Scimpanzé e api possono trasmettere le loro abilità

Scimpanzé e api hanno dimostrato di avere la capacità di trasmettere le loro conoscenze ad altri esemplari della loro specie

0
126
Scimpanzé

I bombi e gli scimpanzé possono apprendere dai loro simili abilità così complicate che non avrebbero mai potuto padroneggiarle da soli, un’abilità precedentemente ritenuta unica per gli esseri umani.

Scimpanzé

La capacità di apprendere attraverso gli altri riguarda anche scimpanzé e api

Uno dei talenti più importanti dell’umanità si chiama “cultura cumulativa“: la nostra capacità di sviluppare competenze, conoscenze e tecnologie nel tempo, migliorandole man mano che si tramandano di generazione in generazione. Questa capacità di trasferire abilità che nessun individuo potrebbe apprendere da solo è accreditata per aver contribuito a guidare l’ascesa e il dominio dell’umanità sul mondo.

Immagina di abbandonare alcuni bambini su un’isola deserta“, ha detto Lars Chittka, ecologo comportamentale presso la Queen Mary University di Londra e coautore dello studio sulle api.

Potrebbero, con un po’ di fortuna, sopravvivere, ma non saprebbero mai leggere o scrivere perché ciò richiede l’apprendimento dalle generazioni precedenti“, ha detto in un video pubblicato insieme allo studio sulla rivista Nature .



Scimpanzé e api

Precedenti esperimenti hanno dimostrato che alcuni animali come gli scimpanzé sono capaci di ciò che è noto come apprendimento sociale: capire come fare qualcosa osservando gli altri della loro specie.

Alcuni di questi comportamenti sembrano essere stati perfezionati nel tempo, come l’incredibile talento di navigazione dei piccioni viaggiatori o la capacità degli scimpanzé di rompere le noci, suggerendo che potrebbero essere esempi di cultura cumulativa.Ma è difficile per gli scienziati escludere che un singolo piccione o scimpanzé non possa aver capito come realizzare queste imprese da solo.

Capacità di trasmettere la conoscenza di scimpanzé e api: lo studio

Così un team di ricercatori guidato dal Regno Unito si è rivolto all’umile calabrone. Il primo passo è stato addestrare una squadra di “dimostratori” ad eseguire un’abilità complessa che avrebbero poi potuto insegnare ad altri.

In laboratorio, ad alcune api è stata consegnata una scatola di puzzle in due fasi. Avevano il compito di premere prima una linguetta blu, poi una linguetta rossa per rilasciare alla fine il dolce premio.

Alice Bridges, coautrice dello studio della Queen Mary University, ha dichiarato all’AFP: “Questo compito è davvero difficile per le api perché essenzialmente chiediamo loro di imparare a fare qualcosa in cambio di nulla” durante la prima fase“.

Inizialmente, le api sconcertate hanno semplicemente provato a premere la linguetta rossa, senza prima spostare quella blu, e hanno semplicemente rinunciato. Per motivare le api, i ricercatori hanno messo un dolcetto zuccherino alla fine di questa prima fase, che è stato gradualmente ritirato man mano che padroneggiavano il processo.

Scimpanzé e api

I manifestanti sono stati poi accoppiati con alcune nuove apiingenue“, che hanno osservato i dimostranti risolvere il puzzle prima di provarci da soli. Cinque delle 15 api ingenue hanno completato rapidamente il puzzle, senza bisogno di una ricompensa dopo la prima fase:”Siamo rimasti così sorpresi”, ha detto Bridges: “Stavamo tutti impazzendo” quando è successo per la prima volta, ha detto.

Alex Thornton, Professore di evoluzione cognitiva presso l’Università di Exeter nel Regno Unito, non coinvolto nella ricerca, ha riconosciuto che si trattava di un campione di piccole dimensioni: “Ma il punto è chiaro: il compito era eccezionalmente difficile da imparare da soli, eppure alcune api potevano risolverlo attraverso l’apprendimento sociale“.

Gli autori della ricerca hanno affermato che si è trattata della prima dimostrazione di cultura cumulativa in un invertebrato.

Per gli scimpanzé il test di valutazione è stato più complesso

Anche gli scimpanzé, i nostri parenti viventi più stretti, sembrano possedere questo talento, secondo uno studio separato pubblicato su Nature Human Behavior. La scatola del puzzle per un gruppo di scimpanzé semi-selvatici al Chimfunshi Wildlife Orphanage in Zambia è stata un po’ più difficile.

Si trattava di recuperare una palla di legno, tenere aperto un cassetto, inserire la palla e poi chiuderla per rilasciare il premio della nocciolina. Nel corso di tre mesi, 66 scimpanzé hanno tentato, senza riuscirci, di risolvere il puzzle.

Scimpanzé

Quindi il team di ricercatori guidato dagli olandesi ha addestrato due scimpanzé dimostratori per mostrare agli altri come si faceva. Dopo due mesi, 14 scimpanzéingenui” l’avevano padroneggiato. E più gli scimpanzé osservavano i manifestanti, più velocemente imparavano a risolvere il problema.

Bridges ha affermato che gli studi: “Non possono fare a meno di sfidare fondamentalmente l’idea che la cultura cumulativa sia questa capacità estremamente complessa e rara di cui solo le specie più ‘intelligenti‘, ad esempio gli esseri umani, sono capaci”.

Thornton ha affermato che la ricerca ha dimostrato ancora una volta come: “Le persone abitualmente sopravvalutano le proprie capacità rispetto a quelle di altri animali”.

2