milioni di sterline).

“La nuova tecnologia dei palloni rende la visita allo spazio economico, facile e rispettosa dell’ambiente”, ha affermato Mohamed Shaaban, studente di dottorato presso l’Università di Toronto e uno dei ricercatori dietro il progetto.

Una superpressione è simile a un pallone meteorologico convenzionale, ma anziché utilizzare una pelle elastica che può espandersi e contrarsi con il contenuto, mantiene l’elio all’interno di una pressione minima rispetto all’ambiente esterno.

Ciò consente al pallone di rimanere in volo per mesi, con un piccolo movimento verticale, perfetto per un programma astronomico.

Il suo ultimo volo di prova nel 2019 ha dimostrato “straordinaria stabilità di puntamento”, afferma il team di SuperBIT, “con una variazione inferiore a un trentasei millesimo di grado per più di un’ora”.

Ciò dovrebbe consentire a un telescopio di ottenere immagini nitide come quelle del telescopio spaziale Hubble

Il lancio dell’esclusivo telescopio SuperBIT è previsto per aprile 2022,da Wanaka, in Nuova Zelanda, circumnavigherà la Terra diverse volte, scattando foto tutta la notte prima di ricaricare le batterie durante il giorno.

Il telescopio è unico in quanto verrà lanciato nella stratosfera terrestre per mezzo di una palla riempita di elio delle dimensioni di uno stadio

Alla fine, tornerà sulla Terra, ma anche questo porta dei benefici: il design può essere ottimizzato e migliorato nel tempo, dove i telescopi orbitali convenzionali sono proibitivi da aggiornare.

“SuperBIT può essere continuamente riconfigurato e aggiornato”, ha aggiunto Shaaban, “ma la sua prima missione osserverà i più grandi acceleratori di particelle dell’universo: collisioni tra ammassi di galassie”.

Queste collisioni dovrebbero gettare un po’ di luce sulle proprietà della materia oscura, che si pensa costituisca la maggior parte della massa nell’universo ma impossibile da identificare se non per i suoi effetti gravitazionali sulla materia convenzionale.

“I cavernicoli potrebbero spaccare le rocce insieme, per vedere di cosa sono fatti”, ha aggiunto il prof. Richard Massey della Durham University, un altro dei membri del progetto. “SuperBIT sta cercando lo scricchiolio della materia oscura. È lo stesso esperimento, hai solo bisogno di un telescopio spaziale per vederlo”.

Al progetto partecipano scienziati dell’Università di Toronto (Canada), della Princeton University (USA), della Durham University (Regno Unito), nonché degli specialisti della NASA e dell’Agenzia spaziale canadese.

Il telescopio SuperBIT ha uno specchio di mezzo metro, insieme ad esso raggiungerà un’altezza di 40 km usando una palla riempita di elio, il cui volume è di 532 mila metri cubi. Il budget del progetto è di 5 milioni di dollari, compresa la costruzione e la manutenzione del sistema, ed è molto più economico dei telescopi in orbita.

Il progetto è stato lanciato per dimostrare le capacità di sistemi relativamente economici, ma sufficientemente efficaci, che non presentano gli svantaggi dei tradizionali osservatori a terra, che non sono protetti né dalle notti nuvolose né dallo smog degli incendi boschivi.