Nuovo ritardo per il rover Perseverance. Partirà non prima del 30 luglio

Altro rinvio per il lancio del rover Perseverance, destinato a raggiungere Curiosity sul pianeta rosso. Quest'ulteriore rinvio consuma la metà della finestra di lancio disponibile.

1811

La NASA ha comunicato che il lancio del razzo Atlas V di United Alliance che lancerà il rover Perseverance verso Marte non avverrà prima del 30 luglio. Il lancio deve avvenire entro la metà di agosto affinché il rover possa sfruttare la congiunzione con Marte e giungere sul Pianeta Rosso in sei mesi.
Questo è il terzo rinvio del lancio ed è anche il più preoccupante perché questa volta non è stata fissata una data formale per il lancio, segno che i problemi evidenziati in precedenza al lanciatore non sono ancora stati risolti.
All’inizio di questo mese si è verificato un problema durante un test di pre-lancio standard, durante il quale il razzo Atlas V viene alimentato con propellente e viene effettuato un conto alla rovescia fino agli ultimi momenti prima dell’accensione. Allora, cos’è successo? “Una linea di sensori di ossigeno liquido ha presentato dati non nominali durante la prova del Wet Dress ed è stato necessario prendere ulteriore tempo per analizzare il problema consentendo al team di ispezionare e valutare“.
Secondo una fonte locale, il problema sarebbe legato allo stadio superiore Centaur del razzo Atlas V, che è alimentato con idrogeno liquido e ossigeno liquido.

Il problema della finestra di lancio

Il rover da $ 2,1 miliardi è simile al rover Curiosity che sta operando su Marte dal 2011 ma contiene numerosi aggiornamenti degli strumenti e, in più, porta agganciato un piccolo drone elicottero configurato per poter volare nella sottile atmosfera di Marte. La NASA Aveva originariamente impostato una finestra di lancio dal 17 luglio all’11 agosto, il periodo ottimale per il lancio del razzo ma, da allora, il lancio è stato ritardato dal 17 luglio al 20 luglio a causa di un problema alla gru durante il processo di accatastamento; è stato nuovamente ritardato dal 20 luglio al 22 luglio. La NASA ha attribuito quest’ultima battuta d’arresto a “un ritardo di elaborazione riscontrato durante le attività di incapsulamento del veicolo spaziale“.
La navicella spaziale che contiene il rover non è stata ancora incapsulata in cima al razzo Atlas V.
Ora sembra probabile che il produttore del razzo, United Launch Alliance, dovrà comprendere e affrontare il problema con la linea del sensore di ossigeno liquido prima che tale attività possa procedere. Una volta che il razzo e il suo carico utile hanno raggiunto la piattaforma di lancio, la missione dovrà anche affrontare il clima estivo in Florida, dove le tempeste lungo la costa sono comuni.
Martedì, l’agenzia spaziale ha dichiarato di aver esteso la finestra di lancio al 15 agosto e esaminerà se la finestra di lancio può essere ulteriormente estesa di qualche giorno.
Se la missione Perseverance mancherà questa finestra di lancio, verrà ritardata di 26 mesi, fino alla prossima congiunzione Terra-Marte che avverrà nel 2022.