Ogliastra: un luogo di buon cibo, paesaggi naturali meravigliosi e longevità

Ogliastra: un luogo caratterizzato da meravigliosi scenari naturali unici nel suo genere che ha donato agli abitanti del posto una buona predisposizione genetica, un fattore che ha consentito a molti di loro di arrivare a venerande età

0
814

La Sardegna è un’isola meravigliosa che offre uno spettacolo naturale unico nel suo genere, un habitat ancora integro, un luogo caratterizzato da ottimi piatti e prodotti culinari.
Tra le caratteristiche di questo luogo troviamo una buona predisposizione genetica, che ha consentito a molti abitanti di arrivare a venerande età. Tra i luoghi che hanno trovato la formula per l’eterna giovinezza troviamo Seulo, Arzana e Villagrande Strisaili.
Probabilmente, nella Blue zone dell’Ogliastra, del Seulo-Arzana-Villagrande Strisaili, fattori come i geni, l’aria pulita, l’ambiente incontaminato, lo stile di vita e l’alimentazione alla “Ogliastra version”, come l’ha rinominata Dan Buettner, giornalista della Cnn, hanno permesso alle persone di questi paesi di invecchiare in modo sano.
In questo articolo andremo a scoprire nel dettaglio le caratteristiche di questi luoghi, le persone che vi abitano e la loro natura incontaminata.

Sardegna - Seulo alla scoperta della natura. - YouTube
Cascate di Seulo

Seulo: prima tappa di questo itinerario

Seulo, situato nel sud della Sardegna, è un comune abitato da 800 persone, delle quali 25 hanno superato un secolo di vita. Questo luogo è caratterizzato dalla presenza del Perdedu, un monte che raggiunge un’altezza di 1.400 metri, che risulta separato dal Gennargentu, un’area montuosa di grande estensione, a causa della presenza del Flumendosa, un fiume lungo 127 km.
In questi paesaggi, seguendo il corso del fiume, è possibile effettuare senza grandi difficoltà delle escursioni tra le gole, e delle passeggiate attraverso le vallate ricoperte dai lecci e dalla macchia mediterranea, luoghi caratterizzati da rupi calcaree, sorgenti, laghetti e rapide.
Il Flumendosa attraversa il territorio comunale per 29 km, dove nel tratto del fiume sono presenti delle piscinette naturali e ben oltre 200 laghetti. Il sindaco del comune Enrico Murgia lo descrive come: “Visitare questi luoghi con i loro meravigliosi paesaggi, dove è possibile fare un tuffo nelle limpide acque è un’esperienza unica nel suo genere. Oltre al fiume sono presenti anche altri due luoghi a Seulo di grande fascino: la cascata Sa Stiddiosa, un piccolo angolo di paradiso al confine con Gadoni, dove le acque si riversano in mezzo alle pietre calcaree, e la Forau Murgia una foresta che custodisce al proprio interno un maestoso e antichissimo esemplare di leccio”.
Questi luoghi sono visitabili tutto l’anno dai turisti, ma il periodo vicino a ferragosto è caratterizzato dalla presenza dell’Andalas, una storica manifestazione ideata nel 1995 dalla Pro Loco, creata appositamente per promuovere e tutelare la Valle dell’Alto Flumendosa.

Curiosità ogliastrine. Ruinas, la storia del villaggio nuragico del Gennargentu | Ogliastra - Vistanet
Arzana, villaggio di Ruinas

Arzana: seconda tappa di questo itinerario

Arzana è un comune che si trova in provincia di Nuoro nel cuore dell’Ogliastra, un paese di poco più di duemila abitanti circondato da boschi e sorgenti cristalline, il tutto situato ai piedi del monte Idolo sul Gennargentu, nel versante rivolto verso il mare.
Da Arzana è possibile ammirare il massiccio de La Marmore che raggiunge una quota di 1834 metri, e la vetta del Gennargentu, che secondo il medico Raffaele Sestu, animatore della Pro Loco, è uno dei fattori che determinano la longevità delle persone, che vivono proprio nelle aree attorno al massiccio, una caratteristica definita da lui “il fattore G della longevità”.
Il massiccio Gennargentu domina un territorio ricco di corsi d’acqua che sgorgano dalla sorgente di Funtana Orrubia, o che si riversano nella cascata di Pirincanis in una stretta gola. Arzana presenta anche una storia molto antica e molte testimonianze della presenza dell’uomo in epoche molto lontane, come la domus de Janas di Perdixi, i complessi nuragici di Unturgiadore, sa ’e Cortocce, sa Tanca ma soprattutto lo spettacolare villaggio di Ruinas, a 1200 metri d’altitudine; tutti luoghi spettacolari che meritano di essere visitati.

Cascata Sothai (Villagrande Strisaili - Ogliastra, Sardinia) / GoPro HD - YouTube
Villagrande Strisaili, cascata Sothai

Villagrande Strisaili: terza tappa di questo itinerario

Villagrande Strisaili è un paese arroccato a 750 metri di altezza sulle pendici meridionali del Gennargentu, ed è caratterizzato da delle montagne che cambiano colore in base alle ore delle giornate, luoghi che da sempre attirano molti visitatori ed escursionisti. Questo paese, nel 2014, è riuscito ad entrare nel Guinness per la più alta concentrazione al mondo, in rapporto alla popolazione totale, di ultraottantenni, ultranovantenni e ultracentenari.
Gian Luigi Bonicelli, guida turistica di trekking, consiglia questi luoghi per i suoi bastioni di scisto e suoi graniti, degli scenari meravigliosi di verde incontaminato. Il percorso che lui consiglia dura tre giorni, 40 chilometri suddivisi in passeggiate, acquatrek o arrampicata facile, dove è possibile ammirare decine di sorgenti naturali, punto di forza di queste montagne.
Bonicelli ha definito la sua escursione: “Il Selvaggio verde, un percorso che inizia dall’ovile recuperato di Erbelathori, che poi si suddivide verso due diverse destinazioni: il lago Flumendosa da una parte e l’altopiano di Murulongu dall’altra. Qui è possibile percorrere i vecchi sentieri dei pastori, persone che hanno abitato questo territorio selvaggio per diverse generazioni. Un luogo che ha molte cose da raccontare”.

2