Il video della discesa di Perseverance su Marte

Un nuovo video inviato dal rover Mars 2020 Perseverance su Marte racconta le fase salienti degli ultimi minuti del suo ingresso, discesa e atterraggio (EDL) sul Pianeta Rosso

570

Un nuovo video inviato dal rover Mars 2020 Perseverance della NASA racconta le fase salienti durante gli ultimi minuti del suo ingresso, discesa e atterraggio (EDL) sul Pianeta Rosso il 18 febbraio, quando la navicella è atterrata sulla superficie di Marte. 

Dopo l’atterraggio di Perseverance su Marte, un microfono del rover ha fornito anche la prima registrazione audio dei suoni di Marte.

Dal momento del gonfiaggio del paracadute, il sistema di telecamere copre l’intera discesa, mostrando parte dell’intensa corsa del rover verso il cratere Jezero di Marte. Il filmato delle telecamere ad alta definizione a bordo della navicella inizia a 11 chilometri sopra la superficie, mostrando il dispiegamento del paracadute supersonico più grande mai inviato in un altro mondo, e termina con l’atterraggio del rover nel cratere.

Per coloro che si chiedono come si atterra su Marte – o perché è così difficile – o quanto sarebbe bello farlo – non è necessario cercare oltre“, ha detto l’amministratore della NASA Steve Jurczyk. “Perseverance ha appena iniziato la sua missione e ha già fornito alcune delle immagini più iconiche nella storia dell’esplorazione spaziale“.

Un emozionante filmato che riprende l’atterraggio di Perseverance su Marte nel cratere Jezero. Il filmato reale in questo video è stato catturato da diverse telecamere che fanno parte della suite di ingresso, discesa e atterraggio del rover. 
Le visualizzazioni includono una telecamera che guarda in basso dallo stadio di discesa della navicella (una specie di jet pack alimentato a razzo che aiuta a far volare il rover verso il suo sito di atterraggio), una telecamera sul rover che guarda lo stadio di discesa, una telecamera in cima l’aeroshell (una capsula che protegge il rover) che guarda il paracadute e una telecamera sul fondo del rover che guarda la superficie marziana. 
L’audio incorporato nel video proviene dalle chiamate di controllo missione durante l’entrata, la discesa e l’atterraggio.
Crediti: NASA / JPL-Caltech

Lunedì è stato anche rilasciato il primo panorama della missione del luogo di atterraggio del rover, ripreso dalle due telecamere di navigazione posizionate sul suo albero. L’astrobiologo robotico a sei ruote, il quinto rover che l’agenzia ha sbarcato su Marte, sta attualmente effettuando un controllo approfondito di tutti i suoi sistemi e strumenti.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il video della discesa di Perseverance su Marte

Questo video della discesa di Perseverance è il più vicino possibile al vivere l’atterraggio su Marte senza indossare una tuta a pressione“, ha detto Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA per la scienza. “Dovrebbe diventare una visione obbligatoria per giovani donne e uomini che non solo vogliono esplorare altri mondi e costruire la navicella spaziale che li porterà lì, ma vogliono anche far parte dei diversi team che raggiungeranno gli audaci obiettivi cui puntiamo per il futuro.”

La vista più intima al mondo dell’atterraggio di Perseverance su Marte inizia circa 230 secondi dopo che la sonda è entrata nell’atmosfera superiore del Pianeta Rosso a 20.100 km / h. Il video si apre in nero, con l’obiettivo della telecamera ancora coperto all’interno del vano del paracadute. 

In meno di un secondo, il paracadute della navicella si schiera e si trasforma da un cilindro compresso di nylon, Technora e Kevlar di 46 x 66 centimetri in un cilindro completamente gonfiato di 21,5 metri. Le decine di migliaia di libbre di forza che il paracadute genera in un periodo così breve sollecita sia il paracadute che il veicolo.

Ora abbiamo finalmente una visuale in prima fila su quelli che chiamiamo ‘i sette minuti di terrore‘ durante l’atterraggio su Marte“, ha detto Michael Watkins, direttore del Jet Propulsion Laboratory della NASA, che gestisce la missione per l’agenzia. “Dall’apertura del paracadute al pennacchio dei razzi di atterraggio che invia polvere e detriti in volo all’atterraggio, è assolutamente impressionante“.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il video cattura anche lo scudo termico che cade dopo aver protetto Perseverance dalle temperature torride durante il suo ingresso nell’atmosfera marziana. La visuale verso il basso dal rover oscilla dolcemente come un pendolo durante la fase di discesa, con Perseverance attaccato appeso al paracadute. 

Il paesaggio marziano si avvicina rapidamente quando la fase di discesa – il “jetpack” a volo libero del rover, inizia la decelerazione utilizzando motori a razzo e poi abbassa il rover in superficie sui cavi e, infine, si libera, allontanandosi sotto la spinta dei suoi otto propulsori.

Quindi, 80 secondi e 2.130 metri dopo, le telecamere catturano la fase di discesa che esegue la manovra della gru aerea sul sito di atterraggio: il pennacchio dei suoi motori a razzo solleva polvere e piccole rocce che probabilmente sono state sul posto per miliardi di anni. 

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Abbiamo inserito il sistema di telecamere EDL sul veicolo spaziale non solo per avere l’opportunità di comprendere meglio le prestazioni del nostro veicolo spaziale durante l’entrata, la discesa e l’atterraggio, ma anche perché volevamo portare il pubblico con sé nella corsa di una vita: l’atterraggio sulla superficie di Marte“, ha affermato Dave Gruel, ingegnere capo per la telecamera EDL di Mars 2020 Perseverance e il sottosistema del microfono al JPL. 

Sappiamo che il pubblico è affascinato dall’esplorazione di Marte, quindi abbiamo aggiunto il microfono EDL Cam al veicolo perché speravamo che potesse migliorare l’esperienza, soprattutto per i fan dello spazio ipovedenti, e coinvolgere e ispirare le persone in tutto il mondo”.

Il filmato termina con le ruote in alluminio di Perseverance che entrano in contatto con la superficie a 2,6 km / h, quindi le lame sparate pirotecnicamente tagliano i cavi che lo collegano alla fase di discesa ancora in bilico. La fase di discesa quindi sale e accelera nella manovra flyaway programmata.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Se questo fosse un vecchio film western, direi che la fase di discesa era il nostro eroe che cavalcava lentamente verso il tramonto, ma gli eroi sono effettivamente qui sulla Terra“, ha detto Matt Wallace, vice project manager di Mars 2020 Perseverance al JPL. “Ho aspettato 25 anni per avere l’opportunità di vedere un veicolo spaziale atterrare su Marte. Valeva la pena aspettare. Essere in grado di condividere questo con il mondo è un grande momento per il nostro team“.

Cinque telecamere commerciali standard posizionate su tre diversi componenti di veicoli spaziali hanno raccolto le immagini. Due telecamere sul guscio posteriore, che incapsulava il rover durante il suo viaggio, hanno ripreso le immagini del paracadute che si gonfiava. Una telecamera sulla fase di discesa ha fornito una visuale verso il basso, inclusa la parte superiore del rover, mentre due sul telaio del rover hanno offerto prospettive sia verso l’alto che verso il basso.

Ora, dopo l’atterraggio di Perseverance su Marte, il team di gestione del rover continua la sua ispezione iniziale dei sistemi di Perseverance e delle sue immediate vicinanze. Lunedì, il team controllerà cinque dei sette strumenti del rover e farà le prime osservazioni meteorologiche con lo strumento Mars Environmental Dynamics Analyzer

Nei prossimi giorni dovrebbe essere trasmesso un panorama a 360 gradi di Jezero ripreso dalla Mastcam-Z, fornendo uno sguardo alla massima risoluzione sulla strada da percorrere.

Maggiori informazioni sulla missione

Un obiettivo chiave della missione di Perseverance su Marte è l’astrobiologia, inclusa la ricerca di segni di antica vita microbica. Il rover caratterizzerà la geologia del pianeta e il clima passato, aprirà la strada all’esplorazione umana del Pianeta Rosso e sarà la prima missione a raccogliere e memorizzare roccia e regolite marziane.

Successive missioni della NASA, in collaborazione con l’ESA (Agenzia spaziale europea), invieranno veicoli spaziali su Marte per raccogliere questi campioni sigillati dalla superficie e riportarli sulla Terra per un’analisi approfondita.