Michio Kaku fa 3 previsioni sul futuro

Michio Kaku è uno dei più noti grandi comunicatori di scienza. Scrivendo libri di divulgazione scientifica dagli anni '80 e apparendo in innumerevoli programmi televisivi, è ben noto al pubblico che ama imparare a conoscere la scienza

0
1130

Michio Kaku è uno dei più noti grandi comunicatori di scienza. Scrivendo libri di divulgazione scientifica dagli anni ’80 e apparendo in innumerevoli programmi televisivi, è ben noto al pubblico che ama imparare a conoscere la scienza. È anche un rispettato accademico, avendo pubblicato articoli e libri di testo su argomenti di fisica come la teoria delle stringhe. È stato una delle prime persone a lavorare nella teoria dei campi delle stringhe.

Come altre persone che studiano scienze e hanno una curiosità naturale, il dottor Kaku è interessato a un’ampia gamma di argomenti ed è disposto a parlare di un certo numero di essi. in questo video discute di viaggi nello spazio, neuroscienze e medicina.

Come l’umanità diventerà una specie interplanetaria

Un certo numero di miliardari, pensatori scientifici e coloro che stanno dietro al programma Artemis sono tutti giunti indipendentemente alla conclusione che l’umanità ha bisogno di diventare una specie multi-planetaria. Questa idea non è una novità: il dottor Kaku afferma di averne discusso una volta con Carl Sagan.

Secondo il dottor Kaku, Sagan ha affermato: “La Terra è nel mezzo di un tiro a segno di asteroidi, comete e meteore. È inevitabile che prima o poi saremo colpiti da qualcosa di simile a quello che uccise i dinosauri 65 milioni di anni fa. Serve una polizza assicurativa“.

Il dottor Kaku, come Carl Sagan, non pensa che mandare tutti su Marte o Proxima Centauri B sia necessario o addirittura fattibile – la sola spesa dovrebbe rendere le persone più interessate a sistemare alcune cose su questo pianeta – ma nota che la scienza per farlo esiste già, si tratta semplicemente di decidere di farlo. Infatti sostiene:

“Le leggi della fisica consentono di inviare chip delle dimensioni di un francobollo alle stelle vicine. Quindi pensa a un chip, forse così grande, su un paracadute e mandane migliaia nello spazio esterno alimentati da forse 800 megawatt di potenza laser. Lanciando questo gigantesco banco di energia laser nello spazio, energizzando tutti questi mini-paracadute potresti quindi iniziare ad accelerarli a circa il 20% della velocità della luce.



Non è solo un sogno fantascientifico, come le unità a curvatura e i teletrasporti: “Questa è una tecnologia realizzabile già oggi. È solo una questione di ingegneria. È una questione di volontà politica ed economia, ma non c’è fisica, non c’è legge della fisica, che ti impedisce di sparare questi chip al 20% della velocità della luce“.

Dati i soldi, il livello di coinvolgimento da parte del governo e delle fonti private e la visione che esiste dietro alcune delle idee avanzate, il dottor Kaku suggerisce che stiamo per entrare in una “era d’oro dell’esplorazione spaziale“.

Naturalmente, è anche pratico riguardo ai problemi che dovremmo affrontare se provassimo a spostare un milione di persone su Marte domani. Ad esempio, osserva che poche persone sembrano spiegare come fornire alloggi a un milione di persone su Marte, o come farebbero a procurarsi gli strumenti necessari per costruire quegli alloggi lì. Suggerisce che la risposta potrebbe essere affidarsi a robot autoreplicanti, ma ciò richiede prima di inventarli.

Espanderemo le capacità del cervello

Negli ultimi decenni, c’è stato uno sforzo inosservato ma continuo per migliorare il corpo umano facendolo funzionare con i computer e persino per sostituire le parti del corpo che smettono di funzionare con le macchine.

Il dottor Kaku cita come esempio il suo amico e collega Stephen Hawking. La capacità di parlare del dottor Hawking è stata completamente annullata da un grave caso di polmonite nel 1985. Tuttavia, milioni di persone in tutto il mondo conoscono il dottor Hawking dalle immagini in cui lo si vede parlare con l’aiuto di un computer. Mentre il computer che generava questo discorso era inizialmente controllato manualmente, in seguito il declino della mobilità del dottor Hawking portò allo sviluppo di sistemi in grado di scansionare le sue espressioni facciali e gli schemi cerebrali.

Dati i progressi nel rendere i chip per computer più economici, più piccoli e più veloci, noti come Legge di Moore, il Dr. Kaku suggerisce che è probabilmente solo questione di tempo prima che avremo accesso a computer economici ovunque in ogni momento, anche integrati con le nostre persone. Fornisce un’immagine di un nuovo mondo ad alta tecnologia: “E chi saranno le prime persone ad acquistare sistemi per la realtà aumentata su Internet? Studenti universitari che sostengono gli esami finali. Sbatteranno le palpebre e vedranno tutte le risposte al mio esame proprio lì nelle loro lenti a contatto. E questo potrebbe essere molto utile. Se sei a un cocktail party e ci sono alcune persone molto importanti lì che potrebbero influenzare il tuo futuro, ma non sai chi sono, in futuro saprai esattamente con chi legare a qualsiasi cocktail party. In un appuntamento al buio, potrebbero essere fantastici perché, ovviamente, il tuo appuntamento al buio potrebbe dire che è single, è ricco e ha successo. Ma la tua lente a contatto dice che paga il mantenimento dei figli, che ha divorziato tre volte e che il ragazzo è un perdente totale”.

Anche se questo potrebbe suonare come qualcosa uscito da  Black Mirror,  il dottor Kaku sembra ottimista al riguardo.

Sconfiggeremo il cancro

È difficile capire esattamente quanto sia spaventosa una diagnosi di cancro. Un tempo la politica della maggior parte degli ospedali era di non dire alle persone che stavano morendo di cancro quanto fossero gravi le loro condizioni, perché era triste e si poteva fare molto poco.

Nonostante non abbiamo ancora trovato una cura per il cancro, i trattamenti che esistono oggi sono incalcolabilmente migliori di quelli che esistevano pochi decenni fa.

Nonostante tutti i miglioramenti nel trattamento e nella prospettiva dei pazienti in molti casi, un certo numero di tumori non è ancora molto curabile. Il cancro del pancreas, ad esempio, ha un tasso di sopravvivenza a cinque anni del 16% quando non è curabile chirurgicamente.

Tuttavia, il dottor Kaku sostiene che siamo sul punto di sconfiggere finalmente il cancro una volta per tutte e di entrare in una nuova era di scoperte scientifiche:

“Avremo una bacchetta magica contro il cancro usando la nanomedicina. Cioè, singole molecole nelle cellule che possono colpire le singole cellule tumorali, usando la nanotecnologia. E la prossima grande cosa saranno i bagni intelligenti. In futuro, il tuo gabinetto sarà la tua prima linea di difesa contro il cancro perché i tuoi fluidi corpore contengono le firme di colonie cancerose di forse alcune centinaia di cellule tumorali nel tuo corpo forse anni prima che si formi un tumore… Il cancro diventerà come il comune raffreddore, cioè ci potremo convivere.

2