Cos’è il Bitcoin Cash?

Sin dal suo inizio, ci sono state domande sulla capacità del bitcoin di scalare in modo efficace. Le transazioni che coinvolgono la valuta digitale bitcoin vengono elaborate, verificate e archiviate all’interno di un registro digitale noto come blockchain

Blockchain è una rivoluzionaria tecnologia di registrazione del libro mastro. Rende i registri molto più difficili da manipolare perché la realtà di ciò che è accaduto è verificata dalla regola della maggioranza, non da un singolo attore. Inoltre, questa rete è decentralizzata; esiste sui computer di tutto il mondo.

Il problema con la tecnologia blockchain nella rete Bitcoin è che è lenta, soprattutto rispetto alle banche che si occupano di transazioni con carte di credito. La popolare società di carte di credito Visa, ad esempio, elabora quasi 150 milioni di transazioni al giorno, con una media di circa 1.700 transazioni al secondo. La capacità dell’azienda in realtà supera di gran lunga quella, a 65.000 messaggi di transazione al secondo.

Quante transazioni può elaborare la rete bitcoin al secondo? Sette. 

L’elaborazione delle transazioni può richiedere diversi minuti o più. Con la crescita della rete di utenti di bitcoin, i tempi di attesa si sono allungati perché ci sono più transazioni da elaborare senza un cambiamento nella tecnologia sottostante che le elabora.

I dibattiti in corso sulla tecnologia di bitcoin si sono occupati di questo problema centrale di ridimensionamento e aumento della velocità del processo di verifica delle transazioni. 

Sviluppatori e minatori di criptovaluta hanno escogitato due principali soluzioni a questo problema. La prima consiste nel ridurre la quantità di dati che deve essere verificata in ogni blocco, creando così transazioni più veloci ed economiche, mentre la seconda richiede di aumentare i blocchi di dati, in modo che più informazioni possano essere elaborate contemporaneamente. 

Bitcoin Cash (BCH) è stato sviluppato da queste soluzioni. Di seguito, daremo uno sguardo più da vicino a come bitcoin e BCH differiscono l’uno dall’altro.

Bitcoin Cash, punti fermi

  • Bitcoin è limitato dal tempo di elaborazione delle transazioni, un problema che ha causato spaccature tra le fazioni all’interno delle comunità di mining e sviluppo di bitcoin.
  • Bitcoin Cash è stato avviato da minatori e sviluppatori di bitcoin preoccupati per il futuro della criptovaluta bitcoin e per la sua capacità di scalare in modo efficace.
  • Mentre i blocchi bitcoin sono limitati a 1 MB, i blocchi BCH sono 8 MB.

Bitcoin

Nel luglio 2017, i pool minerari e le società che rappresentano circa l’80-90% della potenza di calcolo di bitcoin hanno votato per incorporare una tecnologia nota come testimone segregato, chiamata SegWit2x

SegWit2x riduce la quantità di dati che devono essere verificati in ciascun blocco rimuovendo i dati della firma dal blocco di dati che devono essere elaborati in ogni transazione e collegandoli in un blocco esteso. Si stima che i dati della firma rappresentino fino al 65% dei dati elaborati in ciascun blocco, quindi non si tratta di un cambiamento tecnologico insignificante. 

Si è parlato di raddoppiare la dimensione dei blocchi da 1 MB a 2 MB nel 2017 e nel 2018 e, a febbraio 2019, la dimensione media dei blocchi di bitcoin è aumentata a 1,305 MB, superando i record precedenti. Entro gennaio 2020, tuttavia, la dimensione del blocco è diminuita in media fino a raggiungere 1 MB.

La dimensione del blocco più grande aiuta in termini di miglioramento della scalabilità di bitcoin. Nel settembre 2017, una ricerca pubblicata dall’exchange di criptovalute BitMex ha dimostrato che l’implementazione di SegWit ha contribuito ad aumentare la dimensione del blocco, in un contesto di costante adozione della tecnologia.

Bitcoin Cash

Bitcoin Cash è una storia diversa. 

Bitcoin Cash è stato avviato da minatori e sviluppatori di bitcoin ugualmente interessati al futuro della criptovaluta e alla sua capacità di scalare in modo efficace. Tuttavia, queste persone avevano le loro riserve sull’adozione di una tecnologia di verifica segregata. Sostanzialmente, ritenevano che SegWit2x non affrontasse il problema fondamentale della scalabilità in modo significativo, né seguisse la roadmap inizialmente delineata da Satoshi Nakamoto. 

Inoltre, il processo di introduzione di SegWit2x come strada da percorrere è stato tutt’altro che trasparente e si temeva che la sua introduzione avrebbe minato il decentramento e la democratizzazione della valuta.

Nell’agosto 2017, alcuni miner e sviluppatori hanno avviato quello che è noto come hard fork, creando di fatto una nuova valuta: BCH. 

BCH ha la sua blockchain e le sue specifiche, inclusa una distinzione molto importante dal bitcoin. BCH ha implementato una dimensione del blocco aumentata di 8 MB per accelerare il processo di verifica, con un livello di difficoltà regolabile per garantire la sopravvivenza della catena e la velocità di verifica delle transazioni, indipendentemente dal numero di miner che la supportano.

Bitcoin Cash è quindi in grado di elaborare le transazioni più rapidamente rispetto alla rete Bitcoin, il che significa che i tempi di attesa sono più brevi e le commissioni di elaborazione delle transazioni tendono ad essere inferiori. La rete Bitcoin Cash può gestire molte più transazioni al secondo rispetto alla rete Bitcoin. 

Tuttavia, con il tempo di verifica della transazione più veloce arrivano anche gli svantaggi. 

Un potenziale problema con la dimensione del blocco più grande associata a BCH è che la sicurezza potrebbe essere compromessa rispetto alla rete Bitcoin. Allo stesso modo, il bitcoin rimane la criptovaluta più popolare al mondo e la più grande per capitalizzazione di mercato, quindi gli utenti di BCH potrebbero scoprire che la liquidità e l’usabilità nel mondo reale sono inferiori rispetto a bitcoin.

Il dibattito su scalabilità, elaborazione delle transazioni e blocchi è continuato oltre il fork che ha portato a Bitcoin Cash. Nel novembre del 2018, ad esempio, la rete Bitcoin Cash ha sperimentato un proprio hard fork, che ha portato alla creazione di un’altra derivazione del bitcoin chiamata Bitcoin SV. 

Bitcoin SV è stato creato nel tentativo di rimanere fedele alla visione originale del bitcoin che Satoshi Nakamoto ha descritto nel white paper bitcoin, apportando anche modifiche per facilitare la scalabilità e velocità di transazione più elevate.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Pi greco: nuova rappresentazione scoperta nella teoria delle stringhe

I ricercatori hanno trovato una nuova rappresentazione in serie...

In Tendenza

Cosa sono i prodotti a base di CBD e quali sono i loro benefici

Il cannabidiolo, comunemente noto come CBD, è uno dei...

Infezioni urinarie: in arrivo un vaccino per prevenirle?

Le infezioni urinarie rappresentano una delle condizioni mediche più...

Offerte Amazon di oggi: mini lavastoviglie portatili super scontate!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

RTNet: L’AI che sta imparando a pensare come gli esseri umani

I ricercatori del Georgia Tech hanno sviluppato una rete...

Progetto VIPER: inaspettato nessun lancio nel 2025

Il progetto VIPER (Volatiles Investigating Polar Exploration Rover) della...

TeraNet: laser spaziali per velocità internet 1000x

La 'TeraNet' della University of Western Australia, una rete...

Guerra del Golfo: scoperta la causa della malattia nei veterani

Uno studio della Griffith University ha rivelato che la...

Flavanoli per controllare la pressione sanguigna naturalmente

Gli alimenti ricchi di flavanoli, come mele, bacche, noci e...

Articoli correlati

Popular Categories