Marte, MRO nota strane linee scolpite nel paesaggio

Il Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) della NASA ha di recente scattato alcune immagini di una strana serie di linee increspate nel paesaggio di Marte

0
1535
Marte, MRO nota strane linee scolpite nel paesaggio
Marte, MRO nota strane linee scolpite nel paesaggio

Il Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) della NASA ha recentemente catturato immagini di una strana serie di linee increspate scolpite nel paesaggio di Marte, come ha annunciato l’agenzia spaziale statunitense.

Progettato per aiutare nella ricerca dell’acqua su Marte e assistere le missioni sul pianeta con le sue capacità di imaging di alta qualità, sin dal suo lancio nel 2006 il Mars Reconnaissance Orbiter, o MRO, ha raccolto informazioni dalla sua posizione in orbita sopra il Pianeta Rosso. Il 18 agosto, l’MRO ha catturato una serie di insolite linee increspate che sembravano essere scolpite nel paesaggio marziano,Le linee sono viibili come immagine ine videnza dell’articolo. 

Strane linee su Marte

In verità, tali linee non sono prove di resti di strade costruite dagli antichi marziani; come spiega The Debrief, le linee dall’aspetto curioso sono una formazione naturale, prodotta dal lento slittamento del ghiaccio sulla superficie del pianeta.

In generale, i depositi di ghiaccio situati sulla superficie di Marte si accumulano con maggiore abbondanza attorno alle calotte polari del pianeta. Tuttavia, in passato questi strani modelli increspati sono stati trovati anche in altre regioni sulla superficie del Pianeta Rosso, rivelando la presenza di ghiaccio sulla superficie del pianeta in varie altre regioni.

Le creste si formano mentre il ghiaccio scorre naturalmente verso valle, spostando terreno e depositi pietrosi dalle loro posizioni lungo il paesaggio marziano. Tuttavia, non è un processo veloce; questo movimento graduale del ghiaccio che sposta il suolo marziano mentre scorre può richiedere diverse migliaia di anni, processi che le immagini raccolte dal MRO possono aiutare a far luce, oltre a rivelarne la storia.



Gli studi dell’MRO in corso

Con i suoi studi in corso, l’MRO continua a scrutare la superficie di Marte dalla sua posizione in orbita alla ricerca di acqua, nonché di formazioni minerali e prove di acqua sotto la superficie del pianeta.

L’MRO monitora anche i modelli meteorologici giornalieri sul Pianeta Rosso e raccoglie informazioni su dove minerali e acqua potrebbero essere esistiti sul pianeta in passato. Tali informazioni potrebbero essere utili per future missioni spaziali con equipaggio su Marte e potrebbero anche fornire agli astrobiologi informazioni cruciali che potrebbero aiutare nella ricerca di prove della vita, passata o presente, sul pianeta.

Alla scoperta dell’MRO

Il Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) è una sonda spaziale lanciata dalla NASA con l’obiettivo principale di condurre studi approfonditi sulla superficie di Marte. Ecco una panoramica della storia e della missione di MRO:

Lancio e inserzione in orbita: Lancio: Il Mars Reconnaissance Orbiter è stato lanciato il 12 agosto 2005 tramite un razzo Atlas V dalla Cape Canaveral Air Force Station in Florida.

Inserzione in orbita di Marte: Dopo un viaggio di circa 10 mesi, l’orbiter è entrato nell’orbita di Marte il 10 marzo 2006. Strumenti e Obiettivi Scientifici: Strumenti Scientifici: MRO è equipaggiato con una serie di strumenti scientifici avanzati, inclusi fotocamere ad alta risoluzione, spettrometri, e radar.

Obiettivi scientifici: La missione ha tre obiettivi principali: studiare la storia geologica di Marte, cercare acqua in forma liquida sotto la superficie e studiare la possibilità di insediamenti futuri umani.

Contributi scientifici significativi: Immagini ad Alta Risoluzione: MRO ha fornito immagini dettagliate della superficie marziana, rivelando caratteristiche geologiche, sedimenti e dettagli topografici con una precisione senza precedenti.

Individuazione di acqua: Grazie ai suoi strumenti, l’orbiter ha individuato segnali di presenza di acqua, compresi depositi di ghiaccio d’acqua sotto la superficie.

Supporto alle missioni di atterraggio: MRO ha giocato un ruolo cruciale nel supporto alle missioni di atterraggio successive su Marte, come i rover Spirit, Opportunity, Curiosity e Perseverance, fornendo comunicazioni durante le operazioni di atterraggio.

Durata della missione: La missione originariamente doveva durare due anni marziani (circa quattro anni terrestri).

Estensione della missione: A causa della sua efficienza operativa e dei contributi scientifici significativi, la missione è stata estesa ripetutamente. Al momento della mia ultima aggiornamento nel gennaio 2022, la missione è stata estesa fino a settembre 2022.

I lavori proseguono: Il Mars Reconnaissance Orbiter ha lasciato un impatto duraturo nello studio di Marte, contribuendo significativamente alla nostra comprensione del Pianeta Rosso. La NASA continua a esplorare Marte con nuove missioni, tra cui il rover Perseverance, e MRO continua a svolgere un ruolo fondamentale nel supporto delle operazioni di atterraggio e nella raccolta di dati scientifici. 

2