Starship: l’esplosione nello spazio ripresa da un amatore – video

"Eccola lì, la Starship ruotava senza controllo, emettendo nuvole di gas in più direzioni"

0
254
Starship: l'esplosione nello spazio ripresa da un amatore - video
Starship: l'esplosione nello spazio ripresa da un amatore - video

Il secondo test di volo della Starship di SpaceX è andato molto meglio del primo ma non è riuscito a completare il programma previsto per il test, secondo cui la Starship avrebbe dovuto entrare in orbita, compiere tre quarti di giro della Terra per poi tuffarsi in una discesa controllata che l’avrebbe portata ad inabissarsi al largo delle isole Hawaii.

Lo scorso 18 novembre l’enorme razzo Starship ha effettuato il suo secondo lancio in assoluto, decollando dallo spazioporto di SpaceX a Boca Chica, in Texas. Il booster Super Heavy del razzo alto 122 metri) è esploso poco dopo la separazione dalla Starship, mentre quest’ultima ha raggiunto un’altitudine di 148 chilometri prima di sperimentare quello che SpaceX ha definito come un “disassemblaggio rapido non programmato“.

Nonostante entrambe le parti del veicolo siano esplose, SpaceX considera il volo di prova un successo. “Tutti i 33 motori Raptor del Super Heavy Booster si sono avviati con successo e, per la prima volta, hanno completato un’accensione per l’intera durata dell’ascesa“, ha scritto SpaceX  in un recente  aggiornamento della missione.

Il video dell’esplosione della Starship

Mentre gli appassionati di voli spaziali e i fotografi di Boca Chica puntavano le loro macchine fotografiche verso il cielo per documentare lo spettacolo, Scott Ferguson di Astronomy Live osservava l’evento da molto più lontano con un diverso tipo di strumento: un telescopio. Osservando dal villaggio di Islamorada nelle Florida Keys, Ferguson ha catturato un’incredibile vista dello stadio superiore della Starship mentre esplodeva nello spazio suborbitale.

Ferguson ha raccontato a Space.com via e-mail come ha catturato questo incredibile filmato.

Avevo pianificato questo scatto negli ultimi due anni“, ha scritto. “L’idea mi è venuta quando ho capito che la Starship avrebbe dovuto volare abbastanza vicino alle Florida Keys per essere ben sopra l’orizzonte durante la seconda fase di combustione. Ho scritto un programma per tracciare i lanci di razzi che ho usato molte volte per filmare i lanci da Cape Canaveral, normalmente utilizzando una combinazione di tracciamento basato su video o tracciamento basato su joystick”.



Mi sono reso conto che la Starship sarebbe probabilmente stata lanciata da Boca Chica durante il giorno, quindi ho ampliato le capacità del mio programma scrivendo una funzione di tracciamento predittivo che utilizza le previsioni della traiettoria dal sito web FlightClub.io in modo che il telescopio si orienti verso il punto dove si aspetta che arrivi il razzo ancora prima che sia visibile. Non ero sicuro che Starship avrebbe riflettuto abbastanza luce solare per essere visibile durante il giorno dalle Keys, ma ho deciso che valeva la pena rischiare”.

Il giorno del lancio, ho chiamato un amico che stava guardando il lancio di persona da Boca Chica, in modo che potesse indicare il momento del lancio e potessi sincronizzare l’inizio del monitoraggio con quel momento senza alcun ritardo nello streaming Internet dal webcast. Questa volta dovevo solo sperare che la prima fase del volo si svolgesse senza intoppi; l’IFT-1 (il primo volo di test della Starship) non si è mai alzato sopra l’orizzonte dal mio punto di osservazione in Florida, e non sarebbe stato prima dei 5 minuti di volo che la Starship avrebbe raggiunto l’orizzonte dalle Keys. Minuto dopo minuto, continuavo a sentire rapporti che tutti i motori erano ancora accesi nel primo stadio”.

Poi il distacco a caldo si è svolto senza problemi. La mia eccitazione ha continuato a crescere. Il primo stadio esplode. Nessun problema per me; ha fatto il suo lavoro mandando Starship in viaggio. Poi, quando Starship si è alzata, il mio cuore è sprofondato quando non sono riuscito a vedere nulla contro il cielo blu Proprio quando pensavo che fosse finita, ho visto improvvisamente una nuvola apparire nella fotocamera del cercatore. Sapevo che doveva essere Starship, quindi ho spostato velocemente il telescopio con il joystick per inquadrarla”.

Cattura

Eccola lì, che girava senza controllo, vomitando nuvole di gas in più direzioni. Mi sono reso conto che la nuvola che ho visto era probabilmente il sistema di terminazione del volo che stava distruggendo il veicolo, eppure mi sembrava che tutto fosse ancora intatto. Ho pensato che il Il sistema di terminazione del volo non era riuscito a farlo esplodere, proprio come l’IFT-1. Solo quando sono tornato a casa e ho rivisto il filmato mi sono reso conto che erano solo la sezione anteriore del muso e i flap anteriori che erano ancora relativamente intatti”.

SpaceX mi ha chiesto se fossi disposto a fornire loro il video e ho già inviato loro la versione stabilizzata del filmato. Sto completando proprio ora il caricamento del file raw originale dalla fotocamera, in modo che possano eseguire la propria analisi del filmato“.

2