6.2 C
Rome
sabato, Novembre 26, 2022
HomeFisica/Astronomia/astrofisicaGli astronomi potrebbero aver appena rilevato una nuova magnetar

Gli astronomi potrebbero aver appena rilevato una nuova magnetar

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Una nuova scoperta potrebbe presto portare a 25 il numero totale di magnetar confermate.

Il 3 giugno, una breve esplosione di raggi X vicino al piano galattico ha attirato l’attenzione dello Swift Burst Alert Telescope (BAT). L’osservazione e l’analisi di follow-up sembrano confermare che è stato emesso da una magnetar precedentemente sconosciuta, ora denominata Swift J1555.2-5402.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Come recita Wikipedia, una magnetar è una stella di neutroni che possiede un enorme campo magnetico, miliardi di volte quello terrestre, il cui decadimento genera intense ed abbondanti emissioni elettromagnetiche, in particolare raggi X, raggi gamma e (molto raramente) anche radiofrequenze.

La teoria riguardante tali oggetti fu formulata da Robert Duncan e Christopher Thompson nel 1992. Nel decennio seguente l’ipotesi della magnetar è stata largamente accettata come una possibile spiegazione fisica per particolari oggetti conosciuti come soft gamma repeater (sorgenti ricorrenti di raggi gamma morbidi) e pulsar anomale a raggi X.

Dato il numero di queste stelle che abbiamo identificato all’interno della Via Lattea, qualsiasi nuova aggiunta ha il potenziale per aumentare notevolmente la nostra comprensione di questi oggetti misteriosi.

L’interesse per le magnetar

Le magnetar sono state una specie di celebrità cosmica ultimamente. Sono un tipo molto raro di stelle di neutroni, che sono i nuclei collassati di stelle che hanno avuto una massa compresa tra 8 e 30 volte quella del Sole.

Quando queste stelle diventano supernova e scaricano il loro materiale esterno, i loro nuclei collassano in alcuni degli oggetti più densi dell’Universo – fino a circa il doppio della massa del Sole, compressi in una sfera di soli 20 chilometri di diametro.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Le magnetar sono tutto questo e anche di più. Come suggerisce il nome, hanno un campo magnetico follemente potente – circa 1.000 volte più potente di quello di una normale stella di neutroni e un quadrilione di volte più potente di quello terrestre.

Queste stelle sono difficili da rilevare, il che le rende difficili da capire. Ad oggi sono state confermate solo 24 di queste particolari stelle, con altre sei candidate in fase di studio. Ciò significa che ci sono molte cose che non sappiamo su di loro, come il modo in cui crescono così tanto i campi magnetici.

Una recente scoperta ha catapultato le magnetar sotto i riflettori: una di queste misteriose stelle è stata catturata mentre emetteva un tipo di potente segnale radio chiamato Fast Radio Burst veloce che in precedenza era stato rilevato solo da fonti esterne alla Via Lattea e la cui provenienza era sconosciuta.

Ha senso: le magnetar sono bestie turbolente. Mentre la gravità cerca di tenere insieme la stella – comprimendola verso l’interno – il campo magnetico è così potente che esercita una forza verso l’esterno, distorcendo la forma della stella. Ciò porta a una tensione continua tra le due forze, che occasionalmente produce giganteschi starquakes e giganteschi bagliori magnetar.

Swift J1555.2-5402 ha rivelato la presenza di un burst di raggi X. Le osservazioni di follow-up sono state quindi condotte utilizzando il telescopio della NASA Neutron Star Interior Composition Explorer (NICER) e il telescopio a raggi X di Swift, entrambi strumenti spaziali in orbita terrestre.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Swift ha identificato una nuova sorgente di raggi X alle coordinate del burst e NICER ha rilevato pulsazioni coerenti caratteristiche di una magnetar – “il che conferma che il breve burst è stato effettivamente emesso da una nuova magnetar“, secondo un follow-up pubblicato su Astronomers Telegram .

Un’analisi completa è, ovviamente, in attesa, e non vediamo l’ora di saperne di più su questo oggetto appena scoperto e se può dirci qualcosa di nuovo sulle magnetar in generale.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Articoli più letti