Via libera all’assemblaggio finale del Supersonic Jet “Quiet” della NASA

QueSST, o X-59 Quiet SuperSonic, è un jet sperimentale sviluppato dall'agenzia spaziale NASA con un design aeronautico specifico destinato a ridurre i bang sonici quando l'aereo raggiunge la velocità di mach 1.

0
1396
Indice

Il futuro era arrivato e gli uomini avrebbero potuto compiere migliaia di chilometri in metà tempo rispetto ai mezzi convenzionali sub sonici, ma c’era un grosso problema, anzi, più che definirlo grosso, dovremo definirlo rumoroso.

Il volo supersonico iniziò con un velivolo, sviluppato e costruito dalla Bell, il NACA (National Advisory Committee for Aeronautics) e l’US-Army e denominato Bell X-1.

Fu Charles Elwood Chick Yeager, un personaggio piuttosto singolare dell’aeronautica militare Americana, a pilotare il velivolo abbattendo il muro del suono. Il velivolo era dotato di un endoreattore e necessitava di venire portato in quota da un vettore e “sganciato” analogamente ad un razzo, prima di potere proseguire il volo autonomamente fino alla velocità massima.

Lo stesso NACA, in collaborazione con l’US-Navy e la Douglas lavorava a un progetto parallelo avente come velivolo di riferimento il Douglas D-558 nelle sue varianti. Analogo all’X-1, trattandosi sempre di un velivolo più simile ad un razzo che ad un aereo, ma rispetto all’ X-1 era dotato di ali a freccia e impiegava sia un motore turbogetto che un endoreattore, permettendo quindi alle versioni dotate di turbogetto di decollare autonomamente da terra.

Grazie a questi voli pionieristici negli anni ’60, lo sviluppo di aerei passeggeri supersonici prometteva di rivoluzionare il concetto di viaggio internazionale, riducendo la durata dei voli da New York a Parigi a meno di 3,5 ore – meno della metà della durata dei viaggi subsonici convenzionali.



Con il Concorde, primo e unico aereo passeggeri supersonico, quell’incredibile tempo di viaggio è diventato una lussuosa realtà per ricchi jetsetter, ma l’estremo inquinamento acustico dei boom sonori provocato dagli aerei che infrangevano la velocità del suono causò una brutta frenata al sogno supersonico.

Ora, la NASA ha un piano audace per riportare in vita il trasporto supersonico con l’X-59.

QueSST, o X-59 Quiet SuperSonic, è un jet sperimentale sviluppato dall’agenzia spaziale NASA con un design aeronautico specifico destinato a ridurre i bang sonici quando l’aereo raggiunge la velocità di mach 1.

L’ ambizioso progetto di proof of concept è il risultato di lunghi anni di ricerca e sviluppo e il design ha appena superato un grande ostacolo tecnico questa settimana, ricevendo il nulla osta per l’assemblaggio finale, come annunciato dalla NASA.

Ciò significa che l’X-59 è sulla buona strada per compiere il suo primo volo di prova nel 2021, i cui dettagli saranno confermati e approvati il prossimo anno.

Il jet, che produrrà ancora onde d’urto da bang sonico in misura minore, si prevede che non disturberà i civili a terra, ed è attualmente in fase di costruzione alla Lockheed Martin, un progetto dal costo di quasi 250 milioni di dollari.

Al termine, avremo la possibilità di vedere se la ricerca e lo sviluppo ad alta tecnologia saranno riusciti a mantenere la promessa del volo supersonico silenzioso e, in caso affermativo, i trasporti supersonici potrebbero ancora una volta avere la possibilità di svilupparsi e regalarci un futuro di spostamenti più veloci, sicuri e, perché no, meno inquinanti.

Fonte: Science Alert 

2