Riuscito il Launch Escape Test per la Dragon Crew di SpaceX – video

Era l'ultimo test prima dell'invio di un equipaggio umano alla ISS.

527

È iniziato verso le 16.15 il test di aborto missione della capsula di SpaceX Dragon 2, o Dragon Crew.
Dopo il rinvio di ieri a causa delle condizioni climatiche, anche oggi l’effettuazione del test è stata a lungo fortemente in dubbio e solo a poco tempo dalla chiusura della finestra di lancio il vento e le onde al largo della Florida, nell’area di oceano Atlantico dove sarebbe avvenuto di splash down, si sono calmati abbastanza da permettere l’effettuazione del test.

Intorno alle 16.15 il lancio è stato effettuato con successo. Il booster riutilizzabile Falcon 9 Mark V, reduce già da quattro missioni di successo, ha acceso i suoi motori Merlin portando in meno di due minuti la capsula Dragon oltre le nuvole.

Intorno ai 120 secondi dopo il lancio i motori del Falcon 9 si sono spenti, simulando un’avaria, e un attimo dopo la capsula Dragon si è staccata dal missile accendendo i suoi potenti razzi SperDraco con i quali si è portata a distanza di sicurezza dal razzo ormai morto che nel frattempo esplodeva in una nuvola di fumo.
Ancora qualche secondo di ascesa per l’inerzia e la capsula ha iniziato la sua discesa.

A questo punto dalla telecamera di bordo della Dragon abbiamo assistito all’apertura dei paracadute che hanno portato la capsula a posarsi dolcemente sulle acque dell’Atlantico.

Interessante la vista in soggettiva di tutta la discesa. Appena la capsula ha toccato l’acqua è iniziata l’operazione di recupero della capsula stessa e dei due manichini pieni di sensori che erano a bordo, dai quali si ricaveranno molti interessanti dati sulle forze cui saranno sottoposti gli astronauti.
Tutta la registrazione del test è disponibile ed è possibile vederla qui sotto.

Ora SpaceX e NASA studieranno con molta attenzione i dati della telemetria e le registrazioni dell’intero test. Se non verranno riscontrate anomalie probabilmente nel mese di marzo la Dragon 2 effettuerà il test finale portando due astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale.