10.4 C
Rome
giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeTecnologiaL’impianto fotovoltaico più grande del mondo sta per nascere in Australia

L’impianto fotovoltaico più grande del mondo sta per nascere in Australia

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Nella classifica degli impianti fotovoltaici più grandi al mondo, il primo posto sta per essere conquistato dall’Australia: qui, infatti, ha preso il via un progetto a dir la verità molto ambizioso riguardante le energie rinnovabili, e dovrebbe vedere la luce una struttura da record, senza eguali nel resto del pianeta. Il desiderio di salvare e tutelare la Terra, dunque, può oltrepassare gli interessi economici, almeno dall’altra parte del mondo. Ecco, quindi, che in Australia sta per essere costruito il più grande impianto fotovoltaico di sempre, le cui dimensioni saranno così notevoli che la struttura potrà essere vista addirittura dallo spazio. Uno degli aspetti più curiosi di tutta questa vicenda, per altro, è che l’impianto sarà sì realizzato in Oceania, ma in realtà servirà per rifornire l’Asia: o, per essere più precisi, Singapore.

Il valore delle energie rinnovabili

Questo progetto dimostra come sia in costante crescita l’attenzione che viene riservata alle energie rinnovabili in ogni angolo del mondo, e gli impianti fotovoltaici possono interpretare un ruolo di primo piano da questo punto di vista. Le agende di governo dei principali Paesi del mondo hanno un obiettivo fondamentale, che è quello di ricorrere alle fonti inesauribili per rimpiazzare il carbonio. Il traguardo da raggiungere è quello della neutralità climatica, con le varie nazioni del mondo che sono unite e impegnate per dire addio alle emissioni di gas serra che sono la conseguenza inevitabile dell’uso dei combustibili. Come noto, però, la conversione non è così semplice da mettere in atto, anche per i sovvenzionamenti continui di cui possono beneficiare le industrie del settore.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Come sarà l’impianto australiano

La fiammella della speranza, dunque, viene accesa dalle notizie che provengono dall’Australia, dove sorgerà un parco solare che sarà capace di produrre fino a 10 GW di potenza. Nel giro di sette anni, questo impianto potrebbe costituire una preziosa fonte di energia anche per altri Paesi. Di certo quello australiano è un progetto molto ambizioso, che proprio questo motivo merita di essere supportato. Il sistema alla fine si svilupperà su una superficie di 12mila ettari e conterrà qualcosa come 22 milioni di pannelli solari. Numeri a dir poco incredibili, e a questo punto è facile capire perché il parco solare potrà essere osservato perfino dallo spazio.

Quali obiettivi saranno raggiunti

L’intento di chi ha promosso tale iniziativa è quello di sviluppare una rete che, in un futuro non troppo lontano, possa tornare utile anche per altri Paesi al di fuori dell’Australia. Il progetto prevede, infatti, di sviluppare un’alta tensione con una lunghezza di quasi 4 milioni di metri che possa arrivare fino a Singapore per soddisfare più o meno il 20% del suo fabbisogno di energia. L’Australia conferma di essere, ancora una volta, un Paese leader nella gestione delle energie green, e con questo progetto ha compiuto un altro passo in avanti in tal senso.

La genesi del progetto

La genesi del progetto è stata piuttosto lunga e articolata: se ne parlava infatti, fin dallo scorso anno, anche se è solo a luglio del 2020 che il governo ha conferito la certificazione di major project. Di che cosa si tratta? Molto semplicemente, di un riconoscimento grazie a cui vengono certificate la sostenibilità del progetto e il suo valore, non solo dal punto di vista ambientale. In virtù di questo status si potrà beneficiare di procedure più rapide e più snelle, grazie all’intervento dell’Agenzia per la facilitazione dei grandi progetti che ha proprio questo compito.

Chi sarà il costruttore

A capo del progetto di costruzione c’è Sun Cable, società che ha già depositato tutti i documenti che occorrono per garantire la tutela ambientale. Si tratta di un aspetto di non secondaria importanza, dal momento che un impianto così esteso potrebbe comportare anche dei rischi per lo scenario naturale. La location che è stata scelta per la costruzione dell’impianto è Newcastle Waters, ed è stata selezionata perché si trova di fianco ai binari di una ferrovia: in questo modo sarà più semplice trasportare tutto il necessario per la costruzione. Per il momento, l’impianto fotovoltaico più grande del mondo si trova in Rajasthan, ma quello australiano avrà dimensioni superiori addirittura di 300 volte. Un’idea a dir poco gigantesca.

Articoli più letti