Marte, ecco la mappa topografica del cratere Jezero

Jezero è un cratere da impatto di circa 45 chilometri di diametro e si pensa che abbia ospitato un antico lago. Il prossimo febbraio vi atterrerà il rover della NASA Perseverance, alla ricerca di segni di vita, passato o presente

0
773
Indice

Il 18 febbraio 2021, la navicella spaziale Mars 2020 della NASA atterrerà sulla superficie di Marte, più precisamente nel cratere Jezero. La missione, che è stata lanciata nel luglio di quest’anno e sta trasportando a bordo un rover chiamato Perseverance, cercherà segni di vita antica sul Pianeta Rosso e raccoglierà campioni di roccia e suolo in modo che questi possano essere successivamente restituiti alla Terra dall’ESA e NASA.
La mappa mostrata nell’immagine di copertina è stata creata utilizzando le osservazioni della telecamera stereo ad alta risoluzione (HRSC) di Mars Express e mostra la topografia del paesaggio (come indicato dalla barra colorata a destra del fotogramma e il grafico di elevazione associato in basso). Le regioni di maggiore elevazione sono mostrate in rosso e arancione, mentre i cali e le depressioni più bassi sono evidenziati in blu e verdi.
Jezero è un cratere da impatto di circa 45 chilometri di diametro e si pensa che abbia ospitato un antico lago. La prova di ciò può essere vista nelle caratteristiche sparse nel bacino del cratere: delta, valli di insenatura (contrassegnate da solide linee nere che si snodano nel cratere in alto a sinistra), canali e una topografia più liscia lungo il bordo settentrionale del cratere (dove il materiale fu spazzata via dallo scorrere dell’acqua) rispetto a quella meridionale (dove questi materiali furono successivamente depositati).

Jezero ospita anche un ampio canale di scarico, come si vede a destra del fotogramma (est) nei toni del celeste, e segnato da una linea nera continua. Per scolpire una valle così consistente, il cratere deve essere stato rifornito una volta da una fornitura d’acqua relativamente costante. Questa è una prospettiva entusiasmante nella nostra caccia alla vita su Marte.
Mars 2020 esplorerà la storia e la chimica di Jezero per caratterizzare in dettaglio questi antichi ambienti lacustri, un passo essenziale verso una migliore comprensione di come fosse veramente Marte primitivo. Uno degli obiettivi chiave di Marte 2020 è raccogliere campioni che, nel 2030, saranno raccolti e portati sulla Terra. Questo sforzo richiederà missioni robotiche cooperative sia dalla NASA che dall’ESA.
Gli attuali piani per ESA-NASA Mars Sample Return si basano sul piccolo Sample Fetch Rover dell’ESA che raccoglierà i campioni memorizzati nella cache dal rover Perseverance di Marte 2020, prima che questi vengano lanciati nell’orbita di Marte dalla NASA. Un’ulteriore missione dell’ESA, l’Earth Return Orbiter, recupererà il contenitore grande come un pallone da basket di campioni di roccia e suolo e restituirli sani e salvi sulla Terra.
Questa mappa comprende le osservazioni raccolte durante le orbite 5252 e 5270 di Mars Express e copre un’area della superficie marziana situata a circa 18° N, 77° E.

2