16 C
Rome
venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeGeologia"Nuovo mondo nascosto" scoperto nel nucleo interno della Terra

“Nuovo mondo nascosto” scoperto nel nucleo interno della Terra

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Il nucleo interno “solido” della Terra potrebbe effettivamente essere un po’ molle, secondo i ricercatori.

Per oltre mezzo secolo, la comunità scientifica ha pensato che il nucleo interno della Terra fosse una solida sfera di lega di ferro compressa circondata da un nucleo esterno liquido. Ma una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista Physics of the Earth and Planetary Interiors, suggerisce che la fermezza della sfera planetaria varia dal metallo duro, semimorbido e liquido.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Avremo mai un’osservazione diretta del nucleo terrestre?

“Più lo guardiamo, più ci rendiamo conto che non è una noiosa macchia di ferro”, ha affermato a WordsSideKick.com Jessica Irving, sismologa dell’Università di Bristol in Inghilterra, che non è stata coinvolta nello studio. “Stiamo scoprendo un mondo nascosto completamente nuovo.” 

In un certo senso, il nucleo interno della Terra rimane misterioso come lo era quando Jules Verne pubblicò il suo fantasioso “Viaggio al centro della Terra” nel 1864. Sebbene gli scienziati sappiano dagli anni ’50 che il nostro pianeta non è vuoto come predetto da Verne, l’interno del pianeta è ancora inesplorato; “l’immenso calore e la pressione sono semplicemente troppo grandi perché qualsiasi sonda umana o artificiale possa viaggiare lì. A meno che non accada qualcosa di terribile al nostro pianeta, non avremo mai un’osservazione diretta del nucleo terrestre”, ha affermato Irving

Invece, i geofisici si affidano alle onde sismiche generate dai terremoti. Misurando queste enormi vibrazioni, gli scienziati possono ricostruire un’immagine del funzionamento interno del pianeta in un modo “simile a una TAC di una persona”, ha detto Irving. Queste onde sono disponibili in due tipi principali: onde di compressione rettilinee e onde di taglio ondulate. Ogni onda può accelerare, rallentare o rimbalzare su diversi mezzi mentre attraversa il suolo.

Un diagramma della struttura interna della Terra
Un diagramma della struttura interna della Terra

Per Rhett Butler, geofisico presso l’Hawai’i Institute of Geophysics and Planetology, il nuovo studio è iniziato come una questione di numeri non corrispondenti. Butler stava osservando come le onde sismiche create da grandi terremoti in cinque luoghi diversi viaggiano attraverso il nucleo terrestre fino all’esatto lato opposto del globo. Ma qualcosa non andava: le onde di taglio dei terremoti, che avrebbero dovuto passare attraverso una solida sfera di metallo, venivano invece deviate in alcune aree. 

I numeri hanno sorpreso Butler. Sapeva che la matematica delle onde sismiche era corretta, il che poteva significare solo una cosa: gli scienziati avevano sbagliato la struttura. “Quando sei in questo business, devi abbinare i dati”, ha affermato. Quindi Butler e il suo coautore hanno rivalutato la loro ipotesi di base che il nucleo interno della Terra fosse solido fino in fondo. Hanno scoperto che le onde osservate funzionavano se, invece di essere una palla solida, il nucleo avesse delle sacche di ferro liquido e “molle” semisolido vicino alla sua superficie.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La gamma di consistenze del ferro era particolarmente sorprendente, secondo Butler“Abbiamo visto prove che non solo non è morbido ovunque, ma è davvero difficile in alcuni punti”, ha detto. “Ha superfici dure proprio contro il ferro fuso o pastoso. Quindi stiamo vedendo molti dettagli all’interno del nucleo interno che non vedevamo prima”.

Questa ricerca potrebbe potenzialmente rivoluzionare la nostra comprensione del campo magnetico terrestre. Mentre il nucleo esterno liquido vorticoso guida il campo magnetico del nostro pianeta, il nucleo interno aiuta a modificare il campo, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Science Advances. Altri pianeti, come Marte, hanno un centro liquido ma mancano sia di un nucleo interno che di un campo magnetico, secondo una ricerca della NASA. Pertanto, Butler e Irving credono che una comprensione più profonda del nucleo interno aiuterà gli scienziati a comprendere la relazione tra l’interno di un pianeta e la sua attività magnetica.

Articoli più letti