Cranio di Pliosauro fossile rinvenuto nella Jurassic Coast, in Dorset

Il cranio di un colossale pliosauro, un mostro marino preistorico, è stato estratto dalle scogliere della Jurassic Coast nel Dorset. Il cranio in questione appartiene a un pliosauro, un formidabile rettile marino che incuteva terrore negli oceani circa 150 milioni di anni fa.

Con una lunghezza di 2 metri, il teschio fossile è uno dei più completi mai ritrovati della sua specie. Secondo quanto riportato dalla Bbc, la scoperta sarà al centro di uno speciale dedicato, condotto da David Attenborough, in programma per il giorno di Capodanno.

Questo straordinario reperto sta rivelando nuove e affascinanti informazioni su uno dei predatori più antichi della storia marina. Il paleontologo Steve Etches ha spiegato, tramite alcune dichiarazioni riportate da AGI: “È uno dei migliori fossili su cui abbia mai lavorato. Ciò che lo rende unico è che è completo”.

Il cranio del mostro marino

La mandibola inferiore e la parte superiore del cranio sono saldamente connesse, replicando la loro posizione naturale. Questo livello di dettaglio è un caso raro nel mondo degli esemplari fossili, dove spesso mancano diverse parti. Nel caso specifico, tutte le ossa sono intatte, compresi i 130 denti che spiccano con la precisione di rasoi.

pliosauro

Questi denti, taglienti e affilati, erano in grado di infliggere ferite mortali con un solo morso. Dotati di sottili creste progettate per perforare la carne, potevano essere rapidamente ritratti, pronti per un secondo attacco, rendendo questo predatore marino un formidabile cacciatore.

La lunghezza del cranio supera l’altezza della maggior parte degli esseri umani, fornendo un’indicazione della straordinaria dimensione complessiva di questa creatura. Il pliosauro si cibava principalmente di altri rettili marini, inclusi il suo cugino a collo lungo, il plesiosauro, e l’ittiosauro simile a un delfino. Tuttavia, i ritrovamenti fossili rivelano una sorprendente natura cannibale, indicando che non esitava a cibarsi dei suoi simili.

Come è stato recuperato

Il recupero del cranio è già di per sé un’avventura affascinante. Tutto è iniziato con una scoperta fortuita durante una passeggiata lungo una spiaggia vicino a Kimmeridge Bay, situata lungo la celebre Jurassic Coast, un sito del patrimonio dell’umanità nel sud dell’Inghilterra. Phil Jacobs, amico di Steve Etches e appassionato di fossili, ha notato la punta del muso del pliosauro emergere tra i ciottoli. Tuttavia, la domanda cruciale era: dov’era il resto dell’animale?

Un rilevamento effettuato da un drone lungo l’imponente parete rocciosa ha identificato una possibile posizione, ma il problema era che l’unico modo per procedere con lo scavo era calarsi dall’alto, aggiungendo un tocco di avventura e sfida al processo di recupero.

Rimuovere i fossili: un processo difficile

Il processo di rimozione dei fossili dalla roccia è sempre un lavoro minuzioso e delicato, ma farlo mentre si penzola da una corda a 15 metri sopra una spiaggia richiede un altro livello di abilità. Il coraggio, la dedizione e i mesi dedicati alla meticolosa pulitura del teschio hanno sicuramente ripagato. Gli scienziati di tutto il mondo sono ansiosi di esaminare il fossile per ottenere nuove informazioni su come questi straordinari rettili vivevano e dominavano il loro ecosistema.

Che animale era il pliosauro?

Il pliosauro è un genere estinto di rettile marino appartenente all’ordine dei plesiosauri. Viveva durante il periodo Giurassico e il Cretaceo, circa 200-65 milioni di anni fa. Questi animali avevano corpi massicci, teste grandi e mascelle potenti, con denti affilati adatti per la caccia. Le specie di pliosauri variavano nelle dimensioni, ma molte erano predatori dominanti nei mari del Mesozoico.

Il termine “pliosauro” è spesso usato in modo generico per riferirsi a diverse specie simili, tra cui il Pliosaurus e il Liopleurodon. Il Pliosaurus, in particolare, è noto per le sue dimensioni impressionanti e la sua abilità predatrice. La scoperta di fossili come il precitato cranio fornisce preziose informazioni sulla vita marina preistorica e sull’ecologia degli oceani in tempi antichi.

Più letti nella settimana

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Perché l’Homo sapiens è sopravvissuto a tutte le altre specie umane?

Gli Homo sapiens sono gli unici rappresentanti sopravvissuti dell'albero...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

In Tendenza

Ramses: la missione di difesa planetaria verso Apophis

Il programma Space Safety dell'ESA ha ricevuto l'autorizzazione a...

Venere di Brassempouy: all’avanguardia già 23.000 anni fa

La Venere di Brassempouy è una straordinaria scultura in...

Reattore nucleare a prova di fusione: incredibile da 105 MW

La Cina ha recentemente raggiunto un traguardo significativo nel...

Progetto ITER: svolta nell’energia da fusione

Il progetto di energia da fusione ITER ha segnato...

Syntrichia caninervis: il muschio pronto per colonizzare Marte

La Syntrichia caninervis, un muschio del deserto, ha dimostrato...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Cosa sono i prodotti a base di CBD e quali sono i loro benefici

Il cannabidiolo, comunemente noto come CBD, è uno dei...

Infezioni urinarie: in arrivo un vaccino per prevenirle?

Le infezioni urinarie rappresentano una delle condizioni mediche più...

Articoli correlati

Popular Categories