Viaggi nel tempo

La fantascienza ha spesso anticipato molte scoperte e molti scrittori e registi si sono dedicati al tema dei viaggi nel tempo, chi non ricorda la trilogia di "Ritorno al futuro" di Robert Zemeckis o il film "L'uomo che visse nel futuro" tratto da un racconto di H.G.Wells

0
1611

Abbiamo già parlato dei viaggi nel tempo, raccontando che alcuni siti hanno ipotizzato l’esistenza di crononauti, cosi come vengono definiti i “viaggiatori del tempo” che si muoverebbero tra le pieghe del tempo grazie a particolari dispositivi saltando da un’epoca all’altra. Questi crononauti sarebbero stati ritratti in alcune foto o ripresi in alcuni filmati.

Come abbiamo spiegato si trattava di bufale spacciate in rete dai soliti siti acchiappa click. Se è vero che esistono serie ricerche sulla possibilità di viaggiare nel tempo, è anche vero che per ora non esiste nessuna prova certa che un qualche crononauta sia stato registrato con certezza in qualche epoca particolare.

Per molti viaggiare nel tempo è solo questione di “tempo” visto che, ad esempio, solo 100 anni fa sembrava impossibile andare sulla Luna (ad alcuni sembra impossibile ancora, ma questo è un altro discorso) ma, insomma, potrebbe accadere anche domani che qualche scienziato inventi un qualche tipo di dispositivo che permetta lo spostamento nelle varie epoche.

La fantascienza ha spesso anticipato molte scoperte e molti scrittori e registi si sono dedicati al tema del viaggio nel tempo, chi non ricorda la trilogia di “Ritorno al futuro” di Robert Zemeckis o il film “L’uomo che visse nel futuro” tratto da un racconto di H.G.Wells?

Giorni fa mi è venuta in mente una storia, letta alcuni anni fa su una rivista ufologica: un trafiletto di poche righe raccontava come uno scienziato Russo fosse impegnato alla realizzazione di una macchina del tempo.



Una veloce ricerca su internet mi ha dato la possibilità di ritrovare quella vecchia notizia per capire che fine ha fatto lo scienziato e la sua macchina per i viaggi nel tempo.

Lo scienziato si chiamava Vladimir Cernobrov ed era un ingegnere russo. Chernobrov affermava di aver compiuto con successo alcuni esperimenti con delle cavie animali. Lo scienziato russo raccontava di aver mandato due minuti nel futuro un topolino e di averlo riportato indietro sano e salvo.

Ecco come Chernobrov svolse il suo esperimento:

1-Chernobrov ha spedito di due minuti nel futuro, un topolino, diciamo alle 8:00;

2-Lo scienziato, alle 8.01, si è visto ritornare indietro il topolino con un nastrino rosso legato al collo;

3-Ore 8.02: Compare dal nulla un topolino (ce n’è già uno nella gabbietta). Lo scienziato gli lega al collo un nastrino rosso e lo rimanda indietro nel passato, all’ora 8.01.

Ovviamente nessuno sa come funziona la macchina per i viaggi nel tempo di Chernobrov, lo scienziato avrebbe consegnato dei disegni a un giornale ma sul funzionamento si sa veramente poco, perché l’invenzione sarebbe ancora in lavorazione, ma per quanto se ne sa si basa sicuramente sull’elettromagnetismo.

Viaggi nel tempo e truffe

Le poche e scarne notizie recuperate affermano che la macchina per i viaggi nel tempo ha la forma di una capsula ovoidale simile alla ‘Vostok‘ del primo cosmonauta russo Yuri Gagarin. Intorno alla capsula ruotano degli elettromagneti molto potenti, capaci di creare, non si sa come, un ponte spazio-temporale.

Chernobrov aveva già scelto quello che sarebbe dovuto diventare il primo crononauta della storia, tale Ivan Konov, un giovane programmatore di Computer che a detta Chernobrov sarebbe in eccellente forma fisica e con una psiche estremamente forte.

Le notizie si fermano qui, degli esperimenti dal lontano 2003 non si sa altro, sono stati effettuati? Non lo sappiamo. Che fine ha fatto il crononauta scelto da Cernobrov? Nessuno ne sa nulla.

Non ci resta che cercare di capire chi è Cernobrov e anche qui grazie a internet troviamo alcune notizie su Wikipedia che ci schiariscono le idee.

Vadim Aleksandrovič Černobrov Oblast‘ di Volgograd, 1965 – 18 maggio 2017) è stato uno pseudoscienziato russo, ufologo e fondatore dell’organizzazione Kosmopoisk. Le sue pretese scoperte e invenzioni gli hanno procurato una quantità di accuse sulla assenza di scientificità dei suoi sistemi, fino a vere e proprie accuse di truffa.

Durante gli studi iniziò un progetto non ufficiale sulle anomalie temporali e sullo sviluppo di una fantascientifica macchina per i viaggi nel tempo. Nel 1980 nacque un piccolo gruppo di studenti, che in seguito crebbero in numero e importanza fino a creare il Kosmopoisk, il cui primo studio furono alcune segnalazioni di presunte anomalie temporali nella Russia centrale.

Scrisse diversi libri su eventi inspiegabili, accaduti in tutto il territorio della Federazione.

Insomma, uno dei tanti imbonitori alla ricerca di gloria e denaro basati sul nulla.

2