Scoperto asteroide miniluna orbitante attorno alla Terra

L'asteroide miniluna è stato avvistato per la prima volta dagli scienziati lo scorso 15 dicembre

0
10013
Scoperto asteroide miniluna orbitan attorno alla Terra, mini-lune

Gli scienziati hanno scoperto un asteroide che, come una miniluna, orbita attorno alla Terra.

Il primo avvistamento risale allo scorso 15 dicembre. La scoperta ufficiale è stata tuttavia registrata il 16 dicembre presso l’Osservatorio MARGO di Nauchnij, in Crimea (tramite il Minor Planet Center ). È stato individuato dall’astronomo dilettante Gennadiy Borisov, che ha anche precedentemente scoperto la prima cometa interstellare conosciuta, secondo CNET.

2022 YG è stato osservato l’ultima volta il 23 dicembre allo Steward Observatory sul Mount Lemmon, in Arizona (tramite il Minor Planet Center). L’Agenzia spaziale europea stima che il suo prossimo passaggio vicino alla Terra sarà intorno al 22 dicembre 2023.

Nonostante sia stato avvistato solo di recente, 2022 YG orbita attorno alla Terra dal 1961 circa, secondo le stime degli astronomi. Probabilmente cointinuerà ad orbitare intorno alla Terra fino al 2181 circa ma gli astronomi faranno ulteriori ricerche per perfezionare tale stima.

Asteroide miniluna: le simulazioni del percorso orbitante

Le simulazioni del percorso orbitale di 2022 YG mostrano che ha una forma insolita: come un ovale allungato, che si estende ben oltre la Terra in due direzioni ma più vicino a noi sugli altri due lati. Questo tipo di orbita si chiama Apollo, dal nome dell’asteroide 1862 Apollo. Secondo il Jet Propulsion Lab della NASA , questo termine si applica agli asteroidi vicini alla Terra ma con un semiasse maggiore più lungo di quello terrestre, il che significa che il suo percorso orbitale è più lungo del nostro in almeno una direzione.



Gli astronomi ritengono che 2022 YG impieghi circa 366 giorni per completare un’orbita attorno alla Terra. L’asteroide non è perfettamente circolare; CNET afferma che si stima che abbia un diametro di circa 16 metri in una direzione e 30 nell’altra.

Il Minor Planet Center registra la lunghezza dell’arco di 2022 YG come otto giorni. Questo è il periodo di tempo durante il quale un oggetto celeste è stato costantemente osservato. La lunghezza dell’arco aiuta gli astronomi a indovinare il percorso orbitale dell’oggetto. 2022 YG è stato finora osservato da nove diversi luoghi sulla Terra, secondo il Minor Planet Center.

Curiosità sulle minilune

Durante il XIX e il XX secolo, varie persone affermarono di aver scoperto “mini-lune”, altri oggetti in orbita attorno alla Terra. Nessuna di queste scoperte si rivelò precisa. Secondo Discover Magazine, le nuvole di polvere o detriti vicino alla luna a volte possono essere scambiate per mini-lune, ma non sono abbastanza solide da qualificarsi. Tuttavia, gli scienziati ritengono che potrebbero esserci più mini-lune di cui non siamo a conoscenza.

Tuttavia, nel 2014 e nel 2016, due piccole meteore, delle palle di fuoco, si sono schiantate sulla Terra e le stime dei loro percorsi orbitali suggerivano che stessero orbitando intorno alla Terra.

La maggior parte delle mini-lune non rimane in orbita attorno alla Terra per molto tempo. Due asteroidi mini-luna confermati scoperti nel 21° secolo sono rimasti con noi solo brevemente. Ciò è dovuto al fatto che la gravità terrestre ha solo una debole presa su di loro e, infatti, il perdurare in orbita terrestre per 220 anni come previsto per 2022 YG è una cosa abbastanza insolita.

La prima mini-luna confermata è stata scoperta nel 2006. L’attrazione gravitazionale della Luna l’ha fatta uscire dall’orbita terrestre nel giugno 2007, dopodiché si è immessa in un’orbita intorno al Sole.

La seconda mini-luna confermata è stata scoperta nel 2020. Chiamata 2020 CD3, era difficile da individuare perché era molto più piccola di 2022 YG, larga solo circa un metro. Probabilmente ha orbitato attorno alla Terra dal 2017 al 2020. aveva un’orbita che la poneva a circa 450.000 chilometri dalla Terra, più o meno la distanza della Luna, secondo quanto riferito da Discover Magazine.

La consapevolezza che il nostro pianeta cattura periodicamente questi piccoli asteroidi che, poi, permangono in orbita anche per diversi anni, apre nuove prospettive per lo studio di questi oggetti che, in un futuro non molto lontano, saranno oggetto di missioni scientifiche di studio e ci permetteranno di imparare molto su come è nato il sistema solare.

2