Il ragno Jorō è sorprendentemente tollerante degli ambienti urbani trafficati

Un nuovo studio ha dimostrato che il ragno Jorō, potenzialmente velenoso, vive a suo agio nei centri urbani trafficati da umani e non subisce lo stress dei rumori meteopolitani

2
83
Ragno Jorō

Il ragno Jorō continua a diffondersi negli Stati Uniti sudorientali e le sue sofisticate ragnatele possono essere individuate quasi ovunque, anche sulle linee elettriche e sui semafori sospesi su strade trafficate.

Ragno Jorō

Il ragno Jorō è a suo agio col caos dei centri urbani abitati

I ragni tipici, così come la maggior parte delle creature, tendono a trovare troppo stressanti il rumore e il disturbo del vento proveniente dalle strade trafficate vicine, ma il ragno Jorō non sembra preoccuparsene molto, secondo un nuovo studio pubblicato su Arthropoda.

Questa ricerca potrebbe spiegare perché i ragni vengono regolarmente avvistati nelle aree urbane in cui gli esemplari nativi non abitano e suggerisce che le creature siano adatte a prosperare e diffondersi in luoghi simili in tutti gli Stati Uniti.

Se mai guardi una ragnatela vicino a una strada, si agita e trema, ed è una cacofonia di stimoli. I bordi delle strade sono un posto davvero difficile in cui vivere per un animale. Ma il ragnl Jorō sembra essere in grado di vivere accanto a loro“, ha spiegato l’autore principale dello studio Andy Davis, ricercatrice presso la Odum School of Ecology dell’Università della Georgia.



È un po’ un peccato per noi qui negli Stati Uniti: è stato il luogo in cui il ragno è arrivato circa 10 anni fa, e si dà il caso che stia davvero bene con gli esseri umani”.

Il ragno Jorō, o Trichonephila clavata, è stato avvistato per la prima volta negli Stati Uniti intorno al 2013, secondo un comunicato stampa dell’Università della Georgia. Le creature, che crescono fino a 10 centimetri di lunghezza, circa le dimensioni del palmo di una mano umana, da allora si sono diffuse rapidamente negli stati sudorientali.

Ragno Jorō

Classificati come tessitori di sfere, i ragni catturano le prede usando le loro gigantesche tele tridimensionali. Il ragno Jorō si siede al centro della rete e aspetta di sentire una vibrazione, a significare che un insetto è stato catturato nella sua tela, permettendo al’ esemplare di preparare un lauto banchetto.

I ricercatori che hanno sviluppato il nuovo studio, tra cui Davis e studenti universitari di ecologia, hanno condotto più di 350 test sui ragni in 20 strade utilizzando un diapason sulle loro ragnatele per simulare il comportamento della preda.

Mentre i ricercatori si aspettavano che i bordi stradali rumorosi interferissero con le capacità di caccia del ragno, i test hanno scoperto che quelli vicino a strade a traffico da moderato a intenso avevano solo leggermente meno probabilità di attaccare la preda simulata rispetto a quelli vicino a strade a basso traffico. I ragni vicini al traffico intenso hanno attaccato il 51% delle volte, mentre quelli nelle aree meno trafficate hanno attaccato il 65% delle volte.

Vivere sotto ai lampioni aiuta il ragno Jorō a catturare più prede

Questo ci aiuta a individuare un potenziale aspetto di questa specie da considerare, perché in un certo senso stabilisce i confini: fino a che punto si diffonderà? E non resterà limitato al sud e nelle aree boschive, o si sposterà nelle città dove aumenta la probabilità di interazione tra i ragni e gli esseri umani?“, si è chiesto Floyd Shockley, direttore delle collezioni del Dipartimento di Entomologia dello Smithsonian National Museum of Natural History di Washington, DC.

Shockley, che non ha partecipato alla ricerca, ha detto di essere rimasto sorpreso nel vedere solo una riduzione di poco più del 10% nell’efficienza di rilevamento delle vibrazioni del ragno, ma non è rimasto scioccato dal fatto che la specie sembrasse avere una tolleranza naturale per stare vicino a macchine e persone.

Mentre alla maggior parte delle altre specie piace restare nei boschi, al ragno Jorō piace particolarmente spostarsi negli habitat urbani“, ha evidenziato Shockley: “Stanno sfruttando la facilità della caccia e il facile accesso alle prede.Non sono particolarmente interessati a noi, sono interessati al fatto che rendiamo loro la condizione estremamente facile per ottenere la preda di cui hanno bisogno per completare il loro ciclo di vita”.

“La vita urbana offre una certa facilità al ragno Jorō perché sembra preferire realizzare le sue tele su strutture in cui le luci sono vicine, come tra gli edifici o sui pali del telefono“, ha specificato Shockley, spiegando che la luce tende ad attirare gli insetti di cui si nutrono.

Ragno Jorō

Gli autori dello studio hanno citato ricerche precedenti che hanno scoperto che le strade hanno un impatto negativo sull’abbondanza e sulla diversità degli insetti, ma il ragno Jorō, e molti dei suoi cugini del genere Trichonephila, sono sorprendentemente tolleranti alle città e scelgono di costruire le loro tane vicino a zone trafficate.

I ricercatori hanno affermato di non sapere perché questi ragni siano più adatti alla vita cittadina rispetto ad altri, ma Davis ha detto che spera di trovare una risposta con studi futuri, in cui prevede di ricercare la fisiologia di un ragno Jorō e la risposta della creatura allo stress.

Rispetto ad altre specie di ragni, il ragno Jorō ha questo tipo di modo unico di reagire allo stress, a livello comportamentale, e pensiamo che questo faccia parte dello stesso genere di cose in cui in qualche modo questi esemplari sono semplicemente unici in quanto possono vivere in un ambiente stressante”, ha detto Davis, che ha condotto un ulteriore studio che ha scoperto che la specie è piuttosto timida e tende a “congelarsi” quando disturbata.

La timidezza dei ragni potrebbe aiutarli a sopportare ambienti più urbani poiché il congelamento prolungato potrebbe aiutare a risparmiare energia.

Poiché il ragno Jorō non autoctono continua a diffondersi nella regione, rappresenta una minaccia per le specie autoctone benefiche per l’ambiente. I ragni ora non sembrano avere un impatto negativo, ma poiché continuano a moltiplicarsi, potrebbero iniziare a soppiantare i ragni nativi poiché mangiano insetti di cui anche le specie autoctone hanno bisogno.

Durante lo studio, i ricercatori hanno trovato prove della coesistenza del ragno Jorō con i ragni nativi. Il ragno è velenoso, ma le sue zanne non sono in grado di lacerare la pelle umana. Quindi, mentre si consiglia di uccidere alcune specie invasive come la mosca lanterna maculata, possono essere lasciati in pace. Infine, il ragno Jorō si nutre di specie specie che fanno bene e male all’ambiente, inclusa la famigerata mosca lanterna.

2