6.2 C
Rome
sabato, Novembre 26, 2022
HomeMedicinaUn microrobot rimuove le emorragie cerebrali dovute a ictus o aneurismi

Un microrobot rimuove le emorragie cerebrali dovute a ictus o aneurismi

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Secondo un articolo pubblicato su Nature Communications, un nuovo trattamento per gli ictus causati da sanguinamento nel cervello che utilizza un catetere autopulente abilitato per microrobot a controllo magnetico ha dimostrato di essere efficace all’86% nei modelli animali.

Hyowon “Hugh” Lee, professore associato della Purdue University della Weldon School of Biomedical Engineering, ha creato il microdispositivo a controllo magnetico che rimuove il sangue che si accumula nel cervello durante un ictus. L’innovativa tecnologia è stata testata su modelli di emorragia suina in collaborazione con i neurochirurghi Dr. Timothy Bentley del Purdue’s College of Veterinary Medicine e il Dr. Albert Lee del Goodman Campbell Brain and Spine a Carmel, Indiana.

I microrobot hanno rimosso con successo il sangue in sei dei sette animali nel modello animale da trattamento. “Questa innovazione è un vero progresso nella cura degli ictus, che sono notoriamente difficili da trattare“, ha detto Hugh Lee.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

L’attuale gold standard per il trattamento dell’ictus è un anticoagulante chiamato attivatore del plasminogeno tissutale, che non può essere utilizzato per alcuni ictus emorragici.

I pazienti con emorragie cerebrali hanno un tasso di mortalità fino al 50%“, ha detto Albert Lee. “Attualmente non esiste una grande soluzione terapeutica per l’emorragia intraventricolare. L’unica altra opzione sono i farmaci che risolvono i coaguli di sangue che presentano rischi indesiderati

La tecnologia inventata da Hugh Lee, che è stata sviluppata con un ex studente laureato, Qi Yang, può essere attivata a distanza utilizzando campi magnetici applicati esternamente.

Non c’è bisogno di una fonte di alimentazione impiantata o di un circuito integrato complicato“, ha detto Hugh Lee. “Quando si cambia la direzione del campo magnetico, il microdispositivo si muove come l’ago di una bussola con un magnete nelle vicinanze. Si può utilizzare in un sistema di shunt impiantabile o di un sistema di drenaggio extraventricolare“.

Hugh Lee ha presentato la nuova tecnologia al Purdue Research Foundation Office of Technology Commercialization, che ha depositato un brevetto sulla proprietà intellettuale. Il prossimo passo per sviluppare ulteriormente il dispositivo è ricevere l’approvazione dalla Food and Drug Administration statunitense per uno studio first-in-umano.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Ulteriori informazioni: Qi Yang et al, Application of magnetically actuated self-clearing catheter for rapid in situ blood clot clearance in hemorrhagic stroke treatmentNature Communications (2022). DOI: 10.1038/s41467-022-28101-5

Articoli più letti