10.4 C
Rome
mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeEcologia e AmbienteColtivazioni di Canapa: come pulire le piante

Coltivazioni di Canapa: come pulire le piante

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Grazie al trimmer è possibile automatizzare un’operazione sempre molto impegnativa e delicata: quella che riguarda la pulizia delle piante di canapa rispetto ai fiori e ai rami in eccesso. Al pari della fase di crescita delle piante, anche quella del raccolto ha bisogno di pazienza e richiede una buona dose di attenzione, oltre che di tempo.

Ebbene, con l’aiuto del trimmer si ha l’opportunità di risparmiare un sacco di tempo per avere delle cime impeccabili. Il trimmer è in grado di eliminare foglie di varie dimensioni, siano esse piccole – più vicine ai fiori – o grandi.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Come si usa il trimmer canapa

È possibile adoperare il trimmer canapa tanto con i fiori secchi quanto con quelli freschi. Molti esperti del settore ritengono che la soluzione più scrupolosa sia quella del trimming a secco, che in effetti offre diversi benefici: per esempio le cime si disidratano in più tempo, e inoltre risultano più piacevoli da fumare. È necessario tagliare le piante e poi lasciarle essiccare per circa un mese prima di usare lo strumento.

Occorre asportare unicamente le foglie di dimensioni maggiori: questo permette di contenere il livello di umidità e, di conseguenza, prevenire la formazione di muffa. Con il trimmer a umido si rimuovono immediatamente le foglie che rivestono i fiori, le quali contribuiscono a rallentare vari processi metabolici: questo ha una influenza positiva sul prodotto finale, sia dal punto di vista del sapore che sul piano dell’intensità aromatica.

I benefici offerti dal trimmer

Nelle grandi coltivazioni il trimmer è considerato uno strumento di fondamentale importanza perché permette di proteggere la qualità dei fiori: questi, infatti, hanno bisogno di essere lavorati in tempi rapidi, per non correre il pericolo di ossidarsi. Grazie all’impiego di un trimmer, è possibile ridurre in maniera significativa i tempi di lavorazione: inoltre, non c’è pericolo che i fiori perdano qualità o diventino scuri. Ne deriva un risultato piacevole dal punto di vista estetico, anche in virtù del raccolto uniforme. Non va dimenticato, poi, che il ricorso al trimmer ha effetti positivi anche per ciò che concerne la conservazione dei fiori.

Come scegliere il trimmer

In commercio ci sono diversi tipi di trimmer tra cui è possibile scegliere: i modelli a piano con cilindro, i modelli automatici con piano di lavoro, i modelli a tamburo e i modelli a manovella. Per capire qual è la soluzione più adatta è necessario tenere conto, oltre che del budget che si ha a disposizione, della mole del raccolto. Un piccolo coltivatore può optare per un trimmer a manovella, mentre una industria di coltivazione di dimensioni più grandi dovrà puntare su altro.

Comprare un trimmer canapa online: con Grow Shop Italia è possibile

Chi lo desidera può decidere di comprare un trimmer su Internet: per esempio sul sito di Grow Shop Italia, che mette a disposizione dei propri clienti un vasto catalogo di articoli per la coltivazione al chiuso e all’aperto. L’assistenza fornita dal team di Grow Shop Italia è una garanzia per il cliente: c’è differenza tra chi si limita a vendere e chi ha una vera passione per il mondo delle coltivazioni indoor e outdoor.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

L’acquisto e il noleggio

Non è detto che il trimmer debba per forza essere acquistato: volendo, è possibile anche prenderlo a noleggio. Molto dipende dal budget che si è disposti a investire. Nel caso in cui si voglia optare per un prodotto usato è indispensabile affidarsi a rivenditori certificati, anche per non correre il rischio di imbattersi in sorprese sgradevoli.

Ovviamente è sempre meglio privilegiare i trimmer ancora in garanzia, senza dimenticare di richiedere e conservare lo scontrino. Grazie al noleggio, d’altro canto, è possibile pagare un canone ogni mese invece dell’importo intero, potendo contare su un servizio di assistenza clienti.

Il noleggio può imporre un maggior dispendio di tempo per la ricerca del modello giusto, anche perché quello che si desidera utilizzare potrebbe non essere disponibile: chiaramente non si corrono rischi di questo tipo se si decide di comprare un trimmer nuovo, sempre tenendo conto della qualità dei materiali e della tecnologia alla base del funzionamento.

Articoli più letti