Scoperta una correlazione tra fumo di marijuana e rischio di cancro ai testicoli

"Quando bruci qualsiasi pianta, generi un numero significativo di agenti cancerogeni"

0
2451

Scoperta una correlazione tra l’abitudine quotidiana al fumo di marijuana e un aumento del rischio di cancro ai testicoli.

Uno studio pubblicato mercoledì su JAMA Network Open ha rilevato che uomini che hanno fumato una o più sigarette o canne di marijuana ogni giorno per 10 anni o più presentano un rischio aumentato del 36% di sviluppare il cancro ai testicoli rispetto a uomini che non hanno mai fumato la sostanza.

Per giungere alla loro conclusione, i ricercatori hanno analizzato 25 studi che esaminavano il legame tra uso di marijuana e cancro ai testicoli, cancro ai polmoni, cancro orale e cancro alla testa e al collo.

Sebbene i ricercatori non abbiano trovato alcuna associazione tra l’uso regolare di marijuana e il cancro polmonare, del collo o orale, hanno scoperto che il fumo regolare di erba per molti anni potrebbe aumentare il rischio di un cancro testicolare di un uomo.

Fumare marijuana rilascia sostanze cancerogene

Come fumare le sigarette, fumare marijuana rilascia sostanze cancerogene.



Questo perché la cannabis, da cui deriva la pianta, come qualsiasi altra pianta, quando brucia rilascia fumo, secondo il dottor Jeffrey Chen, direttore della Cannabis Research Initiative dell’UCLA.

Quando bruci qualsiasi pianta, generi un numero significativo di agenti cancerogeni“, ha spiegato Chen alla rivista Business Insider.

I ricercatori impegnati nello studio non sono stati in grado di determinare per quale ragione la loro meta-analisi ha mostrato un legame tra il fumo di marijuana e il cancro ai testicoli, ma con nessuno degli altri tre tumori che hanno analizzato.

Tuttavia, hanno notato che le diverse popolazioni di ogni studio che hanno analizzato avrebbero potuto contribuire ai loro risultati. Ad esempio, la meta-analisi includeva solo studi scritti in inglese, che avrebbero potuto tralasciare ampie fasce della popolazione.

Inoltre, poiché gli studi sono stati pubblicati tra il 1973 e il 2018, alcuni degli studi più vecchi potrebbero non riflettere le abitudini attuali di consumo di marijuana della popolazione. E, naturalmente, lo studio non può dimostrare una relazione causa-effetto.

Tuttavia, i ricercatori hanno affermato che il loro studio offre approfondimenti su come il consumo a lungo termine della marijuana sotto forma di canne potrebbe influenzare gli uomini e innalzare bandiere rosse sui nuovi metodi di consumo come lo svapo.

E poiché la marijuana è oggi legale in molti stati, sempre più persone potrebbero prendere l’abitudine di fumare marijuana, quindi è importante capire quali sono i rischi per la salute che può provocare questa sostanza.

Il cancro ai testicoli è il tumore più comune nei giovani

Secondo l’Organizzazione nazionale per i disturbi rari, sebbene il cancro ai testicoli rappresenti solo l’1% dei tumori negli uomini, è il tumore più comunemente diagnosticato negli uomini tra i 15 e i 35 anni. Ogni anno negli Stati Uniti, si stima che a 8.850 uomini venga diagnosticata la malattia .

Secondo il NORD, il sintomo più comune del cancro ai testicoli è un gonfiore duro ma indolore – un tumore canceroso – sul testicolo. Se un testicolo si gonfia, questo può anche essere un segno di cancro.

Altri sintomi comprendono dolore allo stomaco o alle aree dello scroto, nausea, perdita di peso, vomito e difficoltà respiratorie.

Il cancro ai testicoli è una delle forme di cancro più curabili, secondo. Di solito è curabile con un intervento chirurgico ma, talvolta, richiede anche applicazioni di radiazioni o chemioterapia.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Business Insider.

2